Gli Stati membri dell’ESA e dell’UE sottolineano l’importanza del settore spaziale

Comunicato stampa, 28.05.2019

La segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione, Martina Hirayama, ha partecipato oggi a Bruxelles allo «Space Council» che riunisce gli Stati membri dell’ESA e dell’UE. In questo ambito, è stata adottata una risoluzione comune «Space as an Enabler» che sottolinea l’importanza dello spazio come strumento socioeconomico di spicco, capace di ampliare le frontiere della conoscenza nonché di contribuire allo sviluppo e all’attuazione di diverse politiche settoriali.

Gli investimenti pubblici nella ricerca e nella tecnologia spaziale migliorano la vita quotidiana delle nostre società. La meteorologia, la sicurezza del traffico aereo, la gestione delle catastrofi o la caratterizzazione dei cambiamenti climatici sono solo alcuni dei vantaggi di cui beneficia la Svizzera. La risoluzione «Space as an Enabler» adottata dai ministri responsabili degli affari spaziali verte, tra l’altro, sulla raccomandazione di una governance spaziale efficace ed equilibrata, sull’importanza di stimolare la scienza e lo sviluppo delle tecnologie spaziali e sull’impatto positivo per la crescita economica e l’innovazione.

In tale occasione la segretaria di Stato Martina Hirayama ha ricordato che l’Europa spaziale è stata costruita con l’Agenzia spaziale europea (ESA), l’Unione europea e i rispettivi Stati membri, lavorando con il medesimo obiettivo a lungo termine. È grazie all’ unione efficiente delle rispettive capacità che l’Europa ottiene successi come Galileo ed EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay Service, Sistema geostazionario europeo di navigazione di sovrapposizione) per la navigazione satellitare o Copernico (Programma europeo per l’ambiente, ex GMES) per l’osservazione della Terra.

L’obiettivo principale dello Space Council, istituito nel 2004 dall’accordo quadro ESA-UE, è di consentire scambi e dibattiti aperti sulla cooperazione europea nel settore spaziale, puntando a una politica coerente e contribuendo a un’Europa spaziale forte e competitiva a livello globale. Lo Space Council 2019 si è svolto su invito della Spagna e della Romania, che presiedono rispettivamente il Consiglio ministeriale dell’ESA e il Consiglio dell’UE. La segretaria di Stato Martina Hirayama ha ribadito l’importanza di nutrire un dialogo aperto, costruttivo e regolare ad alto livello, garantendo la continuità dei successi spaziali europei e il ruolo chiave di un’organizzazione intergovernativa come l’ESA.

Tramite la sua adesione all’ESA fin dagli inizi e la sua partecipazione ai programmi dell’UE, la Svizzera è membro della famiglia spaziale europea, fornisce il suo contributo all’Europa spaziale e rimane competitiva a livello globale in questo settore.


Indirizzo per domande:

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione
Renato Krpoun
Capodivisione Affari spaziali
T +41 58 460 52 56


Editore

Dipartimento federale dell