La Svizzera accoglie con favore il riavvicinamento tra la Corea del Nord e la Corea del Sud

Comunicato stampa, 27.04.2018

La Svizzera riconosce il carattere storico del vertice intercoreano che si è tenuto oggi a Panmunjom tra il presidente della Repubblica di Corea Moon Jae-in e il leader della Repubblica democratica popolare di Corea Kim Jong-un e si congratula per questo riavvicinamento.

La Svizzera si rallegra in particolare dell’impegno dei due leader per instaurare una pace duratura in una penisola coreana denuclearizzata.

Con una presenza militare nel villaggio di Panmunjom dal 1953, sotto l’egida della Commissione di supervisione delle nazioni neutrali (NNSC, Neutral Nations Supervisory Commission), il nostro Paese è impegnato da molto tempo per la pace e il dialogo nella penisola coreana.

La Svizzera è convinta che solo nell’ambito di un processo diplomatico che coinvolga tutti gli attori si possa trovare una soluzione alla questione nucleare e della sicurezza nella regione. Il nostro Paese invita dunque le parti a proseguire il dialogo con uno spirito costruttivo, come si sono impegnate a fare oggi, e, così come previsto, in occasione del vertice tra il presidente statunitense Donald Trump e il leader della Repubblica democratica popolare di Corea Kim Jong-un.

Come fa per altre aree del mondo dove le tensioni sono vive, la Svizzera è sempre disposta, se richiesto, a offrire i buoni uffici o a facilitare i contatti tra le parti.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri