News della DAE

I comunicati stampa relativi alla politica europea sono accessibili qui. L’amministrazione federale dispone di un sito Internet sul quale vengono pubblicati tutti i comunicati stampa dei rispettivi dipartimenti e Uffici.

Potete riceverli abbonandovi tramite il link sotto indicato.

Abbonamenti alle news

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (1016)

Oggetto 973 – 984 di 1016

Le commerce extérieur suisse avec la Croatie

27.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, 27.06.2013 - Le 1er juillet 2013, la Croatie deviendra le 28ème Etat membre de l’Union européenne. Ce pays ne fait pas partie des principaux partenaires économiques de la Suisse, pointant au 63ème rang de nos fournisseurs et au 71ème rang de nos clients. Néanmoins, les importations en provenance du nouveau-né européen ont doublé sur 10 ans.

L'intero comunicato stampa è disponibile in formato pdf (solo tedesco e francese)

Allegati:

Le commerce extérieur suisse avec la Croatie (pdf, 292kb)

Indirizzo cui rivolgere domande: http://www.ezv.admin.ch/index.html?lang=it

Frédéric Demagistri,
section statistique
+41 31 322 34 94
frederic.demagistri@ezv.admin.ch

Pubblicato da

Amministrazione federale delle dogane Internet:


Il Consiglio federale prosegue una strategia di medio termine per il consolidamento della via bilaterale

26.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, Il Consiglio federale intende consolidare la via bilaterale nelle relazioni tra la Svizzera e l'UE. A tal fine è necessario rinnovare la struttura istituzionale delle relazioni tra la Svizzera e l'UE nel settore dell'accesso al mercato. Il Consiglio federale ha pertanto deciso di proseguire una strategia di medio termine e ha incaricato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) di elaborare prima della ripresa dell’attività da parte del Consiglio federale un progetto per un mandato di negoziazione.


Svizzera-UE: tredicesimo incontro del Comitato misto per l’Accordo sulla libera circolazione delle persone

19.06.2013 — Comunicato stampa DEA
In data odierna le delegazioni della Svizzera e dell’Unione europea si sono riunite a Bruxelles per il tredicesimo incontro del Comitato misto per l’Accordo sulla libera circolazione delle persone Svizzera-UE (ALC). All’ordine del giorno le esperienze perlopiù positive maturate con l’attuazione dell’ALC, ma anche disaccordi tra le parti e la decisione del Consiglio federale dello scorso aprile di mantenere la clausola di salvaguardia nei riguardi dei cittadini UE-8 e di attivarla nei riguardi dei cittadini UE-17. Sono state tematizzate anche le iniziative popolari pendenti connesse all’ALC, i negoziati in atto in vista dell’estensione dell’ALC alla Croazia e la migrazione indotta dalla povertà.


La consigliera federale Widmer-Schlumpf riceve a Berna il commissario europeo Šemeta

17.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, In data odierna la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf e il commissario europeo Algirdas Šemeta hanno discusso a Berna su questioni fiscali aperte. Nell’ambito dell’imposizione delle imprese la Svizzera ha confermato la sua disponibilità ad adeguare determinati regimi fiscali qualora l’UE rinunciasse a contromisure verso la Svizzera. Per quanto concerne la questione dello scambio automatico di informazioni la ministra delle finanze Widmer-Schlumpf ha sottolineato l’importanza di uno standard globale.


Il Consiglio federale valuta l’introduzione di norme di trasparenza per il commercio all’ingrosso di energia

14.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna,  Il Consiglio federale ha deciso di far esaminare l’opportunità e le modalità di un eventuale recepimento nella legislazione svizzera delle norme UE che disciplinano la trasparenza e l’integrità nel mercato all’ingrosso dell’energia. Il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) dovrà stabilire, entro fine febbraio 2014, se sussiste questa esigenza e presentare al Consiglio federale i risultati della sua valutazione in forma di progetto di legge o in un rapporto d’esame.


Comitato misto sui trasporti terrestri: la Svizzera presenta le sue disposizioni di ordinanza sull'interoperabilità e la sicurezza ferroviaria

14.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, Il Comitato misto Svizzera-Unione europea sui trasporti terrestri si è riunito venerdì a Bruxelles per fare il punto su alcuni temi di attualità nei settori ferroviario e stradale. La delegazione svizzera ha informato l'Unione europea sulle disposizioni di ordinanza relative all'interoperabilità e la sicurezza ferroviaria che entreranno in vigore in Svizzera il 1° luglio.


La congiuntura interna sostiene l’economia svizzera nel mezzo della recessione europea

11.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, 11.06.2013 - Previsioni congiunturali del gruppo di esperti della Confederazione per l’estate 2013*. Anche nella primavera 2013, nonostante il perdurare della recessione nella zona euro, l’economia svizzera ha retto relativamente bene. Sussiste tuttavia un divario tra la robusta congiuntura interna e il rallentamento delle esportazioni. Questo modello congiunturale potrebbe protrarsi anche per il resto dell’anno, con una dinamica di crescita complessivamente moderata e una disoccupazione in leggero aumento. Il gruppo di esperti conferma in gran parte la valutazione formulata nelle ultime previsioni (di marzo) e per il 2013 si attende una crescita del PIL dell’1,4%. Per il 2014 si prevede una ripresa più solida della congiuntura che riguarderà anche i settori delle esportazioni e il mercato del lavoro (previsioni PIL +2,1%). Affinché questo avvenga, è indispensabile che l’economia mondiale riprenda slancio e che la zona euro, in particolare, esca dalla recessione, il che è tuttora fonte di grande incertezza.


Statistica degli stranieri a fine aprile 2013

11.06.2013 — Comunicato stampa DEA

L’informazione è stata corretta o completata dopo la sua pubblicazione. (13.06.2013)

Berna, A fine aprile 2013, l’effettivo della popolazione residente permanente straniera in Svizzera era di 1 846 549 persone, ossia 57 175 in più (+3,2%) rispetto all’anno scorso. Di esse, la maggior parte (1 213 823, 65,7%) provenivano da Stati dell’UE-27/AELS. Nel 2013 la loro proporzione ha segnato un aumento leggermente superiore a quello registrato l’anno scorso (2013: +4,5%; 2012: +4,3 %). Dal 1° maggio 2012 al 30 aprile 2013, 67 541 stranieri hanno lasciato la Svizzera (contro 65 900 tra il 1° maggio 2011 e il 30 aprile 2012).



Rapporto sulle ripercussioni dello sviluppo di Schengen

07.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, 07.06.2013 - Gli atti normativi dell’UE recepiti dalla Svizzera in seguito allo sviluppo dell’acquis di Schengen erano perlopiù di natura tecnica. Gli sviluppi contribuiscono a tutelare la sicurezza interna, senza mettere in discussione la democrazia diretta e il federalismo. Questo è quanto ha rilevato il Consiglio federale nel rapporto adottato venerdì in adempimento di un postulato.


Incontro del comitato misto Svizzera-UE per la ricerca ed Euratom

06.06.2013 — Comunicato stampa DEA
L’incontro di quest’anno del comitato misto Svizzera-UE per la ricerca ed Euratom svoltosi oggi a Bruxelles ha fornito l’occasione per uno scambio sull’attuazione degli accordi vigenti e per un contatto informale in vista del nuovo programma quadro dell’UE per la ricerca e l’innovazione «Orizzonte 2020» e del prossimo programma Euratom. L’avvio di entrambi i programmi è previsto per il 1° gennaio 2014. La questione della partecipazione della Svizzera è attualmente in discussione alle Camere federali.


Operazione nazionale di polizia contro una rete internazionale di passatori

05.06.2013 — Comunicato stampa DEA

Berna, 05.06.2013 - Martedì le autorità di polizia di nove Cantoni hanno eseguito un’operazione coordinata dall’Ufficio federale di polizia (fedpol) contro una rete criminale di passatori. Tale rete è sospettata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, del soggiorno e dell’attività lucrativa di cittadini cinesi mediante documenti d’identità falsi. Durante l’operazione di polizia sono stati complessivamente fermati e controllati 349 sospettati e sono state eseguite perquisizioni domiciliari. La polizia ha inoltre posto in stato di arresto provvisorio 57 persone e messo al sicuro diversi documenti falsi.

Oggetto 973 – 984 di 1016

Comunicato stampa (976)

Notizia (40)