Visita di lavoro ufficiale del ministro degli affari esteri della Reppublica del Niger in Svizzera

Berna, Comunicato stampa, 01.10.2013

Il 1o ottobre 2013, il segretario di Stato Yves Rossier ha ricevuto Mohamed Bazoum, ministro di Stato e ministro degli affari esteri, della cooperazione, dell’integrazione africana e dei nigerini all’estero della Repubblica del Niger, per intrattenere colloqui ufficiali. Questa visita ha permesso di consolidare l’impegno di lunga data della Svizzera con il Niger in materia di cooperazione allo sviluppo e di politica della pace, nonché di passare in rassegna la situazione politica e di sicurezza nella regione.

Il Niger e la Svizzera intrattengono ottime relazioni bilaterali fondate su un partenariato di oltre 35 anni in materia di cooperazione e, più recentemente, nel campo della promozione della pace e della stabilità sub regionale.

L’impegno della Svizzera in Niger si focalizza sullo sviluppo rurale, l’istruzione e la formazione professionale, così come sulla governance locale. L’importo stanziato nel 2013 ammonta a 15 milioni di franchi. La delegazione svizzera ha rassicurato il ministro di Stato del Niger sull’aiuto che darà per contribuire a risolvere situazioni di emergenza al fine di sostenere gli sforzi di sviluppo del Niger nel lungo periodo.

Il Niger è esposto a crisi alimentari ricorrenti. Per sostenere le iniziative del Paese africano volte a rispondere efficacemente e durevolmente a queste emergenze, la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) appoggia il Dispositivo nazionale di prevenzione e gestione delle crisi cereali. L’aiuto della Svizzera si rende concreto con un finanziamento volto a potenziare le capacità del personale e degli strumenti di gestione, nell’attuazione di un sistema di allarme preventivo e con l’ampliamento delle scorte alimentari. La DSC promuove inoltre le attività che consentono di aumentare la produttività nel settore agropastorale, al fine di rendere le popolazioni resistenti alle crisi alimentari. Dall’inizio del 2012, la Svizzera ha messo a disposizione circa otto milioni di franchi per rispondere alla crisi alimentare in Niger, che è una delle principali fonti di preoccupazione del Governo del Paese.

La Svizzera si impegna dal 2010 per la riconciliazione e il consolidamento della pace in Niger. Fino al 2011, ha sostenuto il lavoro della Commissione nazionale per il controllo e la raccolta delle armi illecite. Oggi continua a sostenere l’Alta Autorità per il consolidamento della pace (Haute Autorité pour la Consolidation de la Paix, HACP) nell’organizzazione di forum e nell’elaborazione di un quadro strategico che permetta a questa autorità di adempiere efficacemente al proprio mandato per una pace stabile in Niger.

Sul fronte regionale, la Svizzera ha plaudito agli importanti contributi forniti dal Niger a favore della soluzione della crisi in Mali. Le due delegazioni, i cui i rispettivi Paesi partecipano al Comitato internazionale di monitoraggio e valutazione dell’Accordo di Ouagadougou del 18 giugno 2013, hanno convenuto sull’importanza dell’impegno e della determinazione delle nuove autorità maliane a favore di una soluzione durevole della crisi maliana, con il sostegno della comunità internazionale e regionale.

I colloqui hanno anche permesso di fare il punto della situazione politica interna, economica e di sicurezza del Niger. Pur guardando con soddisfazione ai progressi realizzati nel campo della governance, le due parti a colloquio si sono dette preoccupate per gli sviluppi della situazione della sicurezza nell’area sahelo-sahariana. A questo proposito, la Svizzera ha rinnovato il proprio impegno internazionale per contrastare la minaccia terroristica.

A conclusione della sua visita ufficiale, il ministro di Stato Mohamed Bazoum ha espresso gratitudine per la accoglienza riservatagli e ha portato al segretario di Stato Yves Rossier e al Consiglio federale il ringraziamento del Governo e del popolo nigerini per le molteplici forme di aiuto accordate dalla Svizzera al Niger. Il ministro di Stato non ha mancato di esprimere tutta la sua fiducia nella capacità di questo fruttuoso partenariato di accompagnare il Niger nella realizzazione dei suoi obiettivi di sviluppo economico e sociale, il che si concretizza in un impegno sostanziale nel quadro dell’attuazione del Piano di sviluppo economico e sociale del Niger 2012-2015.  


Informazioni supplementari:

DSC: Pagina del Paese, Niger
DSC: Pagina del Paese, Mali


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri