Trasmissione del sapere e scambio di esperienze a tutela degli ecosistemi delle foreste nelle Ande


Una parte della foresta andina immersa nella nebbia.
Il progetto ANFOR si prefigge di far conoscere le strategie per tutelare gli ecosistemi andini. © DDC ©

Le foreste andine sono importanti da numerosi punti di vista: per la loro capacità di filtrare e depurare l’acqua, per la loro difesa del suolo e per la regolazione del clima come pure per la loro capacità di assorbimento dei gas serra. Con il progetto ANFOR la DSC contribuisce a proteggerle in maniera durevole.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Ande
Canbiamento climatico ed ambiente
Environmental policy
Politica di riforestazione
Protezione della biosfera
Biodiversità
01.11.2011 - 31.12.2019
CHF 8'072'000

Numerosi sono gli interessi nazionali e internazionali a favore di una conservazione durevole delle foreste andine: queste infatti filtrano e depurano l’acqua, sono fonti di combustibili e materiali edili, riducono il rischio di eventi climatici potenzialmente dannosi come le inondazioni e difendono il suolo dall’erosione. Assorbono inoltre il CO2 dall’atmosfera e contrastano il riscaldamento globale.

A dicembre 2014, in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutasi a Lima in Perù, la DSC ha lanciato il progetto regionale Andean Forest and Climate Change ANFOR (Bosques Andinos), con il quale vuole contribuire a proteggere in maniera duratura le foreste montane. I sette Paesi andini (Argentina, Bolivia, Cile, Equador, Colombia, Perù e Venezuela) partecipano al progetto.

Maggiori redditi, maggiore tutela per l’ambiente

L’obiettivo del progetto è quello di far conoscere le strategie che attenuano gli effetti del cambiamento climatico sulle foreste andine e di adeguare in tal senso le politiche ambientali regionali, in particolare attraverso piattaforme tematiche. È inoltre importante creare una migliore base di dati ai fini di una più consapevole gestione del problema.

Il progetto si basa su tre pilastri tematici:

  1. aumentare la base di informazioni sul tema e il monitoraggio dei cambiamenti

  2. avviare attività innovative che sfruttino in maniera sostenibile le foreste in aree predefinite

  3. coinvolgere il mondo politico e adeguare le normative

Fanno parte del gruppo target i responsabili politici a livello locale, subnazionale e nazionale, le organizzazioni specializzate e il mondo della ricerca. I beneficiari finali del progetto sono i contadini locali, ai quali saranno indicate nuove vie per incrementare i loro redditi nel pieno rispetto dell’ambiente e del clima. 

La DSC sostiene altre importanti e collaudate piattaforme regionali sul cambiamento climatico e sulla protezione delle foreste in Africa e nell’Asia sudorientale: la ASEAN Swiss Partnership on Social Forestry and Climate Change nei dieci Paesi ASEAN, e il progetto African Forests, People and Climate Change, attuato con l’African Forest Forum.

Ulteriori informazioni