Sviluppo delle capacità: un processo verso il cambiamento

Attraverso lo sviluppo delle capacità (capacity development), la DSC aiuta la popolazione e le istituzioni dei Paesi partner a migliorare autonomamente le proprie condizioni di vita. La Svizzera considera lo sviluppo delle capacità uno strumento fondamentale per ridurre la povertà nell’ambito della cooperazione internazionale allo sviluppo.

Nella linea di mira della DSC

L’approccio adottato dalla DSC riguardo allo sviluppo delle capacità si basa su principi quali l'appropriazione, la flessibilità, l’orientamento al processo e la sussidiarietà. Sul piano operativo il sostegno è fornito tenendo conto delle specificità dei Paesi e rispondendo alle priorità di sviluppo definite dai Paesi partner. Il sostegno poggia per quanto possibile sulle capacità locali.

Lo sviluppo di istituzioni valide, fattore centrale per una sana gestione delle risorse pubbliche e l’efficienza dei servizi, è una questione trasversale per la cooperazione svizzera allo sviluppo.

I partner sono gli attori del cambiamento. La cooperazione svizzera vanta un’esperienza di lunga data nell’ambito delle attività di partenariato. I partenariati rappresentano uno strumento flessibile e dinamico, che può essere impostato insieme agli operatori locali, governativi o non governativi, consentendo loro di promuovere, sostenere e seguire autonomamente il processo di cambiamento.

La reciproca fiducia tra i partner è un fattore di cruciale importanza per lo sviluppo delle capacità, il quale dipende soprattutto dal modo in cui la cooperazione allo sviluppo è concepita e praticata. Nell’ottica della politica svizzera di cooperazione allo sviluppo, lo sviluppo delle capacità è inteso al tempo stesso come mezzo e come fine.

Lo sviluppo delle capacità acquista importanza negli anni 1990, in seguito alle strategie di aiuto allo sviluppo insufficiente praticate negli anni precedenti. Il semplice trasferimento specialistico di conoscenze e di modelli di sviluppo dal Nord al Sud si era rivelato insufficiente per far fronte alla maggior parte delle sfide dello sviluppo. Ne seguì un cambiamento paradigmatico: da un approccio fondato sulle competenze tecniche si passò a un approccio incentrato sulle risorse umane e sulle competenze organizzative, gestito e capitanato direttamente dai Paesi partner.

Che cosa significa sviluppo delle capacità e che cosa si intende per capacità?

Lo sviluppo delle capacità è un processo che punta a migliorare il livello di efficienza individuale e organizzativa, delle reti e in generale dei sistemi allo scopo di migliorare la gestione e il potenziale delle risorse.

Per capacità si intendono sia le competenze tecniche (conoscenze tecnico-specialistiche specifiche e know-how, ad es. in campo finanziario o infrastrutturale), sia le competenze umane o sociali (comunicazione, dirigenza ecc.) che consentono agli individui, alle organizzazioni, alle reti e in generale ai sistemi sociali di svolgere la loro funzione e di realizzare i propri obiettivi di sviluppo.

Importanza dello sviluppo delle capacità nell’ambito della cooperazione internazionale

L’importanza dello sviluppo delle capacità venne riconosciuta in modo generalizzato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) nella Dichiarazione di Parigi del 2005 e successivamente nella Dichiarazione di Accra (Accra Agenda for Action, AAA) del 2008. Lo sviluppo delle capacità e delle competenze rappresenta oggi una sfida verso la realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) e una preoccupazione onnipresente nel coordinamento e nelle alleanze tra donatori.

Sviluppo delle capacità secondo la visione della DSC

Per descrivere l’interdipendenza tra le quattro dimensioni dello sviluppo delle capacità, la DSC si avvale di una metafora: rappresenta lo sviluppo delle capacità come una farfalla. Le quattro ali corrispondono ai quattro livelli: individuo, rete, organizzazione e sistema. La farfalla si orienta in funzione di potenziali e opportunità e può volare soltanto muovendo contemporaneamente e in modo coordinato tutte le sue ali. Lo sviluppo delle capacità conduce alla responsabilizzazione, rappresentata dal corpo della farfalla.

Alcune sfide fondamentali

Capacità di chi? E a quale scopo?

Lo sviluppo delle capacità fa riferimento al cambiamento e alla trasformazione - a livello di individuo, di organizzazione e all’interno della società. Fa riferimento anche a un sistema di valori: occorre sviluppare le capacità di chi? e a quale scopo? Lo sviluppo delle capacità significa in primo luogo responsabilizzare popolazione e istituzioni dei Paesi partner, che sono chiamati a guidare il processo di cambiamento definendo obiettivi di sviluppo propri all’interno dei loro propri sistemi politici e di governo. L'appropriazione è una premessa indispensabile per lo sviluppo delle capacità.

Definizione di ruoli e responsabilità delle parti

Le organizzazioni di donatori sono attori esterni, la cui funzione è di aiutare i loro partner a svolgere il proprio compito. Per fornire questo aiuto i donatori devono conoscere e capire il contesto nonché disporre della necessaria flessibilità per adattare il proprio approccio ai bisogni dei partner.

E i risultati? Come si misura lo sviluppo delle capacità?

Lo sviluppo delle capacità è un’impresa di lungo respiro, che segue sovente traiettorie imprevedibili. Sul breve periodo è difficile registrare risultati tangibili. A lungo termine il cambiamento può tuttavia essere documentato con l’ausilio di indicatori di processo a breve termine e segnali di progresso.

Documenti

SDC Capacity Development concept, Working Paper, April 2006
Working Paper (PDF, Numero pagine 11, 140.7 kB, Inglese)

Peer Review of the Development Cooperation Policies and Programmes of Switzerland
Development Co-operation Directorate/Development Assistance Committee, Berne, 2009
(PDF, 1.2 MB, Inglese)

Inventory of Donor Approaches to Capacity Development, what we are learning
including Switzerland fact sheet on Capacity Development - OECD/DAC, Capacity Development team, updated October 2010
(PDF, 1.0 MB, Inglese)

“Getting from skills to better performance – what do we know?”
Nils Boesen, 11.06.210
(PDF, Numero pagine 4, 245.8 kB, Inglese)

“Training and Beyond: Seeking Better Practices for Capacity Development”
Jenny Pearson, LenCD/OECD Development Cooperation, Working Papers, No. 1, April 4, 2011
(PDF, Numero pagine 56, 899.1 kB, Inglese)

Tools, Techniques – Learning Activities
LenCD, 2010
(PDF, 256.2 kB, Inglese)