Il consigliere federale Cassis assiste in Mozambico alla cerimonia di firma dell’accordo di pace sostenuto dalla Svizzera

Comunicato stampa, 06.08.2019

Il consigliere federale Ignazio Cassis ha partecipato oggi, insieme ad altri rappresentanti internazionali, alla cerimonia di firma dell’accordo di pace concluso tra le due parti in conflitto RENAMO e FRELIMO. La conclusione dell’accordo è un traguardo raggiunto grazie al contributo decisivo della Svizzera.

I rappresentanti delle parti in conflitto si abbracciano reciprocamente dopo la firma dell'accordo di pace.
La Svizzera aveva offerto i suoi buoni uffici al Mozambico nel quadro del conflitto armato riaccesosi nel 2013. © DFAE

«Oggi è un giorno storico per il Mozambico. L’accordo di pace rappresenta un traguardo indispensabile per la stabilità del Paese e di conseguenza anche per il resto della regione dell’Africa», ha dichiarato il consigliere federale Cassis dopo la firma dell’accordo tra il Frente de Libertação de Moçambique FRELIMO, attualmente al governo, e il gruppo di opposizione Resistência Nacional Moçambicana RENAMO a Maputo. «Ancora una volta la Svizzera ha potuto dare un prezioso contributo con i suoi buoni uffici e la sua neutralità e soprattutto grazie ai suoi eccellenti collaboratori diplomatici», ha sottolineato Cassis.

Durante i colloqui con il presidente del Mozambico Filipe Jacinto Nyusi e il ministro degli esteri José Condungua António Pacheco nel quadro della cerimonia, il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha garantito anche per il futuro il sostegno della Svizzera al processo di pace e allo sviluppo del Paese. Il presidente Nyusi ha espresso apprezzamento per la qualità e l’efficienza della diplomazia svizzera.

La Svizzera ha assunto la presidenza del gruppo di contatto

La Svizzera aveva offerto i suoi buoni uffici al Mozambico nel quadro del conflitto armato interno riaccesosi nel 2013. Su richiesta del presidente Nyusi e del leader dell’opposizione Afonso Dhlakama, la Svizzera ha assunto la presidenza del gruppo di contatto internazionale che ha accompagnato i colloqui tra le due parti in conflitto. Grazie al processo di pace promosso dalla Svizzera, nel dicembre del 2016 è stato raggiunto un armistizio temporaneo tra le parti tramutato poi nel maggio del 2017 in uno a tempo indeterminato, il primo dal 2013. All’armistizio segue ora l’accordo di pace.

Grazie all’impegno della Svizzera, l’8 luglio 2019 il segretario generale dell’ONU António Guterres ha inoltre nominato l’ambasciatore svizzero a Maputo, Mirko Manzoni, suo inviato personale per il Mozambico. «Questa nomina non solo sottolinea il ruolo attivo della Svizzera nel processo di pace in corso in Mozambico, ma celebra anche il coraggio del suo ambasciatore e il nostro impegno pluriennale in seno all’ONU», ha affermato il consigliere federale Cassis.

Nel suo viaggio in Mozambico il consigliere federale Cassis è accompagnato dal consigliere agli Stati del PLR Damian Müller e dal consigliere nazionale dell’UDC Thomas Aeschi.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera – Mozambico


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: info@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri