Hindukush (Afghanistan, Pakistan)

La regione dell’Hindukush comprende parte dell’Afghanistan e del Pakistan, collegati l’uno all’altro dall’omonima catena montuosa. Alla fine del 2019 la DSC terminerà le sue attività in Pakistan. Al momento il suo sostegno si concentra in particolare sull’utilizzo dell’acqua, sul consolidamento delle strutture statali e sui diritti umani. In Afghanistan la Svizzera si impegna nei settori della promozione dello Stato di diritto e dei diritti umani, nello sviluppo agricolo e nella gestione delle risorse naturali come pure nella formazione di base.

Cartina della regione dell’Hindukush (Afghanistan, Pakistan)
© DFAE

L’impegno della Svizzera in Afghanistan

Negli ultimi anni la situazione politica in Pakistan è molto migliorata e si è stabilizzata, ma è ancora fragile e occorre prestare particolare attenzione alle condizioni di sicurezza. La debolezza dello Stato di diritto, l’impunità, le disparità socioeconomiche, i flussi di profughi e sfollati, le frequenti catastrofi naturali nonché le tensioni etniche e religiose incrementano l’insicurezza e gravano pesantemente sulle spalle della popolazione.

La Svizzera si impegna per lo Stato di diritto e il buongoverno come pure per il rispetto dei diritti umani e il miglioramento delle condizioni di vita dei gruppi più svantaggiati della popolazione, soprattutto nelle regioni rurali.

I partner della DSC sono le autorità a livello nazionale, regionale e locale, le organizzazioni internazionali come l’ONU e il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), altri Paesi donatori nonché organizzazioni non governative attive su scala nazionale e internazionale.

Fine del 2019: cessano le attività bilaterali della DSC in Pakistan

La DSC è attiva in Pakistan dal 1966. Nel 2008 il Consiglio federale decide che il Pakistan non è più un Paese prioritario della cooperazione bilaterale svizzera allo sviluppo.

Tuttavia, continua a essere opportuno portare avanti un impegno ridotto in Pakistan, nella regione di confine con l’Afghanistan, per contribuire a ridurre la fragilità in quella regione. Successivamente, la DSC concentra le sue attività nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa (KP) e nelle ex Aree tribali di amministrazione federale (FATA, Federally Administered Tribal Areas), che a maggio del 2018 vengono integrate nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa.

Nel 2016 la DSC decide di cessare completamente il suo impegno in Pakistan entro il 2022. Nel 2017, nel quadro del programma di stabilizzazione 2017-2019, il Parlamento decide di ridurre di 150 milioni CHF il budget della cooperazione internazionale. Questa decisione induce la DSC ad accelerare la fine delle attività della Cooperazione Sud e dell’Aiuto umanitario in Pakistan. Tutte le attività operative cesseranno alla fine del 2019, mentre quelle amministrative e della contabilità termineranno a metà del 2020.

In caso di crisi umanitaria, l’Aiuto umanitario della Svizzera avrà comunque la possibilità di effettuare interventi in Pakistan.

Utilizzo responsabile ed efficiente dell’acqua

Il fatto che l’acqua sia una risorsa sempre più rara mette in pericolo la già fragile coesione sociale nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa. La Svizzera sostiene il Pakistan nel tentativo di migliorare la gestione delle risorse idriche a livello regionale e locale, allo scopo di prevenire i conflitti per l’accesso all’acqua (qualità e quantità), gestire in maniera più efficiente le risorse  idriche e attenuare le ripercussioni negative legate a eventi estremi di natura idrologica.

Alcuni obiettivi concreti della DSC sono:

  • garantire un miglior accesso all’acqua potabile

  • costruire, ampliare e mantenere in funzione sistemi di irrigazione per il settore agricolo
  • trasmettere conoscenze tecniche sulla prevenzione e la gestione del rischio di catastrofi idrologiche
  •  istituire associazioni di utenti dell’acqua

Acqua

Rafforzamento delle istituzioni locali e promozione dei diritti umani

La Svizzera si impegna per il rafforzamento della fiducia tra i cittadini e le autorità regionali. Sostiene inoltre la messa a disposizione di servizi di base per tutti, una governance locale democratica, trasparente e responsabile, una migliore tutela dei diritti umani e riforme politiche.

Alcuni obiettivi concreti della DSC sono:

  • migliorare lo Stato di diritto

  • potenziare le capacità nei settori giustizia, polizia e sistemi di assistenza giudiziaria
  • introdurre nuovi meccanismi per la composizione delle controversie
  • proteggere gli sfollati e i profughi afghani

Buon governo

Progetti attuali

Oggetto 13 – 16 di 16

Support to Disaster Management Authorities for the protection of population affected by the military operations in North Waziristan

01.10.2014 - 31.12.2019

Pakistani military operation against militants in North Waziristan Agency on Pakistani/Afghan border, has displaced over half a million people. Their temporary settlement in the neighbouring regions constitutes a challenge for the hosting population and authorities. SDC will enhance instituational capacity of the Disaster Management Authorities to fullfil their manadates to the protection of IDPs and and building resilience of the communities. It will enable the authorities to better handle challenges posed by conflict and recurring natural disasters.


Water for Livelihoods (W4L) – Phase II

01.01.2014 - 29.02.2020

The project promotes equitable water governance for food and people in over 300 villages in semi-arid watercatchment areas of Khyber Pakhtunkhwa Province (KPK). When organized in water user organizations, approximately 35-45% of households in the targeted districts will use water more carefully within revised frame conditions. These are jointly reformed with local governments and contribute to solving water conflicts more efficiently and peacefully.


Multi Donor Trust Fund (MDTF)

01.12.2013 - 31.12.2020

The MDTF aims to reduce the socio-economic marginalisation of people, with focus on women, religious minorities and internally displaced people, in the Pakistan border regions to Afghanistan; the fund will contribute to state-building in the most fragile regions of the country by strengthening capacity of the subnational governments. Consequently, the population will get increased access to basic services and livelihood opportunities.


Police Capacity Development on Election Security through the UNDP Election Support Program

01.04.2013 - 30.09.2013

On 11th May 2013, the Election Commission of Pakistan (ECP) will, for the first time in history, administer a transition from one full term democratic elected government to another. The probability of electoral violence threatens this opportunity. The police are the most important player in smooth conduct of election security. Yet, the majority of the police force has limited knowledge of electoral security protocol. With a contribution to the UNDP Election Support Program the capacity of police in election security will be enhanced.

Oggetto 13 – 16 di 16