News: comunicati stampa e articoli

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (796)

Oggetto 1 – 12 di 796

Trent’anni della Convenzione sui diritti del fanciullo: il consigliere federale Ignazio Cassis incontra due classi

20.11.2019 — EDA
I bambini e le bambine hanno dei diritti – per esempio il diritto all’istruzione, alla protezione, al gioco e al tempo libero – e gli Stati sono tenuti a garantirli e ad assicurare il benessere dei più giovani. È quanto previsto dalla Convenzione sui diritti del fanciullo, che compie oggi 30 anni. Per celebrare la ricorrenza il consigliere federale Ignazio Cassis ha accolto a Palazzo federale due classi ticinesi.


Visita di lavoro a Berna del presidente del Tagikistan Emomali Rahmon

05.11.2019 — Comunicato stampa EDA
Martedì 5 novembre 2019, il presidente della Confederazione Ueli Maurer ha ricevuto il presidente del Tagikistan Emomali Rahmon per una visita di lavoro. I colloqui ufficiali tenutisi presso il Bernerhof sono stati dedicati alle relazioni bilaterali e alla cooperazione nelle organizzazioni internazionali, anche nell’ambito della Belt and Road Initiative.


Crisi dei profughi: la Svizzera invia in Grecia tende e letti

29.10.2019 — EDA
Per alleviare la situazione dei profughi in Grecia, l’Aiuto umanitario della DSC ha deciso di inviare due carichi di aiuti. Attualmente è in preparazione un carico di 600 tende invernali per famiglie e altri materiali per l’isola di Lesbo. La settimana scorsa 500 letti provenienti dai magazzini del DDPS sono stati spediti in Grecia su camion.


Ricerca di una soluzione politica al conflitto siriano: il consigliere federale Ignazio Cassis riceve l’inviato speciale dell’ONU per la Siria Geir Pedersen

21.10.2019 — EDA
Il consigliere federale Ignazio Cassis ha discusso a Berna con l’inviato speciale dell’ONU per la Siria, Geir O. Pedersen circa la situazione in Siria e le possibili soluzioni politiche. L’incontro si è incentrato sulla recente escalation nel Nord-Est del Paese e sulla convocazione della commissione costituzionale siriana a Ginevra, prevista prossimamente. La Svizzera offre aiuto umanitario alla popolazione e ai Paesi limitrofi in difficoltà.


Il Consiglio federale chiede l’immediata cessazione delle ostilità e agevola la fornitura di aiuti umanitari in Siria

16.10.2019 — EDA
Il Consiglio federale condanna l’intervento militare della Turchia in Siria, che considera una violazione della Carta delle Nazioni Unite e quindi contraria al diritto internazionale. Esorta inoltre la Turchia a cessare immediatamente tutte le ostilità e ad avviare negoziati per allentare subito le tensioni e trovare una soluzione politica ai conflitti. Negli ultimi giorni, la Svizzera ha ribadito più volte questa sua posizione nei confronti della Turchia. Allo stesso tempo, il Consiglio federale ha deciso, nella seduta del 16 ottobre 2019, di agevolare la messa in atto di un contesto più favorevole al lavoro che gli operatori umanitari sono chiamati a svolgere in Siria. La relativa ordinanza modificata entrerà in vigore il 15 novembre 2019.


Assemblea generale dell’ONU: il consigliere federale Ignazio Cassis chiede una soluzione pacifica in Siria e si impegna per il clima

24.09.2019 — EDA
Nel quadro del centenario del multilateralismo, quest’anno il consigliere federale Cassis ha fissato diverse priorità. Tra le altre cose, ha firmato con il Cantone e la Città di Ginevra una dichiarazione sull’impegno congiunto a favore di Ginevra come centro della governance globale. A New York, il capo del DFAE pone ora l’accento sull’impegno multilaterale della Svizzera e oggi, in occasione della settimana ad alto livello dell’Assemblea generale dell’ONU, ha esortato a rafforzare i diritti umani. A tale proposito ha ricordato che, per farlo, è necessario adottare approcci innovativi. Tra ghi altri temi affrontati da Ignazio Cassis a New York ci sono le riforme dell’ONU e la lotta al cambiamento climatico. Il capo del DFAE approfitta inoltre del suo soggiorno nella metropoli americana per tenere colloqui bilaterali e per incontrare le collaboratrici e i collaboratori della Missione permanente della Svizzera presso le Nazioni Unite e del consolato generale a New York.


L’Aiuto umanitario invia esperti svizzeri alle Bahamas

13.09.2019 — Comunicato stampa EDA
La Svizzera aumenta il suo aiuto allo Stato dei Caraibi. Alle Bahamas circa 70 000 persone si trovano in situazione di emergenza dopo che, all’inizio di settembre, l’uragano DORIAN ha causato enormi danni e ha mietuto molte vittime. Il 13 settembre cinque esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA) sono stati inviati nella zona colpita. Il giorno prima, una fornitura di beni di prima necessità, costituita da un modulo per rendere potabile l’acqua, aveva già raggiunto le Bahamas.


Lotta contro la fame: la Svizzera rinnova il proprio sostegno al Gruppo consultivo per la ricerca agricola internazionale (CGIAR)

13.09.2019 — Comunicato stampa EDA
Cambiamento climatico, impoverimento del suolo e rarefazione delle risorse idriche: questi fenomeni gravano sempre di più sulla produzione agricola e sull’approvvigionamento alimentare. Sono circa 820 milioni le persone che, globalmente, soffrono di fame e malnutrizione. Nella seduta del 13 settembre 2019, il Consiglio federale ha deciso di concedere un contributo di 33,1 milioni di franchi al Gruppo consultivo per la ricerca agricola internazionale (CGIAR) per il periodo 2020-2021. Grazie a questo importo, unito a solide conoscenze scientifiche e al lavoro delle università, la Svizzera contribuisce a trovare soluzioni innovative per un’alimentazione di qualità e per la gestione sostenibile delle risorse naturali.


Diritti umani, riforme dell’ONU e «Science Diplomacy»: priorità della Svizzera per la 74a Assemblea generale dell’ONU

13.09.2019 — EDA
La Svizzera ha stabilito le sue priorità per la 74a Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il Consiglio federale è stato informato del risultato della consultazione delle Commissioni della politica estera. Le priorità sono relative all’impegno per i diritti umani, il sostegno ai processi di riforma dell’ONU e la promozione della «Science Diplomacy». All’apertura dell’Assemblea generale dell’ONU, durante la settimana di alto livello a fine settembre 2019, la Svizzera sarà rappresentata dal presidente della Confederazione Ueli Maurer e dal consigliere federale Ignazio Cassis.


Il Consiglio federale riceve il presidente indiano Ram Nath Kovind in visita di Stato

13.09.2019 — EDA
Guidato dal presidente della Confederazione Ueli Maurer, nel pomeriggio di venerdì 13 settembre 2019 il Consiglio federale ha accolto con gli onori militari il presidente indiano Ram Nath Kovind con la consorte Savita Kovind arrivati in Svizzera per una visita di Stato. Durante i colloqui ufficiali l’attenzione è stata posta sulle relazioni bilaterali, in particolare sulla possibilità di concludere un accordo di libero scambio e sulla cooperazione nel settore ambientale. Si è inoltre discusso di tematiche globali e della situazione a livello regionale in India.


«Un solo mondo»: dossier sull’urbanizzazione

27.08.2019 — Articolo DEZA
Nelle città vivono già quattro miliardi di persone, e il numero aumenta ogni anno. L’urbanizzazione ha effetti specifici sulla cooperazione allo sviluppo che si possono sintetizzare nelle tematiche della governance, dell’accesso al lavoro, dell’integrazione sociale, della pianificazione urbana o dell’ambiente. Un reportage sul Sud del Mali ne mostra un esempio.


La Svizzera rafforza il proprio impegno nella lotta contro l’HIV/Aids, la malaria e la tubercolosi

21.08.2019 — Comunicato stampa EDA
Ogni anno 2,5 milioni di persone muoiono a causa dell’Aids, della malaria o della tubercolosi, soprattutto nei Paesi a medio e basso reddito. In occasione della seduta del 21 agosto 2019 il Consiglio federale ha deciso di destinare un contributo di 64 milioni di franchi al Fondo globale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria (Fondo globale) per il periodo 2020-2022 e un altro contributo di 30 milioni al Programma congiunto delle Nazioni Unite sull’HIV/AIDS (UNAIDS) per il periodo 2019-2021. Grazie a questi finanziamenti e alle sue competenze, la Svizzera mira a ridurre i rischi sanitari globali rafforzando al contempo la posizione di Ginevra quale centro di competenza in materia di salute mondiale.

Oggetto 1 – 12 di 796

Comunicato stampa (472)

Notizia (324)