Giro d’orizzonte sulle relazioni bilaterali tra la Svizzera e la Spagna e sull’attualità internazionale durante l’incontro a Berna tra Ignazio Cassis e Alfonso Dastis

Comunicato stampa, 23.04.2018

Questo lunedì, a Berna, il consigliere federale Ignazio Cassis ha ricevuto il ministro degli affari esteri spagnolo Alfonso Dastis Quecedo per una visita ufficiale di lavoro, incentrata su temi politici ed economici bilaterali, tra cui la questione della Catalogna, sulle relazioni con l’Unione europea e sull’attualità internazionale. La visita ha costituito inoltre l’occasione per uno scambio di vedute sul lavoro e la collaborazione tra Spagna e Svizzera negli organismi multilaterali.

Il consigliere federale Ignazio Cassis stringe la mano ad Alfonso Dastis.
Il capo del DFAE Ignazio Cassis riceve il suo omologo spagnolo Alfonso Dastis a Berna. © DFAE

I due ministri si erano incontrati a gennaio a Davos durante il Forum economico mondiale. Allora avevano espresso il loro interesse a incontrarsi nuovamente in Svizzera per poter affrontare questioni riguardanti l’attualità europea e internazionale e approfondire le relazioni bilaterali. L’ultimo incontro tra ministri degli esteri svizzeri e spagnoli risale alla visita a Madrid di Didier Burkhalter nel 2013. 

La questione delle relazioni tra la Svizzera e l’UE è stato un tema saliente dell’incontro. Cassis ha fatto per il suo omologo il punto della situazione in merito alle discussioni in corso con l’UE, ricordando la solidità e la sostenibilità dei legami tra la Svizzera, l’Unione e i Paesi europei, e sottolineando che «il nostro Paese, al cuore dell’Europa, dipende fortemente dall’UE e noi vogliamo dare alle nostre relazioni la maggiore sicurezza possibile nel campo del lavoro e degli scambi commerciali». Ignazio Cassis ha anche chiesto il sostegno della Spagna nelle discussioni con Bruxelles.

I due ministri hanno poi fatto un giro d’orizzonte sulle questioni bilaterali, discutendo di aspetti politici ed economici delle relazioni tra la Svizzera e la Spagna, come la collaborazione su temi scientifici, la lotta alla corruzione e l’assistenza giudiziaria. Cassis ha anche auspicato di poter discutere con la Spagna sul miglioramento degli scambi di servizi finanziari tra i due Paesi. È stata affrontata inoltre la situazione in Catalogna, che intende formare prossimamente un governo regionale. A tal proposito, Cassis ha rammentato la posizione della Svizzera: la questione catalana è un affare di politica interna della Spagna e va pertanto trattata nel quadro dell’ordinamento costituzionale spagnolo. Il consigliere federale, parlando del soggiorno di cittadini spagnoli in Svizzera, ha affermato che essi beneficiano dell’accordo di libera circolazione delle persone e che possono tenere liberamente discorsi politici nel rispetto dell’ordinamento giuridico svizzero. I due ministri hanno ribadito la necessità di disciplinare tali questioni per via giudiziaria.

In materia di attualità politica internazionale, Cassis e Dastis hanno discusso della situazione in Medio Oriente, in particolare degli ultimi avvenimenti in Siria, ricordando l’impegno della comunità internazionale e la necessità di sostenere il processo diplomatico. Durante il colloquio è stata anche trattata la posizione della Svizzera e della Spagna riguardo all’iniziativa cinese «Belt and Road».

La Spagna è stato membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell’ONU nel 2015-2016. La Svizzera è candidata a questo posto per il biennio 2023-2024. I due ministri hanno discusso anche di questa esperienza. La Spagna e la Svizzera condividono l’impegno in numerosi ambiti di cooperazione multilaterale: in qualità di membri del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, entrambe lavorano per il rispetto del diritto internazionale e dei diritti umani e per l'abolizione della pena di morte. La Ginevra internazionale, ha ricordato il capo del DFAE, è un’importante piattaforma per le organizzazioni multilaterali e le ONG.

Le relazioni tra la Svizzera e la Spagna sono caratterizzate da stima reciproca e da stretti legami tra le popolazioni dei due Paesi, ad esempio nell’ambito del turismo, della migrazione e del lavoro nonché nel settore culturale e degli scambi economici. La Spagna è il nono partner commerciale della Svizzera, soprattutto per gli intensi scambi di prodotti farmaceutici e chimici. Circa 83 000 cittadine e cittadini spagnoli vivono in Svizzera, mentre oltre 25 000 svizzere e svizzeri risiedono in Spagna.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera-Spagna


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri