Dipartimento federale degli affari esteri

Navigazione

Navigazione principale

Sottonavigazione

Ulteriori informazioni

Ricerca rapida

Lei si trova qui:

Riciclaggio di denaro

Per sembrare legale, il denaro proveniente da attività illecite dev’essere immesso nel circuito economico. Piazze finanziarie molto sviluppate corrono dunque il rischio d’essere sfruttate abusivamente per riciclare il denaro.

La Svizzera ha inserito il reato di riciclaggio di denaro nel Codice penale (art. 305bis e 305ter) già nel 1990. Con la legge del 1998 sul riciclaggio di denaro, il nostro paese ha introdotto per tutti gli intermediari finanziari – dunque non soltanto per le banche, ma anche per le assicurazioni, amministratori patrimoniali indipendenti, ecc. – un dovere di diligenza, come pure l’obbligo di annunciare transazioni sospette. Il 1° febbraio 2009 sono entrati in vigore alcuni miglioramenti nel sistema svizzero di difesa contro il riciclaggio di denaro che consentono di tenere conto dei nuovi standard internazionali. La Svizzera dispone dunque in questo campo di una delle legislazioni più severe a livello mondiale.

A livello multilaterale la Svizzera sostiene attivamente la lotta contro il riciclaggio di denaro. Si impegna in particolare nella "Financial Action Task Force against Money Laundering and Terrorist Financing" (FATF), che fissa le disposizioni a livello internazionale.