Commissione centrale per la navigazione sul Reno

La nave portacontainer "Graciosa" sul Reno
Containershiff auf dem Rhein in Basel © Norbert Aepli - CC BY 2.5

La Svizzera è membro della Commissione centrale per la navigazione sul Reno. Questo statuto le consente di contribuire all'elaborazione di regolamenti europei e di navigare liberamente sul Reno e sui suoi affluenti. 

La CCNR ei suoi compiti

Sono membri della Commissione centrale per la navigazione sul Reno (CCNR) i Paesi Bassi, il Belgio, la Germania, la Francia e la Svizzera. Le decisioni della CCNR devono essere prese all’unanimità. Ogni membro dispone del diritto di veto e riveste la funzione di presidente per un periodo di due anni. La Svizzera ha presieduto la CCNR negli anni 2006/2007 e assumerà la presidenza dell'organizzazione di nuovo negli anni 2016/2017.

La sede dell'organizzazione è a Strasburgo. Le sedute plenarie della CCNR sono organizzate due volte all'anno al «Palazzo del Reno». Sono tenute inoltre circa 50 riunioni dei dieci comitati della CCNR e dei rispettivi gruppi di lavoro. Il Segretariato centrale della CCNR occupa una quindicina di collaboratori. 

I compiti principali della  CCNR sono:

  • il mantenimento della libertà di navigazione sul Reno e sui suoi affluenti
  • la vigilanza delle prescrizioni tecniche uniformi (regime renano)

La Svizzera e la CCNR

La Svizzera è membro della CCNR dal 1920. La sua delegazione fissa è composta di sei membri, ossia del capo delegazione e di cinque commissari. Il capo dell'Ufficio svizzero della navigazione marittima dirige la delegazione svizzera presso la CCNR.

L’appartenenza e il rafforzamento del CCNR sono importanti per la Svizzera

  • la Svizzera può, a pari diritto, contribuire all’elaborazione di regolamenti europei riguardanti la navigazione sul Reno
  • le navi svizzere dispongono dei pieni diritti di circolazione sul Reno e sui suoi affluenti, vale a dire della libertà di navigazione e dell'esenzione dalle tasse. Questo grazie alla «Convenzione di Mannheim», uno degli accordi internazionali più antichi ai quali la Svizzera ha aderito

Punti di forza dell'attuale attività della CCNR

  • adattamento costante delle prescrizioni tecniche per la navigazione sul Reno agli standard in vigore
  • rafforzamento della cooperazione tra la CCNR e l'UE nell'ambito della navigazione interna
  • unificazione del diritto del trasporto per vie di navigazione interna in Europa. Con la caduta del muro di Berlino nel 1989 e il collegamento tra il Reno e il Danubio nel 1992, la collaborazione con gli Stati dell’Europa centrale e orientale acquista un'importanza sempre maggiore
  • nell’ambito della protezione dell’ambiente, in primo piano vi è l’applicazione della Convenzione internazionale sull’eliminazione dei rifiuti prodotti durante la navigazione interna e sul Reno. L’accordo fissa regole per l’eliminazione dei rifiuti e il rispettivo finanziamento

Informazioni supplementari