Scomparsa di Liu Xiaobo – Presa di posizione del DFAE

Media release, 14.07.2017

La Svizzera ha appreso con grande rammarico del decesso del vincitore del premio Nobel per la pace Liu Xiaobo ed esprime le sue più sentite condoglianze ai familiari.

La Svizzera rende onore al suo ruolo di primo piano come difensore dei diritti umani e al suo instancabile impegno a favore della democrazia e della tolleranza in Cina, per i quali era stato insignito, nel 2010, del premio Nobel per la pace.

La Svizzera deplora che l’uso pacifico del diritto alla libera manifestazione del pensiero perseguito da Liu sia stato punito con una condanna per incitamento alla sovversione del potere dello stato e con il divieto assoluto di ricevere visite da parte dei familiari per tutta la durata della sua detenzione.

Esortiamo il Governo cinese a permettere che la salma venga trattata con il dovuto rispetto e che la moglie Liu Xia goda di piena libertà nelle disposizioni per il funerale e la sepoltura di Liu Xiaobo. La Svizzera invita inoltre il Governo cinese a garantire a Liu Xia i diritti fondamentali, in particolare la libertà di movimento.


Address for enquiries:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Publisher:

Dipartimento federale degli affari esteri