Una rete svizzera come punto di riferimento

Articolo, 03.10.2013

Durante l'undicesima conferenza delle parti contraenti della Convenzione delle Nazioni Unite sulla lotta contro la desertificazione che si è svolta tra il 13 e il 27 di settembre 2013, la Svizzera ha conseguito un importante successo: gli Stati riuniti hanno riconosciuto in Namibia la rete per la documentazione di tecnologie e approcci nel campo della gestione sostenibile del territorio WOCAT (World Overview on Conservation Approaches and Technologies) come riferimento nel campo della documentazione e delle banche dati. WOCAT è una rete globale ampiamente sostenuta dalla DSC e la sua segreteria ha sede presso l'Università di Berna.

Circa un quarto della superficie terrestre e più di un miliardo di persone sono minacciati dalla desertificazione e dal degrado delle terre. LaConvenzione delle Nazioni Unite sulla lotta contro la desertificazione UNCCD (United Nations Convention to Combat Desertification) è una delle tre convenzioni messe a punto nel 1992 in occasione del vertice mondiale di Rio de Janeiro.

Per quanto concerne l'inclusione della tematica nei nuovi obiettivi di sviluppo e sostenibilità (agenda post-2015), le posizioni sostenute sono divergenti. Molte parti contraenti africane desiderano formulare un obiettivo per un mondo senza degrado delle terre (For a Land-Degradation Neutral World), mentre altri Stati temono che un tale obiettivo potrebbe rappresentare una forzatura del quadro geografico ed ecologico della Convenzione e che, ad esempio, anche il disboscamento potrebbe improvvisamente diventare un punto centrale delle discussioni sul degrado e sulla rigenerazione delle terre.

Successo per la Svizzera

Il riconoscimento della rete WOCAT (World Overview on Conservation Approaches and Technologies) rappresenta un importante successo per la Svizzera. WOCAT è una rete globale per la documentazione di tecnologie e approcci nel campo della gestione sostenibile del territorio, lacui segreteria è attualmente ospitata dal Centre for Development and Environment (CDE) dell'Università di Berna. Da molti anni la rete beneficia del sostegno finanziario della DSC. L'UNCCD dispone così di un efficace strumento per lo scambio d'informazioni sulla gestione sostenibile del territorio.Il riconoscimento di WOCAT come piattaforma di riferimento consente il suo ulteriore sviluppo e la costituzione di nuovi partenariati. L'impegno pluriennale della DSC e dell'Università di Berna hanno così raggiunto un importante traguardo.

La delegazione svizzera era guidata dall'ambasciatore Michel Mordasini, vicedirettore della DSC e comprendeva anche rappresentanti della Direzione politica e dell'Ufficio federale dell'ambiente nonché dell'Università di Berna (CDE). L'ambasciatore svizzero per la Namibia, Christian Meuwly, è inoltre giunto da Pretoria per sostenere la delegazione nei contatti ad alto livello.

Nel corso della conferenza, il segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon ha conferito la carica di capo dell'UNCCDalla francese Monique Barbut,migliore candidata al ruoloinqualità di ex direttrice del Fondo mondiale per l'ambiente FMA.

La prossima conferenza delle parti contraenti è prevista per la prima metà del 2015 in Turchia.

Informazioni sulla desertificazione

Videosul rafforzamento della resilienza delle popolazioni allasiccità e alle catastrofiattraverso la gestione sostenibile delle terre (in FR)

Rete globale per la documentazione di tecnologie e approcci nel campo della gestione sostenibile del territorio WOCAT