Disposizioni concernenti i visti

Passaporti differenti © DFAE

I visti per i cittadini stranieri possono essere rilasciati dalla rappresentanza svizzera competente in base al domicilio del richiedente.  Di solito si distingue tra due tipi di visti che possono essere richiesti per tempo mediante un modulo di domanda di visto debitamente compilato.

Dall'entrata in vigore dell'accordo di associazione della Svizzera a Schengen e Dublino il 12 dicembre 2008, le rappresentanze svizzere all'estero possono rilasciare particolarmente due tipi di visti in funzione del motivo del soggiorno:

  • Visti Schengen (tipo C): per l'entrata e il soggiorno di breve durata che non supera 90 giorni su un periodo di 180, ad esempio per un soggiorno turistico, una visita, un soggiorno linguistico di breve durata ecc.
    Per soggiorni che prevedono l'esercizio di un'attività lucrativa è inoltre richiesto un permesso di lavoro.
  • Visti nazionali (visti D): per il soggiorno in Svizzera di lunga durata (superiori a 90 giorni). Il rilascio di questo tipo di visti è soggetto all'autorizzazione dell'autorità cantonale di migrazione competente per il luogo di soggiorno previsto.

La domanda deve essere inoltrata per tempo perché suo trattamento può richiedere più settimane o mesi a seconda della stagione e/o del tipo di visto. Per un visto Schengen la domanda può essere presentata tre mesi prima dell'entrata prevista nello spazio Schengen.

I documento che devono essere allegati alla domanda di visto così come la procedura da seguire dipendono dal Paese di residenza del richiedente. I seguenti link relativi ai singoli Paesi danno informazioni sulle condizioni specifiche di una domanda di visto.

Disposizioni concernenti i visti

Scelga un paese: