Applicazione degli standard globali

Dallo scoppio della crisi finanziaria mondiale il contesto internazionale è profondamente mutato. Negli ultimi anni, le condizioni quadro per la piazza finanziaria svizzera hanno dovuto subire adeguamenti in funzione degli sviluppi internazionali. Nell’ambito delle valutazioni dei Paesi, appositi organismi verificano l’applicazione degli standard internazionali.

Bandiere di molti Paesi sulle loro aste.
La Svizzera partecipa all’elaborazione di nuovi standard fiscali e finanziari attuando al contempo riforme internazionali. © PRS

Data l’importanza della sua piazza finanziaria sul piano internazionale, la Svizzera porta avanti l’agenda normativa globale mettendo in atto le previste riforme essenziali dei mercati finanziari. In questo modo rafforza la stabilità finanziaria e la credibilità della piazza svizzera. 

Nuovi scenari dopo la crisi finanziaria mondiale

Dallo scoppio della crisi finanziaria mondiale, iniziata nel 2007 nel mercato immobiliare statunitense come crisi dei prestiti subprime, il contesto internazionale è profondamente mutato. Negli ultimi anni, le condizioni quadro per la piazza finanziaria svizzera hanno dovuto subire adeguamenti in funzione degli sviluppi internazionali. La Svizzera ha inoltre partecipato all’elaborazione di nuovi standard fiscali e finanziari.

Gli adeguamenti hanno interessato soprattutto i requisiti di capitale e liquidità per le banche. La Svizzera ha inoltre rivisto integralmente la propria legislazione in materia di infrastrutture del mercato finanziario, commercio di derivati e lotta contro il riciclaggio di denaro. In precedenza, per gli assicuratori svizzeri erano già state introdotte prescrizioni in materia di solvibilità applicate internazionalmente, di cui è riconosciuta l’equivalenza con la normativa dell’UE. 

Scambio automatico di informazioni

Il passaggio allo scambio automatico di informazioni in materia fiscale, ampiamente sostenuto dalla comunità internazionale, rappresenta un cambiamento fondamentale nelle condizioni quadro per l’attività con clienti esteri sulla piazza finanziaria svizzera. La legge federale sullo scambio automatico di informazioni a fini fiscali è entrata in vigore il 1° gennaio 2017. Nel 2018 vi sono stati primi scambi di informazioni con 36 Stati partner selezionati, ai quali ne seguiranno altri nei prossimi anni. 

Applicazione di standard internazionali

Nell’ambito di processi di revisioni tra pari (peer review) o delle valutazioni dei Paesi, gli organismi internazionali competenti – ad es. l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), il Global Forum, la Financial Action Task Force (FATF) o il Financial Stability Board (FSB) – esaminano le modalità con cui vengono applicati gli standard globali. È interesse della Svizzera far sì che sia assicurata la parità di trattamento per tutti gli Stati e che il nostro Paese ottenga un buon punteggio nelle valutazioni.

Anche in futuro la Svizzera contribuirà all’applicazione degli standard internazionali nell’ambito della sua politica dei mercati finanziari.