News della DAE

I comunicati stampa relativi alla politica europea sono accessibili qui. L’amministrazione federale dispone di un sito Internet sul quale vengono pubblicati tutti i comunicati stampa dei rispettivi dipartimenti e Uffici.

Potete riceverli abbonandovi tramite il link sotto indicato.

Abbonamenti alle news

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (1116)

Oggetto 781 – 792 di 1116


La presidente della Confederazione Sommaruga in visita di lavoro a Vienna

06.05.2015 — Comunicato stampa DEA

Berna, Mercoledì la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha incontrato a Vienna il presidente federale austriaco Heinz Fischer e il capo del Governo austriaco, il cancelliere federale Werner Faymann. I colloqui vertevano sulle relazioni bilaterali e la posizione della Svizzera in Europa. Sono inoltre state discusse le attuali sfide europee, e in particolare la tematica dei profughi e dell’asilo, le questioni di sicurezza legate ai jihadisti di rientro in patria e l’attuale situazione in Ucraina. In programma anche la visita di un’esposizione sul Congresso di Vienna.


Visita ufficiale a Berna del ministro degli affari esteri irlandese Charles Flanagan

06.05.2015 — Comunicato stampa DEA

Berna, Mercoledì 6 maggio 2015 il capo del DFAE, consigliere federale Didier Burkhalter, ha ricevuto il ministro degli affari esteri irlandese Charles Flanagan in visita ufficiale a Berna. I colloqui hanno riguardato le relazioni bilaterali, l’UE e la politica europea della Svizzera, oltre alla cooperazione in seno agli organismi internazionali, in particolare l’ONU, e alla situazione nel Vicino e Medio Oriente.


Attuazione delle misure collaterali alla libera circolazione delle persone Svizzera – UE nell’anno 2014

05.05.2015 — Comunicato stampa DEA
L’attività degli organi di controllo si è stabilizzata nel 2014. Le commissioni tripartite e paritetiche hanno controllato le condizioni salariali e lavorative di più di 40’000 imprese e 159’000 persone. I miglioramenti legislativi e la professionalizzazione degli organi di controllo hanno consentito di contrastare il fenomeno del dumping salariale in maniera più mirata ed efficace.


Valori record malgrado il contesto difficile

04.05.2015 — Comunicato stampa DEA
Nonostante si trovi ad operare in un contesto difficile dovuto all’approvazione dell’iniziativa contro l’immigrazione di massa, il Settore dei PF ha potuto adempiere con successo anche nel 2014 al mandato assegnatogli dal Consiglio federale e dal Parlamento. L’attrattività dell’ETH di Zurigo e dell’EPFL è indiscutibile: nel 2014 si è avuto un nuovo record di iscrizioni, con un totale di più di 28 500 studenti e dottorandi. Risultati eccellenti sono stati raggiunti dal Settore dei PF – con i due politecnici federali e i quattro istituti di ricerca PSI, WSL, Empa ed Eawag – anche nell’ambito del trasferimento di sapere e tecnologia. Per poter continuare in futuro ad assolvere il suo mandato per il polo intellettuale e industriale svizzero, il Settore dei PF necessita però di condizioni quadro ottimali, come la sicurezza della pianificazione, un affidabile finanziamento di base e l’apertura a livello internazionale.


20a riunione del Comitato misto Svizzera-UE/Euratom

30.04.2015 — Comunicato stampa DEA
Il 29 aprile 2015 si è tenuta a Ginevra la 20a riunione del Comitato misto Svizzera-UE/Euratom. Si tratta del primo incontro dopo la firma dell’accordo sull’associazione parziale della Svizzera al pacchetto Orizzonte 2020.


Il Consiglio federale rinuncia a un controprogetto diretto all’iniziativa popolare «Per la sicurezza alimentare»

29.04.2015 — Comunicato stampa DEA

Berna - Oggi il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della procedura di consultazione concernente il controprogetto diretto all’iniziativa popolare «Per la sicurezza alimentare» e stabilito gli orientamenti futuri. A livello generale il tema è considerato molto importante. Tuttavia, né l’iniziativa né un controprogetto diretto godono del sostegno della maggioranza dei partecipanti alla consultazione. Visti i risultati, il Consiglio federale – che in ottobre 2014 aveva già raccomandato di respingere l’iniziativa popolare «Per la sicurezza alimentare», ritenendola incentrata in modo unilaterale e incompleto sulla produzione nazionale – ha deciso di rinunciare a un controprogetto diretto.


Il Consiglio federale approva un rapporto sulla migrazione pendolare

29.04.2015 — Comunicato stampa DEA

Berna - Il 29 aprile 2015 il Consiglio federale ha approvato un rapporto sul tema della «migrazione pendolare nella cura degli anziani» che illustra numerose soluzioni per migliorare le condizioni di lavoro delle migranti. Il DEFR è incaricato di presentare entro la metà del 2016 una stima dei costi della regolamentazione. Inoltre, in collaborazione con il DFI e il DFGP, i Cantoni, le parti sociali e le organizzazioni che rappresentano i diretti interessati discuteranno possibili soluzioni e sottoporranno proposte concrete al Consiglio federale entro la fine del 2016.


Libera circolazione: il Consiglio federale si esprime sulle raccomandazioni del Parlamento

24.04.2015 — Comunicato stampa DEA

Berna, 24.04.2015 - Il Consiglio federale si è espresso in merito alle quattro raccomandazioni formulate dalla Commissione della gestione del Consiglio nazionale (CdG-N), la quale raccomanda al Consiglio federale di sfruttare meglio i dati disponibili sui migranti, al fine di ottenere analisi statistiche più approfondite e di permettere un controllo più accurato del diritto di soggiorno fondato sulla libera circolazione delle persone. Il Consiglio federale fa notare che la loro attuazione cagionerebbe considerevoli oneri finanziari e amministrativi alla Confederazione e ai Cantoni. In linea di massima il Governo giudica comunque possibile collegare tra loro i dati esistenti al fine di ottimizzare le analisi.


Statistica degli stranieri 2014

23.04.2015 — Comunicato stampa DEA

Berna-Wabern, Nel 2014 l’immigrazione in Svizzera ha segnato un calo del 2,7 per cento rispetto al 2013. A fine dicembre 2014 l’effettivo della popolazione residente permanente straniera era di 1 947 023 persone, il 3,2 per cento in più rispetto all’anno precedente. La maggioranza di queste persone (ca. il 68 %) proveniva da Stati dell’UE-28/AELS.



Oggetto 781 – 792 di 1116

Comunicato stampa (1048)

Notizia (68)