Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario dell’ONU

Povertà, Aids, degrado ambientale e penuria d’acqua sono soltanto alcune delle sfide che i singoli Paesi non sono più in grado di superare da soli. Nella cooperazione allo sviluppo e nell’aiuto umanitario, l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) svolge un ruolo centrale a livello mondiale. Anche la Svizzera partecipa all’impegno della comunità internazionale.

Negli ultimi anni, la Svizzera ha stanziato più del 40 per cento dell’aiuto pubblico allo sviluppo attraverso le organizzazioni internazionali. La Svizzera è dei maggiori donatori dei principali programmi di sviluppo dell'ONU.

La Svizzera contribuisce finanziariamente e partecipa attivamente agli organi direttivi di queste organizzazioni. La maggior parte dei fondi pubblici per lo sviluppo finisce nei progetti bilaterali della Svizzera. Anche questi ultimi sono tuttavia coordinati con i programmi dell’ONU.

Sviluppo e cooperazione della Svizzera e l'ONU

Documentazione (2292)

Oggetto 1 – 12 di 2292

Chi parte in viaggio...

… al suo ritorno dovrebbe poter raccontare solo cose piacevoli. Per questo motivo il DFAE ha redatto la presente guida. Vi si trovano consigli utili per la preparazione del viaggio e per il viaggio stesso come pure informazioni su come e in quali situazioni un'ambasciata svizzera può assistere viaggiatori all'estero in caso di emergenza.




Politica estera della Svizzera in materia di salute 2019-2024

Il Consiglio federale intende concentrare il suo impegno internazionale in materia di salute su sei obiettivi principali, fra cui un'assistenza sanitaria sostenibile, un ordinamento sanitario internazionale solido e la protezione dai rischi per la salute a livello mondiale.



Linee guida della Svizzera sui difensori dei diritti umani

La Svizzera sostiene tutte le persone che lottano per difendere i diritti umani e si impegna per proteggerle dall’arbitrio, dalle minacce e dalla violenza. Il quadro per le rappresentanze all’estero è costituito dalle linee guida del DFAE in questo ambito.



30 anni di partecipazione svizzera all'osservazione elettorale: Retrospettiva e prospettive

La pubblicazione realizzata per l’anniversario colloca la partecipazione svizzera alle missioni di osservazione elettorale nel relativo contesto storico, illustra da punti di vista diversi l’approccio integrato di monitoraggio e sostegno elettorale, e delinea le nuove sfide da affrontare nell’era del digitale. Oltre a raccogliere testi analitici e statistiche, la pubblicazione è corredata di racconti di esperienze vissute nei 30 anni di osservazione elettorale.



Swiss Peace Supporter 3/2019

La presente edizione fa il punto sulla situazione attuale e sulle nuove sfide legate all’attuazione della convenzione che punta a eliminare le mine antiuomo. La 4a conferenza di revisione (Oslo, novembre 2019) offre l’opportunità di riaffermare questo obiettivo a fronte delle preoccupanti statistiche pubblicate di recente. Ricordiamo inoltre il 30° anniversario della partecipazione della Svizzera alle missioni internazionali di osservazione elettorale.







Swiss Peace Supporter 2/2019

Il 23 giugno 1999, il Consiglio federale ha approvato la partecipazione alla missione di mantenimento della pace dell’ONU in Kosovo. Da allora, 620 donne e 7880 uomini hanno preso parte a questo impiego della «Swiss Company», abbreviata SWISSCOY. Questo numero ripercorre lo svolgimento della missione e riporta alcune testimonianze sulle osservazioni elettorali in Ucraina e in Nigeria.



Oggetto 1 – 12 di 2292

Video (102)

Oggetto 61 – 72 di 102




Editore DSC

Rivolte nei Paesi arabi (fr)

Questo film presentale iniziative della DSC nel governatorato svantaggiato di Kasserine, in Tunisia. La prima ha dato a ungiovane imprenditore svizzero l'opportunità dibeneficiare di un credito grazie al progettoI-SEMER, che punta auno sviluppo regionale più equilibrato sostenendo l'attività d'impresa. La seconda concerne il settore idrico e poggia sulla realizzazione delle infrastrutture necessarie e sull'opera di sensibilizzazione destinata a sottolineare l'importanza di questa risorsa vitale.




Editore DSC

Centre de compétences pour la reconstruction en Haïti (fr)

Le violent séisme qui a frappé Haïti en janvier 2010 a provoqué des dégâts gigantesques. L’aide d’urgence que la Confédération suisse a immédiatement mise en place s'ajoute à celle qui prévalait jusqu'alors , et qui est appelée à se renforcer et à perdurer.


Editore DSC

UNICEF en Haïti (fr)

Le violent séisme qui a frappé Haïti en janvier 2010 a provoqué des dégâts gigantesques. L’aide d’urgence que la Confédération suisse a immédiatement mise en place s'ajoute à celle qui prévalait jusqu'alors , et qui est appelée à se renforcer et à perdurer.


Editore DSC

Les eaux usées – Un défi du 21e siècle (fr)

San José Las Flores – une commune du Salvador prend son destin en main. La mort tragique de 37 enfants, victimes d’une épidémie de choléra, a poussé la population de San José Las Flores à s’attaquer au problème des eaux usées. Village pionnier au Salvador et dans toute l’Amérique centrale, San José Las Flores, aidé par la DDC, s’est mobilisé pour mettre en place une solution de traitement des eaux usées domestiques novatrice, durable et respectueuse de l’environnement. Le village a ainsi ouvert la voie à une amélioration de la santé et de la qualité de vie des ses citoyens.


Editore DSC

50 anni DDC

Film a titolo di 50 anni DDC


Editore DSC

Africa meridionale: sostegno a bambini traumatizzati (de)

Milioni di bambini e famiglie nell’Africa subsahariana soffrono della crisi dovuta all’HIV/AIDS, alla povertà e ai conflitti. Nel 2002, la DSC ha istituito la Regional Psychosocial Support Initiative (REPSSI), creando una rete di 13 Paesi nell’Africa orientale e meridionale, in cooperazione con Novartis Foundation for Sustainable Development e la Swedish International Development Cooperation Agency (SIDA). Obiettivo del programma è di fornire un sostegno psicosociale a milioni di bambini.


Editore DSC

Microassicurazione: ridurre la vulnerabilità nelle zone rurali (fr)

Nella regione di Tajra in Bolivia, i vigneti si stendono a perdita d’occhio. Ogni anno, tuttavia, numerosi piccoli produttori si indebitano per investire nei loro raccolti futuri. Purtroppo, si verificano regolarmente grandinate che mettono a rischio il frutto del loro lavoro e talvolta lo distruggono interamente.

Oggetto 61 – 72 di 102