Apprendistati di qualità per le popolazioni svantaggiate

Progetto concluso
Gli apprendistati organizzati nel Sud-Est del Myanmar coprono numerosi ambiti: agricoltura, tessile, edilizia e professioni tecniche legate al settore automobilistico e dell’elettricità. © DDC ©

In Myanmar la DSC è impegnata a sviluppare una formazione professionale di qualità e adatta alle richieste del mercato del lavoro. In questo contesto alcuni professionisti del settore alberghiero svizzero danno il proprio contributo. Nella capitale e nel Sud-Est del Paese vengono finanziati posti di apprendistato destinati alle popolazioni svantaggiate.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Myanmar
Vocational training
Formazione professionale
01.12.2013 - 30.04.2018
CHF 18'900'000

Quattro milioni di franchi all’anno per 12 anni. È questa la cifra che la DSC intende investire nel settore della formazione professionale e tecnica in Myanmar con due progetti principali: un sostegno alla formazione professionale (VSDP) e un contributo finanziario per il Centro di formazione professionale di Yangon.

Nella fase iniziale, cioè da febbraio 2014 a gennaio 2018, il budget annuale del progetto VSDP è di tre milioni di franchi. L’importo è destinato alla realizzazione dei tre obiettivi seguenti:

  • ampliamento dell’offerta formativa nel settore alberghiero e miglioramento della qualità delle prestazioni del personale
  • sviluppo di una formazione professionale mobile adatta alla domanda del mercato nelle zone rurali e a quella delle popolazioni svantaggiate
  • miglioramento degli standard di controllo e di accreditamento delle formazioni professionali attuali e future

Il progetto prevede inoltre il rafforzamento del dialogo politico. In questo contesto, varie esperienze sul campo contribuiranno all’elaborazione di politiche e di leggi in materia di formazione professionale e tecnica in Myanmar.

Partenariato con il settore alberghiero svizzero

Quello alberghiero è promettente e creasce rapidamente ., ma, manca ancora il know-how necessario. La DSC ha quindi coinvolto nel progetto vari professionisti dell’industria alberghiera svizzera per sviluppare una formazione professionale di qualità. Questo modo di procedere favorisce l’attuazione di un modello di affari sostenibile a livello economico, sociale e ambientale. La Swiss Hotel Management Academy di Lucerna (SHL) raccoglie la sfida. Forte di un’esperienza di oltre un secolo, la scuola alberghiera è molto rinomata sia in Svizzera che all’estero.

Il partenariato tra il progetto e alcuni hotel di Yangon e di Naypyidaw si basa su un modello innovativo. Gli alberghi che aderiscono formano personale al di là del proprio fabbisogno immediato, alimentando così un mercato del lavoro qualificato in cui la domanda è costante.

Accento sulle popolazioni svantaggiate

Oltre che sul settore alberghiero, il progetto di formazione professionale VSDP è incentrato sui gruppi di popolazione svantaggiati del Sud-Est del Myanmar, ovvero sui giovani disoccupati delle periferie e delle regioni rurali, sulle donne, sui migranti, sui profughi interni e sui rifugiati.

A tal fine la DSC opera in stretta collaborazione con l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), che la aiuta a entrare in contatto con una popolazione talvolta difficilmente accessibile e organizza apprendistati itineranti che coprono numerosi ambiti: agricoltura, tessile, edilizia e professioni tecniche legate al settore automobilistico e dell’elettricità.

Sostegno al Centro di formazione di Yangon

Grazie al partenariato tra la DSC e il Centro di formazione professionale di Yangon (CVT) gli apprendistati sono diventati operativi in tempi molto brevi. Attivo da oltre 12 anni in Myanmar, il Centro forma più di 500 giovani all’anno nel settore alberghiero nonché negli ambiti dell’amministrazione, dell’elettricità, della carpenteria e della saldatura e gode di un’ottima reputazione sia presso il Governo sia nel settore privato. Gli apprendistati hanno una durata di tre anni e sono strutturati sul modello svizzero.

Dal 2014 la DSC contribuisce allo sviluppo del Centro di Yangon con un finanziamento di cinque milioni di franchi ripartiti su cinque anni. Questa cifra è destinata alla costruzione di un nuovo edificio nella capitale che permetterà di raddoppiare il numero degli studenti.

Boom economico

Secondo le previsioni, il Myanmar vivrà una forte crescita economica nei prossimi 20 anni. Il boom riguarderà svariati settori, tra cui l’industria manifatturiera, l’agricoltura, le infrastrutture, l’energia, le attività estrattive, il settore finanziario, le telecomunicazioni, il settore alberghiero e il turismo.

L’ampia fascia di popolazione attiva nel Myanmar è una ricchezza e un fattore di sviluppo del Paese. Tuttavia, la qualità della formazione professionale non corrisponde attualmente né al fabbisogno né agli standard di mercato. Il tasso di produttività del Paese stenta quindi a decollare.