Rilancio dei trasporti pubblici nella Repubblica ceca

Articolo, 15.11.2016

La città ceca di Beroun dispone di una nuova stazione degli autobus. Gli autobus locali e regionali si fermano ora proprio di fianco alla stazione ferroviaria, risparmiando ai passeggeri un tragitto di oltre un chilometro a piedi. Il progetto del contributo svizzero all’allargamento, oltre a ridurre notevolmente i tempi di trasferimento da un mezzo all’altro, migliora anche la sicurezza dei passeggeri e tiene conto delle esigenze delle persone con mobilità ridotta.

Un piccolo gruppo di persone sale su un autobus locale alla nuova stazione degli autobus. Alberi appena piantati e zone verdi testimoniano dell’impegno per rivitalizzare il territorio.
Dopo la ristrutturazione della stazione degli autobus i pendolari usufruiscono di migliori condizioni di viabilità. © DSC / SECO

Beroun è una città di quasi 20 000 abitanti che dista circa 30 km da Praga. Molti abitanti di Beroun e dintorni si recano regolarmente nella capitale per lavoro. Prima della realizzazione del progetto, i passeggeri dovevano percorrere a piedi il tratto di strada di circa un chilometro che separava la stazione degli autobus locali e regionali dalla stazione ferroviaria. Grazie al progetto del programma di cooperazione svizzero-ceco questa lacuna ha potuto essere colmata e il sistema dei trasporti pubblici è diventato molto più efficiente.

Il progetto recentemente concluso ha dato vita, nella piazza antistante la stazione ferroviaria di Beroun, a una stazione degli autobus dotata di tre marciapiedi coperti e di un tabellone elettronico. Nella fase di progettazione si è tenuto conto in particolare delle esigenze delle persone con mobilità ridotta.

Questo collegamento dei mezzi pubblici sul territorio è accompagnato da una sincronizzazione degli orari degli autobus regionali e locali con le coincidenze dei treni. Le aspettative sono grandi: il rinnovo dell’infrastruttura dei trasporti e il miglioramento del servizio dovrebbero comportare un aumento dei passeggeri del 10 per cento.

Attività supplementari grazie al cambio vantaggioso

La situazione favorevole degli appalti pubblici e gli effetti valutari superiori dovuti all’apprezzamento del franco svizzero in atto dal gennaio 2015 hanno permesso di realizzare attività supplementari nell’ambito del progetto. Così, ad esempio, la vecchia stazione degli autobus è stata smantellata, il parco adiacente è stato ampliato e rivitalizzato e i nuovi tabelloni installati presso alcune fermate degli autobus forniscono informazioni sugli orari in tempo reale.

Se in futuro, nonostante l’ottimizzazione degli orari, i tempi d’attesa alla stazione dovessero prolungarsi, bimbi e genitori potranno aspettare le coincidenze nel nuovo parco giochi di Beroun.

Trasporti pubblici: una priorità del programma svizzero nella Repubblica ceca

La Svizzera finanzia con un contributo di circa 29 milioni di franchi diversi progetti per migliorare i trasporti pubblici nella Repubblica ceca. Progetti simili a quello di Beroun sono in corso di realizzazione nelle città di Uhersky Brod e Pardubice. A Olomouc una nuova linea di tram lunga 1,4 chilometri collega una parte della città alla rete di trasporto. A Ostrava il risanamento di alcune fermate del tram aumenta la sicurezza dei passeggeri e una nuova linea di filobus viene a colmare una lacuna nella rete di trasporto urbana.