Macedonia del Nord

L’aiuto svizzero alla transizione in Macedonia del Nord si fonda su interessi reciproci in materia di sviluppo socio-economico, stabilità, sicurezza e integrazione europea. Dal 1991, anno dell’indipendenza della Macedonia del Nord, a oggi sono stati fatti progressi evidenti, ma il Paese è ancora indietro nel processo di riforma in diversi settori come il decentramento, lo Stato di diritto, lo sviluppo economico e i servizi pubblici.

Mappa della Macedonia
Cartina della Macedonia del Nord © DFAE

In base ai dati dell’ultimo censimento, che risale al 2002, la popolazione è composta da diversi gruppi etnici, ossia da Macedoni (65%), Albanesi (25%) e altre minoranze, tra cui Turchi e Rom. Nonostante l’esistenza di un quadro democratico ormai ben radicato, il sistema è fragile a causa della lentezza delle riforme, di una visione non inclusiva della costruzione dello Stato e del deterioramento della libertà di stampa. L’indebolimento degli organi parlamentari e giudiziari, la corruzione e la politicizzazione delle istituzioni sono le principali manifestazioni di questa fragilità. L’economia del Paese risente ancora della recente crisi economica e di un tasso di disoccupazione particolarmente elevato che penalizza soprattutto i giovani e le donne. Dal 2005 la Repubblica di Macedonia del Nord è candidata all’adesione all’UE, ma le riforme necessarie avanzano troppo lentamente.

Governance democratica

Per rafforzare la governance democratica, il programma mira in particolare a ovviare alla mancanza di inclusione sociale, alla scarsa assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni pubbliche e alla ridotta capacità del Parlamento di controllare l’Esecutivo. La cooperazione svizzera ha inoltre l’obiettivo di promuovere la partecipazione delle cittadine e dei cittadini ai processi decisionali a livello locale e regionale nonché l’impegno della società civile per dare voce alle preoccupazioni della popolazione.

Riforme economiche e dello Stato

Sviluppo economico

Con il suo impegno in campo economico la Svizzera mira a creare prospettive occupazionali e a favorire una crescita economica duratura. Si adopera quindi per facilitare l’accesso al mercato del lavoro offrendo a chi cerca un’occupazione formazioni professionali adeguate alle esigenze del mercato e, parallelamente, sostiene lo sviluppo del settore privato, in particolare delle startup, incoraggiando le imprese a offrire posti di lavoro dignitosi. Interviene inoltre per garantire alle imprese condizioni quadro migliori, promuovere il commercio e migliorare le pratiche professionali.

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari

Infrastrutture e ambiente

Le risorse idriche e le ricchezze della biodiversità sono considerate fattori fondamentali per lo sviluppo del Paese. Per questo la Svizzera si adopera affinché le istituzioni e le organizzazioni delle municipalità selezionate possano proteggere meglio l’ambiente e ridurre l’impatto dei cambiamenti climatici. Investendo nelle infrastrutture e rafforzando le capacità dei servizi pubblici, la Svizzera mira a migliorare la qualità delle prestazioni nei settori dell’approvvigionamento idrico, del trattamento delle acque reflue e della gestione dei rifiuti.

L’acqua: una risorsa vitale minacciata

Approccio e partner

La strategia di cooperazione 2017-2020 è attuata congiuntamente dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO). L’azione della Svizzera poggia su accordi formali con il Governo e – sempre che ciò sia appropriato e fattibile – richiede un co-finanziamento da parte del Paese. Si mira in particolare a stringere partenariati con nuovi attori in grado di favorire il cambiamento, per esempio con le associazioni giovanili, ma anche i partenariati con il settore privato sono importanti per lo sviluppo, soprattutto nei settori dell’occupazione e dell’economia.

Principali partner della Svizzera in Macedonia del Nord:

  • ministeri e comuni
  • parlamenti nazionali e locali, amministrazione parlamentare
  • organizzazioni della società civile, p. es. media
  • settore privato
  • organizzazioni non governative locali e internazionali
  • donatori e organizzazioni bilaterali e multilaterali, p. es. PNUS e UN Women

Progetti attuali

Oggetto 13 – 21 di 21

Parliament Support Programme (PSP)

01.11.2017 - 31.08.2023

Switzerland supports the Assembly of North Macedonia to become an effective, transparent and independent institution by supporting the Parliament’s institutional development, its oversight and legislative capacities and its transparency and accountability towards citizens, including marginalized groups. This includes changes to the regulatory framework, the promotion of a political culture of consensus building, capacity building for MPs, parliament staff and CSOs and improved electronic architecture for effective and transparent communication.


Creating Job Opportunities for All in Macedonia

01.07.2017 - 31.10.2022

This project will facilitate employment for vulnerable groups, by introducing appropriate active labour market measures, improving the capacities of responsible stakeholders to coordinate employment measures, and sensitizing and incentivising the private sector. lt contributes to ease the risk of vulnerable groups to fall into poverty, and enhances their social inclusion. Roma and people with disabilities are the main target group as they are disproportionally affected by high unemployment in Macedonia.


North Macedonia: Nature Conservation Programme

01.01.2017 - 31.01.2021

Switzerland will assist North Macedonia in sustainable management of natural resources through practical application of conservation measures such as regional protected areas and integrated forest management in the Bregalnica region. Further framework conditions will be improved and support is provided in implementing national legislation and the Strategy on Nature. By promoting ecologically and sustainably produced products and services, economic benefit for the local population will be generated.


Vocational Skills Development in Macedonia

01.09.2016 - 28.02.2022

Macedonia has one of the highest unemployment rates in Europe (25%), especially among youth (48%). One of the key factors for youth unemployment is that the education and training system does not provide skills needed by the economy. The Vocational Skills Development project aims to address youth unemployment through supporting market relevant skills development by strengthening the engagement of the private sector (e.g. through systematised internships), thus increasing the employability of vocational training graduates.


Contribution to the Roma Education Fund (REF)

01.12.2015 - 31.12.2020

REF is the lead organization for Roma education. SDC is supporting REF from its inception, contributing in a relevant way to the Roma decade. REF recently defined a strategy (2015-20) and is strengthening its results orientation. By continuing the partnership with REF, with a focus on pro-inclusion policy dialogue, SDC ensures coherence and consistence of its position in the Roma inclusion agenda. REF's focus on children from early childhood is crucial for the social inclusion of the next generation of Roma.


Sustainable and Inclusive Regional Economic Development in Macedonia

01.11.2015 - 31.03.2021

The level of development of Macedonia‘s eight regions is highly unequal. A national structure for balanced regional development has been built up since 2007. SDC will contribute to the establishment of a national system for coordination and monitoring for balanced regional development. In the regions, good governance will be enhanced; project development and implementation capacities will be improved with focus on the less developed regions. These measures will ensure greater allocation of funds to the underdeveloped regions.


Restoration of the Strumica River Basin

01.07.2014 - 30.06.2021

As a continuation of the support to the Macedonian water and nature sector, Switzerland developed a group of projects that will assist the country to have cleaner water and a healthier environment, as well as to move forward in meeting its obligations towards the EU. Through this project, Citizens and farmers in the Strumica river basin will benefit from improved economic wellbeing as a result of a better ecological status of the river basin and reduced flooding hazards.


Multi-Country Investment Climate Program

01.01.2017 - 31.12.2024

The Multi-Country Investment Climate Program (MCICP) supports investment climate reform advisory in a total of 20 SECO partner countries. It is implemented by the International Finance Corporation (IFC), a globally recognized leader in this field.


Gostivar Water Supply System II

01.01.2016 - 01.01.2020

The Gostivar Water Supply Supply System II project SECO aims at further improving the water services of the municipality of Gostivar, in collaboration with the Kreditanstalt für Wiederaufbau (KfW).

Oggetto 13 – 21 di 21