News della DAE

I comunicati stampa relativi alla politica europea sono accessibili qui. L’amministrazione federale dispone di un sito Internet sul quale vengono pubblicati tutti i comunicati stampa dei rispettivi dipartimenti e Uffici.

Potete riceverli abbonandovi tramite il link sotto indicato.

Abbonamenti alle news

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (1093)

Oggetto 817 – 828 di 1093

Contributo all'allargamento per la Bulgaria e la Romania: il periodo d'impegno per progetti si è concluso

08.12.2014 — Comunicato stampa DEA
Il 7 dicembre si è concluso il periodo d’impegno del contributo all'allargamento per la Bulgaria e la Romania, che hanno aderito all'UE nel 2007. Complessivamente sono stati approvati 13 fondi tematici e 28 progetti per un importo totale di 257 milioni di franchi. L'impegno svizzero è volto a diminuire le disparità economiche e sociali all'interno dell'UE allargata.


Il Consiglio federale prende atto del rapporto finale del gruppo di esperti «Ulteriore sviluppo della strategia in materia di mercati finanziari»

05.12.2014 — Comunicato stampa DEA
In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha preso atto del rapporto finale del gruppo di esperti per l’ulteriore sviluppo della strategia in materia di mercati finanziari. Ora analizzerà il rapporto e trarrà le sue conclusioni. Un consiglio consultivo composto di rappresentanti della scienza, dell’economia e delle autorità dovrebbe in futuro valutare le sfide fondamentali e le prospettive della piazza finanziaria e presentare, se del caso, al Consiglio federale raccomandazioni.


Riunione del Consiglio ministeriale dell’Agenzia spaziale europea ESA

02.12.2014 — Comunicato stampa DEA
Il Consiglio dei ministri degli affari spaziali che si è concluso oggi a Lussemburgo ha preso alcune decisioni importanti, in particolare sullo sviluppo del prossimo vettore spaziale europeo, sulla strategia europea di esplorazione spaziale e sull’evoluzione dell’ESA, lanciandola in orbita per nuovi successi. La Svizzera assume la copresidenza del Consiglio ministeriale dell’ESA fino al 2016 e la prossima riunione si svolgerà nel nostro Paese. La riunione è stata co-presieduta dal segretario di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione Mauro Dell’Ambrogio.


Un anno di procedura di dichiarazione per prestatori di servizi provenienti da Paesi dell'UE/AELS

01.12.2014 — Comunicato stampa DEA

Fehraltorf - Dal 1° settembre 2013 l'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI è responsabile di verificare le qualifiche professionali dei prestatori di servizi provenienti da Paesi dell'UE/AELS, che intendono esercitare in Svizzera una professione regolamentata nel ramo delle installazioni elettriche (elettricista, controllore elettricista, installatore elettricista) durante 90 giorni lavorativi al massimo per anno civile.


Votazione Ecopop

30.11.2014 — Articolo DEA

Il popolo svizzero e tutti i cantoni hanno respinto, il 30 novembre 2014, l'iniziativa popolare «Stop alla sovrappopolazione – sì alla conservazione delle basi naturali della vita» (Ecopop) con 74,1% contrari e 25,9% a favore.


Il Consiglio federale riduce i contingenti per i lavoratori provenienti da Paesi terzi

28.11.2014 — Comunicato stampa DEA
In data odierna il Consiglio federale ha adottato una revisione parziale dell’ordinanza sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA), che entrerà in vigore il 1° gennaio 2015. La revisione parziale fissa e riduce i contingenti per il 2015 per i lavoratori qualificati provenienti da Paesi al di fuori dell’UE/AELS e per i fornitori di servizi dell’UE/AELS.


Entra in vigore l'accordo sulla concorrenza con l'UE

28.11.2014 — Comunicato stampa DEA
Il 1° dicembre 2014 entra in vigore l'accordo tra la Svizzera e l'UE sulla cooperazione in merito all'applicazione dei rispettivi diritti della concorrenza. Il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann e il commissario per la concorrenza Joaquín Almunia l'avevano firmato a Bruxelles nel maggio 2013. Grazie a questo accordo si consolida la collaborazione tra le autorità della Svizzera e dell'UE in materia di concorrenza.


Italia e Svizzera concordano il modo di procedere per i rinvii Dublino

27.11.2014 — Comunicato stampa DEA
Da subito i rinvii di famiglie verso l’Italia sono nuovamente possibili: l’Italia ha assicurato alla Svizzera le garanzie richieste dalla Corte europea dei diritti dell’uomo (Corte EDU) per l’alloggiamento appropriato dei richiedenti l’asilo minorenni in seno alla famiglia. È il risultato di una visita di lavoro di Mario Gattiker, direttore dell’Ufficio federale della migrazione (UFM), a Mario Morcone, capo del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno italiano. Gattiker e Morcone hanno inoltre discusso altre questioni legate all’accordo di Dublino.



Il Consiglio federale presenta i suoi obiettivi per il 2015

26.11.2014 — Comunicato stampa DEA

Berna, Il Consiglio federale ha adottato i suoi obiettivi per il 2015. Mercoledì 26 novembre 2014 il presidente della Confederazione Didier Burkhalter ha presentato al Consiglio degli Stati le priorità del Collegio governativo per il quarto anno della legislatura 2011–2015.


La Svizzera intraprende un ulteriore passo verso l’introduzione dello scambio automatico di informazioni

19.11.2014 — Comunicato stampa DEA
In data odierna il Consiglio federale ha approvato una dichiarazione relativa alla partecipazione della Svizzera all’accordo multilaterale concernente lo scambio automatico di informazioni in ambito fiscale. Questo accordo internazionale, elaborato nel quadro dell’OCSE, costituisce una delle basi per la futura introduzione dello scambio automatico di informazioni transfrontaliero. Con quali Stati la Svizzera introdurrà questo scambio di dati non dipenderà dalla firma della convenzione multilaterale; esso sarà sottoposto separatamente in prosieguo di tempo al Parlamento.


Conclusa con successo la seconda valutazione Schengen

18.11.2014 — Comunicato stampa DEA

Berna - Come risulta dalla seconda valutazione Schengen, conclusa martedì a livello ministeriale dal Consiglio dell’UE, in linea di massima la Svizzera applica correttamente il diritto Schengen. Sono stati sottoposti a verifica in particolare la protezione dei dati, i controlli alle frontiere esterne (aeroporti), il sistema d’informazione Schengen (SIS), la cooperazione in materia di polizia e i visti. La prossima valutazione della Svizzera è prevista nel 2018.

Oggetto 817 – 828 di 1093

Comunicato stampa (1025)

Notizia (68)