Convegno internazionale sul ruolo della cooperazione allo sviluppo: simposio di Montreux del 24 e 25 ottobre 2013

Berna, Comunicato stampa, 18.10.2013

Il 24 e 25 ottobre prossimi Montreux accoglierà il Convegno sulla cooperazione allo sviluppo (DCF). L’incontro, che riunirà oltre un centinaio di rappresentanti di alto livello provenienti da più di 40 Paesi, della società civile, del settore privato e delle istituzioni universitarie, sarà incentrato sul futuro ruolo della cooperazione allo sviluppo e delle sfide legate all’agenda post 2015, che sostituirà gli Obiettivi del Millennio.

Il simposio, dal titolo «Development cooperation in post-2015 era: sustainable development for all» (Cooperazione allo sviluppo nell’era post 2015: sviluppo sostenibile per tutti), è organizzato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del DFAE e dal Dipartimento degli affari economici e sociali dell’ONU (UNDAES). Vi prenderanno parte, tra gli altri, l’ambasciatore Martin Dahinden, direttore della DSC, e Thomas Gass, sottosegretario generale dell’UNDAES.

La Svizzera s’impegna attivamente per la definizione di un’agenda futura per lo sviluppo sostenibile post 2015 in tutti i dibattiti in seno alle Nazioni Unite. Questa agenda dovrà fissare due obiettivi principali: ultimare il lavoro incompiuto sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, che puntano in primo luogo a sradicare la povertà, e porre il mondo sui binari di una maggiore sostenibilità nello sviluppo. La nuova agenda dovrà essere omogenea nei contenuti e universale nell’applicabilità a tutti i Paesi, vale a dire valida sia per i Paesi sviluppati sia per quelli in via di sviluppo.

L’appuntamento è cruciale, in quanto si tratta del primo dialogo con più attori sul ruolo della cooperazione, dopo  l’incontro ad alto livello, tenutosi il 25 settembre a New York, nel quadro dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, alla quale ha partecipato il Consigliere federale Didier Burkhalter. Questo incontro ha consentito di fare il punto su quanto intrapreso per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Per poter contribuire all’applicazione dell’agenda post 2015 in modo efficace, la cooperazione allo sviluppo dovrà evolvere. Da qui la necessità di valutare tutte le fonti di finanziamento e di sottolineare l’importanza dei partenariati, segnatamente tra settore pubblico e privato. Gli strumenti, i processi e la ripartizione del lavoro tra i vari attori dovranno essere rivisti. La cooperazione dovrà continuare a sostenere le comunità povere e vulnerabili chiamate ad affrontare le sfide legate allo sviluppo sostenibile, mobilitando nel contempo le risorse per gestire le sfide globali.

Il simposio di Montreux, che si terrà dal 24 al 25 ottobre 2013, dovrà consentire ai partner di riflettere su questo tema e di tracciare scenari in grado di alimentare in modo significativo i dibattiti volti a definire l’agenda post 2015. Attori svizzeri del settore privato, mondo accademico e ONG operanti nel settore dello sviluppo sostenibile si incontreranno con la DSC e l’ONU a Montreux il 23 ottobre, alla vigilia del simposio.

Nel messaggio concernente la cooperazione internazionale 2013-2016, la Svizzera ha definito prioritari la riduzione della povertà e la diminuzione dei rischi globali. La Svizzera svolge un ruolo attivo sullo scenario multilaterale della cooperazione allo sviluppo, s’impegna per la ricerca di soluzioni comuni e gode di una solida reputazione.

Il Convegno sulla cooperazione allo sviluppo delle Nazioni Unite, creato dai dirigenti mondiali in risposta ai profondi cambiamenti intervenuti nel settore dell’aiuto allo sviluppo e al numero crescente di attori che vi operano, analizza le tendenze della cooperazione internazionale e favorisce una maggiore coerenza delle attività dei vari partner.


Informazioni supplementari:

Webdossier
Sito Internet svizzero «Agenda Post 2015»
Convegno sulla cooperazione allo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (en)
Obiettivi del Millennio
Evento di bilancio dell’iniziativa condotta per realizzare gli Obiettivi del Millennio (en)


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri