«Le DFAE – peut-être une idée pour le futur» – sguardi interessati e critici di bambini e ragazzi durante la giornata «Nuovo futuro»

Comunicato stampa, 10.11.2016

In occasione della giornata «Nuovo futuro», oltre 60 bambini e ragazzi hanno avuto modo di conoscere le attività del DFAE e il posto di lavoro di genitori, madrine e padrini o conoscenti. Un momento importante è stato l’incontro alla fine della mattinata con il consigliere federale Didier Burkhalter che ha mostrato ai giovani ospiti la sala del Consiglio federale e ha risposto a numerose domande (vedendo i visi allegri, ha definito il «Bundeshaus», Palazzo federale, come «buntes Haus», Palazzo variopinto). Nel pomeriggio, i bambini e i ragazzi hanno potuto partecipare a vari workshop e approfondire le conoscenze sulle attività del DFAE.

©

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) oggi ha goduto di un grande sostegno: in occasione della giornata «Nuovo futuro», oltre 60 bambini e ragazzi hanno potuto conoscere il mondo del lavoro «reale» osservando da vicino i loro genitori, padrini e madrine, vicini o conoscenti. L’obiettivo di «Nuovo futuro» del DFAE è inoltre quello di dare un assaggio delle possibilità e dei temi che presenta la vita lavorativa in generale e quella del DFAE in particolare. La Sezione Pari opportunità DFAE e questioni globali di genere ha preparato un programma variato per bambini e ragazzi.

«Non lo so proprio come fanno le persone a stare sedute su una sedia per così tanto tempo», commenta Davide dopo la visita al posto di lavoro di sua madre. Severin ha invece notato che il suo padrino era costantemente al telefono. È stato impressionato dal fatto che «la gente del DFAE sa scrivere al computer in modo molto veloce».

Dopo la visita dei posti di lavoro, i ragazzi hanno incontrato Didier Burkhalter, il capo del DFAE. «Dapprima abbiamo aspettato più di venti minuti prima che arrivasse, perché aveva una seduta che è durata più del previsto. Poi è arrivato e si è presentato. Dopo siamo andati nella sala del Consiglio federale. C’erano sette sedie per i consiglieri federali. Un partecipante molto fortunato ha potuto sedersi nella sedia del presidente (ma solo per un piccolo istante!), mentre gli altri sono rimasti in piedi. Il signor Burkhalter ha risposto alle nostre domande, che erano quasi tutte in tedesco. Alla fine siamo usciti per fare una foto di gruppo. Chi lo desiderava poteva essere fotografato con Didier Burkhalter. Ma solo pochi hanno avuto il coraggio di farlo. Siamo partiti felici con i nostri regali: cioccolato svizzero e una mucca di legno ‘Happy Lilly’».

Nel pomeriggio i bambini e i ragazzi hanno partecipato a vari workshop, dove hanno potuto farsi un’idea precisa su una serie di temi del DFAE.

- Workshop Informazione DFAE: nel workshop Informazione DFAE sono state presentate varie possibilità di comunicazione. In seguito, il compito di Nadia, Fabian, Davide, Fiona, Severin e Joachim è stato quello di redigere il comunicato del DFAE sulla giornata «Nuovo futuro», che state proprio leggendo ora.

- Workshop Presenza Svizzera: «Oggi abbiamo visto che Presenza Svizzera presenta l’immagine della Svizzera nella House of Switzerland e con esposizioni all’estero. Gli ospiti stranieri possono vedere esposizioni, paesaggi e attrazioni», scrivono Seraphim e Samuel.

- Workshop Direzione delle risorse: «Per noi è sorprendente che ci siano tante persone che vogliono diventare traduttore o traduttrice e che padroneggiano così tante lingue», raccontano Laurin e Darjo, che tra l’altro sono venuti a sapere che dopo la terza e la quarta lingua diventa più facile imparare altre lingue, come l’arabo e il cinese …

- Workshop Direzione dello sviluppo e della cooperazione: il workshop della Divisione Africa occidentale era dedicato all’istruzione. Lina è stata molto colpita dal video con diversi bambini in Africa che non hanno alcun mezzo di trasporto per andare a scuola e il tragitto è molto pericoloso. Secondo Silia, nonostante le difficoltà questi bambini vanno molto volentieri a scuola e si divertono. Lena ha notato che in altri Paesi le classi sono molto più grandi che in Svizzera e contano un numero superiore a 80 bambini. Ritiene che non sia giusto che in altri Paesi poveri i ragazzi siano avvantaggiati rispetto alle ragazze: avrebbero infatti accesso a più libri e a un materiale scolastico migliore.

- Workshop Informatica DFAE: «ho imparato a utilizzare i vari sistemi operativi di Windows e mi è piaciuto molto. Inoltre ho potuto esercitarmi un po’ nella programmazione», ha detto Alissa. Gianluca ha avuto modo di farsi un’idea del mondo della programmazione semplice. «Ci hanno mostrato anche l’interno di un computer».

- Workshop Aiuto umanitario: Florence, insieme a un gruppo di ragazzi, ha imparato «a ricavare acqua potabile dall’acqua sporca». Il workshop le è piaciuto molto «e potrei immaginarmi un giorno di lavorare per l’Aiuto umanitario e di aiutare la gente in un Paese colpito da una catastrofe». Noé ha trovato il workshop «molto appassionante»: «Abbiamo imparato a conoscere tutto ciò che fa l’Aiuto umanitario, abbiamo potuto indossare le stesse giacche come i veri soccorritori e insieme abbiamo montato una tenda, come quelle montate in occasione della catastrofe ad Haiti».


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri