La Segretaria di Stato in visita nei Paesi baltici

Articolo, 22.05.2015

Dal 18 al 22 maggio la Segretaria di Stato Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch si è recata in visita nei Paesi baltici. Durante la sua permanenza ha visitato i siti in cui sono in corso di attuazione tre progetti sostenuti dal contributo svizzero all’allargamento.

La Segretaria di Stato Ineichen-Fleisch con Rolands Panko de la banca lettone di sviluppo
A Riga la Segretaria di Stato Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch ha fatto visita a un’impresa che ha ricevuto un credito nel quadro del programma di microcredito svizzero-lettone. Altum/SECO

Ridurre la mortalità materna e infantile in Lituania

A Vilnius la Segretaria di Stato si è recata in una clinica ostetrica sostenuta dalla Svizzera mediante un programma per migliorare l’assistenza sanitaria alle madri e ai bambini (contributo svizzero: 45,6 milioni di franchi). Il progetto iniziale prevedeva la sostituzione delle apparecchiature mediche obsolete e la ristrutturazione dell’infrastruttura di 22 ospedali, nonché il risanamento energetico di 16 di questi e la formazione del personale sanitario. Grazie alla forza del franco e ai risparmi nell’ambito degli appalti è stato possibile migliorare l’attrezzatura di ben 27 nosocomi, tra cui 24 sono stati anche risanati in modo efficiente dal punto di vista energetico.

Progetto in dettaglio

Migliorare il clima degli investimenti in Estonia

A Tallinn la delegazione ha incontrato l’unità organizzativa del Ministero delle finanze estone che sta attuando un progetto volto a promuovere l’adozione di norme internazionali nell’ambito del rendiconto e della revisione finanziari (ammontare del contributo svizzero: 1,8 milioni di franchi). Il progetto contribuisce a migliorare il clima degli investimenti e a prevenire eventuali crisi finanziarie:

  • le autorità e le associazioni acquisiscono conoscenze nell’ambito delle norme internazionali per la presentazione dei conti e la verifica della contabilità grazie alla partecipazione a formazioni (complessivamente 5400 giorni/partecipante);
  • 306 auditor hanno superato gli esami di riammissione;
  • le norme internazionali sono tradotte in estone;
  • l’Università di Tartu ha introdotto un ciclo di studi master nel settore dell’audit finanziario;
  • un nuovo software audit facilita il lavoro alle PMI.

Progetto in dettaglio (PDF, 533.1 kB, Italiano)

Creare posti di lavoro in Lettonia

A Riga la Segretaria di Stato Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch ha fatto visita a un’impresa che ha ricevuto un credito nel quadro del programma di microcredito svizzero-lettone. La «LLC Diamond technologies», impresa attiva del settore del rivestimento dei pavimenti e della pulizia dei mobili, ha acquistato con un microcredito dell’importo di 7200 euro un fioretto diamantato, una sega diamantata, un perforatore e diversi apparecchi per la pulizia. Grazie al microcredito l’imprenditore ha potuto ampliare la sua azienda e può ora impiegare tre dipendenti.

Il programma di microcredito (contributo svizzero: 7,92 milioni di franchi) facilita l’accesso al credito alle microimprese e ai lavoratori indipendenti. Con il contributo svizzero è stato possibile assegnare più di 1000 microcrediti e creare o mantenere circa 2500 posti di lavoro. Già da metà 2014 il programma si autofinanzia grazie al rimborso dei crediti concessi.

Progetto in dettaglio (PDF, Numero pagine 2, 442.6 kB, Italiano)