Il consigliere federale Alain Berset incontra tre ministri del Governo tedesco

Comunicato stampa, 13.03.2014

Il capo del Dipartimento federale dell’interno DFI ha incontrato oggi per la prima volta a Berlino tre membri del nuovo Governo tedesco: la ministra del lavoro e degli affari sociali Andrea Nahles, il ministro della salute Hermann Gröhe e la ministra della famiglia, della terza età, delle donne e della gioventù Manuela Schwesig, che prevede di venire in Svizzera per approfondire il dialogo.

Tema principale dell'incontro fra il consigliere federale Berset e la ministra Nahles sono stati gli effetti, sui sistemi di sicurezza sociale dei due Paesi, dell'aumento dell'aspettativa di vita e della diminuzione del tasso di natalità. Il capo del DFI ha presentato il progetto di riforma «Previdenza per la vecchiaia 2020», finalizzato a conservare il livello delle prestazioni previdenziali e a garantirne il finanziamento a lungo termine. I due ministri hanno inoltre discusso su come rendere più flessibile il passaggio alla pensione e mantenere più a lungo le persone sul mercato del lavoro. È stato pure concordato di approfondire il dialogo sulla previdenza per la vecchiaia.

Nell'incontro con il ministro della salute Gröhe, in occasione del quale si è fatto il punto della situazione sulle riforme in corso nel settore sanitario, il consigliere federale Berset ha illustrato il progetto «Sanità2020». I due ministri hanno analizzato, fra l'altro, alcune misure per accrescere la sicurezza dei pazienti e la trasparenza sulla qualità delle prestazioni mediche. Altri temi in discussione sono stati la formazione del personale sanitario, la garanzia di un'assistenza sanitaria capillare, le esperienze maturate nel finanziamento ospedaliero con i forfait per caso, l'assistenza sanitaria transfrontaliera e la protezione della salute. Il ministro Gröhe e il consigliere federale Berset hanno confermato l'intenzione di rafforzare la cooperazione.

Con Manuela Schwesig, il consigliere federale Berset ha affrontato la questione della conciliabilità tra vita familiare e vita professionale, che può essere migliorata in particolare grazie all'offerta di posti per la custodia extrafamiliare di bambini, e delle misure a sostegno della parità salariale fra donne e uomini. Il capo del DFI e la ministra tedesca della famiglia, della terza età, delle donne e della gioventù intendono approfondire questi temi durante un incontro di lavoro previsto in Svizzera.

Durante le visite di lavoro nella capitale tedesca è stata parimenti tematizzata la situazione venutasi a creare dopo il voto del 9 febbraio scorso: il consigliere federale Berset ha tenuto a sottolineare la grande importanza, per la Svizzera, delle relazioni con la Germania e l'UE. Ha inoltre spiegato che il Consiglio federale, in contatto con l'Unione europea e i suoi Stati membri, sta lavorando per concretizzare il risultato della votazione sull'iniziativa popolare «contro l'immigrazione di massa» e per trovare soluzioni nell'interesse di tutte le parti.

Ieri sera, il capo del DFI ha preso parte alla cerimonia d'apertura della Fiera del libro di Lipsia e al ricevimento organizzato dalla Svizzera, il Paese partner della manifestazione. A Berlino, Alain Berset ha avuto modo di incontrare altri esponenti del mondo culturale svizzero.


Indirizzo per domande:

Peter Lauener, portavoce del DFI, Tel. +41 79 650 12 34


Editore

Dipartimento federale dell