Acque

La Svizzera è il «serbatoio idrico d’Europa». La forza idrica costituisce la fonte d’energia rinnovabile più importante del Paese.

Cascate del Reno a Sciaffusa
Le cascate del Reno a Sciaffusa. © Beat Presser

La Svizzera possiede il 6% delle riserve d’acqua dolce d’Europa. Il regime idrico è alimentato dalle precipitazioni, dalle sorgenti naturali e dalle riserve idriche dei nevai e dei ghiacciai. Inoltre vi sono numerosi laghi e fiumi di vario tipo. 

La Svizzera è nota per la qualità delle sue acque sotterranee, che forniscono l’80% delle risorse di acqua potabile e per uso industriale. L’acqua potabile è di eccellente qualità; lo dimostra il fatto che per il 40% non necessita di alcun trattamento prima della distribuzione ai consumatori 

I nuclei familiari consumano in media 162 litri d’acqua al giorno per persona. Dall’inizio degli anni 1980, nonostante l’aumento demografico, il consumo totale (compreso quello dell’industria, dell’artigianato e dell’agricoltura) è diminuito del 30% circa. Questo calo è da attribuire principalmente allo spostamento all’estero di rami industriali che richiedono ingenti quantità di acqua e all’uso di elettrodomestici a basso consumo idrico. 

La forza idrica è la fonte di energia rinnovabile più importante del Paese, con la quale attualmente si produce il 56% dell’elettricità Due terzi di questa produzione provengono dai Cantoni alpini (Uri, Grigioni, Ticino e Vallese).