UN CC:Learn – includere i cambiamenti climatici nei programmi didattici

Progetto concluso
Tre bambine e un bambino in un’aula scolastica.
Grazie all’iniziativa UN CC:Learn, nella Repubblica dominicana le alunne e gli alunni imparano a comportarsi responsabilmente per proteggere il clima. © UN CC:Learn/Tony Nunez ©

In seguito al mutamento delle condizioni climatiche, in tutto il mondo i lavoratori di diverse categorie professionali, come pure gli agricoltori e i politici, devono acquisire nuove competenze per adeguarsi ai cambiamenti del clima. Molti Paesi in via di sviluppo sono consapevoli di questa sfida e intendono rafforzare di conseguenza i sistemi d’istruzione nazionali. A tal fine la DSC ha lanciato la piattaforma UN CC:Learn volta a sostenere i Paesi in via di sviluppo nell’elaborazione di strategie nazionali di apprendimento sui cambiamenti climatici.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Mondo
Canbiamento climatico ed ambiente
Environmental policy
Protezione della biosfera
Riduzione dei rischi di catastrofi
01.03.2014 - 31.08.2017
CHF 3'000'000

UN CC:Learn è un partenariato che comprende 34 organizzazioni multilaterali e sostiene i Paesi in via di sviluppo nell’elaborazione di strategie nazionali di apprendimento sui cambiamenti climatici. Tali strategie riguardano tutti i gradi d’istruzione e mirano a includere nei programmi didattici il tema dei cambiamenti climatici, del relativo adattamento e degli sforzi necessari per ridurre i gas serra.

Programmi didattici: dall’elaborazione all’attuazione

Tra il 2011 e il 2013 cinque Paesi pilota – Benin, Repubblica dominicana, Indonesia, Malawi e Uganda – hanno elaborato, con l’aiuto di UN CC:Learn e la collaborazione di diversi attori (Governo, organizzazioni della società civile, associazioni di imprese, istituti d’istruzione e media), apposite strategie nazionali nel campo dell’istruzione per la gestione delle cause e delle conseguenze dei cambiamenti climatici.

Nella Repubblica dominicana, per esempio, la Svizzera ha investito circa 30’000 USD per formare 400 insegnanti e consentire loro di illustrare alle alunne e agli alunni i cambiamenti climatici e le relative ripercussioni, promovendo in tal modo la diffusione di un comportamento responsabile in quest’ambito. Il successo dell’iniziativa ha spinto il Ministero dell’istruzione della Repubblica dominicana a partecipare al progetto con un proprio contributo finanziario di 1 milione di USD. 3000 insegnanti hanno così ricevuto un’apposita formazione sui cambiamenti climatici e d’ora in poi potranno sensibilizzare le alunne e gli alunni trasmettendo loro importanti conoscenze di base su questo tema.

Attività in oltre 15 Paesi

Dal 2014 la piattaforma UN CC:Learn è attiva in 15 Paesi. Per garantire che i nuovi Stati che aderiscono al progetto traggano vantaggio dalle esperienze dei Paesi pilota, UN CC:Learn promuove attivamente la cooperazione Sud-Sud-Nord mediante manifestazioni internazionali sullo scambio di conoscenze e informazioni. È stato inoltre elaborato il manuale «Guidance Note for Developing a National Climate Change Learning Strategy» (guida per lo sviluppo di una strategia nazionale di apprendimento sui cambiamenti climatici), che raccoglie le esperienze maturate nei Paesi pilota. Un’altra iniziativa interessante per lo scambio di esperienze in materia di cooperazione Sud-Sud è il programma per le «ambasciatrici» e gli «ambasciatori» UN CC:Learn, ovvero per le persone che hanno svolto un ruolo chiave nei rispettivi progetti pilota nazionali e che condividono le proprie conoscenze tecniche e le proprie esperienze con i nuovi Paesi partner a livello bilaterale o regionale.

Piattaforma di apprendimento per chi vuole approfondire il tema dei cambiamenti climatici

UN CC:Learn è anche una piattaforma di apprendimento che, sia nei Paesi in via di sviluppo sia in quelli industrializzati, mira a far conoscere meglio al grande pubblico i cambiamenti climatici, con le loro cause e conseguenze. Il sito Internet di UN CC:Learn contiene vario materiale didattico e presenta diverse attività sul tema dei cambiamenti climatici. Gli utenti hanno libero accesso alla biblioteca online, dove possono consultare oltre 2000 documenti e video, e ad altre piattaforme di apprendimento pertinenti. Le persone interessate hanno inoltre la possibilità di frequentare un corso gratuito online sul tema (in inglese, francese o spagnolo).

La DSC considera la sensibilizzazione del grande pubblico una parte essenziale del progetto, visto che la formazione sul clima è indispensabile per ridurre i rischi climatici e far conoscere le possibilità esistenti per abbassare il livello delle emissioni. La piattaforma di apprendimento di UN CC: Learn suscita grande interesse sul piano internazionale: a metà 2015 si erano già registrate per la partecipazione al corso online circa 15’000 persone provenienti da oltre 190 Paesi. 

Sostenendo la formazione sul clima a livello globale e nazionale, la DSC contribuisce in misura importante allo sviluppo di società resistenti ai cambiamenti climatici e di economie a basso tasso di emissioni in tutto il mondo.