La Svizzera partecipa all'incontro «Global Health Security Agenda» a Washington

Berna, Comunicato stampa, 26.09.2014

La Svizzera partecipa in data odierna a Washington a una riunione dell'iniziativa «Global Health Security Agenda» (GHSA), lanciata dagli Stati Uniti nel febbraio del 2014. L'iniziativa ha lo scopo di accelerare gli sforzi per lottare più efficacemente contro le malattie trasmissibili quali l'Ebola, la poliomelite o il coronavirus MERS. Una quarantina di Stati partecipa a questo incontro, destinato a fare il punto della situazione e a discutere delle tappe successive.

Uno degli obiettivi principali dell'iniziativa «Global Health Security Agenda» (GHSA) è di accelerare l'attuazione del Regolamento sanitario internazionale (RSI) dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Il RSI ha lo scopo di prevenire i rischi acuti per la sanità pubblica in grado di estendersi al di là dei confini nazionali e di costituire una minaccia a livello globale. La Svizzera s'impegna pienamente nel perseguire questo obiettivo e sostiene l'iniziativa GHSA nel suo intento di rinforzare e attuare il RSI.

La Svizzera intende impegnarsi nei due settori dove può far valere le sue conoscenze specialistiche in materia di sicurezza sanitaria globale: da un lato, la resistenza agli antibiotici, un settore attualmente oggetto di un'ambiziosa strategia nazionale e, dall'altro, il rafforzamento del sistema nazionale dei laboratori, basato sull'esperienza apprezzata a livello internazionale del Laboratorio di Spiez, l'istituto svizzero per la protezione contro le minacce e i pericoli nucleari, radiologici, biologici e chimici.

La delegazione svizzera è composta da rappresentanti del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), del Dipartimento federale dell'interno (DFI) e del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) ed è guidata dall'ambasciatrice Tania Dussey-Cavassini, vicedirettrice dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).


Indirizzo per domande:

UFSP, Comunicazione, telefono 031 322 95 05 oppure media@bag.admin.ch


Editore

Dipartimento federale dell
Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
Dipartimento federale degli affari esteri