Validi il:
Diffusi il: 21.06.2017

Consigli di viaggio - Bhutan

Valutazione sommaria

In Bhutan la situazione politica è stabile.

Tra il 2006 e il 2008 in diverse città sono state collocate bombe. Singoli attentati hanno provocato il ferimento di persone e danni materiali. Altri casi di questo tipo non sono esclusi, come hanno dimostrato due esplosioni d’intensità minima nell’ottobre 2011 in Phuentsholing alla zona di confine con l’India. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

È possibile visitare il Bhutan unicamente organizzando il viaggio attraverso un’agenzia riconosciuta dalle autorità turistiche bhutanesi. Per le destinazioni al di fuori della capitale, occorre ottenere un’autorizzazione di un’agenzia di viaggio bhutanese.

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Nella regione di frontiera con l'India si raccomanda molta prudenza: Si raccomanda di informarsi presso le autorità locali sulla situazione di sicurezza attuale prima del viaggio e durante il soggiorno. Farsi accompagnare da una persona esperta del luogo e degna di fiducia. Attenersi alle istruzioni delle autorità locali (per esempio coprifuochi).

Trasporti e infrastrutture

Durante il periodo dei monsoni (da giugno a settembre) le strade possono diventare impraticabili a causa delle precipitazioni e frane; anche il traffico aereo può spesso subire ritardi.

Disposizioni giuridiche specifiche

Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punibili con anni d'incarcerazione già a partire da piccole quantità di qualsiasi tipo di droga.
I tabacchi possono essere importati solo per uso personale in locali privati. Al momento dell’entrata nel Paese devono essere dichiarati e sdoganati. La ricevuta deve poter essere presentata in ogni momento, altrimenti vi è il rischio di una pena detentiva per contrabbando.
Le condizioni di detenzione non rispecchiano gli standard elvetici.

Particolarità culturali

La maggioranza della popolazione si riconosce nel buddhismo. Riti religiosi e cerimonie influenzano notevolmente la vita quotidiana. Si raccomanda di adeguare il proprio comportamento e abbigliamento agli usi locali, in particolare durante la visita di monasteri e di conventi. Informarsi nelle guide turistiche, presso la propria agenzia di viaggi o sul posto in merito alle regole comportamentali e alle esatte disposizioni da rispettare.

Un esiguo numero di monasteri e luoghi sacri non sono accessibili ai turisti stranieri.

Pericoli naturali

Il Bhutan si trova in zona sismica. Se durante il soggiorno si dovessero verificare terremoti, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri parenti e seguire le istruzioni delle autorità e delle guide turistiche.

Le condizioni atmosferiche variano fortemente a seconda dell'altitudine. In inverno e all'inizio dell'anno, in alta montagna esiste un forte pericolo di valanghe. Le attività all'esterno richiedono una buona preparazione e un buon equipaggiamento. Si raccomanda di assicurarsi che la guida disponga d'informazioni aggiornate sulle condizioni atmosferiche nella zona di trekking. I sintomi di malori dovuti all'altitudine non vanno sottovalutati.

Assistenza medica

Fuori dai grandi centri abitati l'assistenza medica di base non è garantita ovunque. L'evacuazione di malati o feriti può essere particolarmente difficile nelle zone discoste, poiché in Bhutan gli elicotteri non sono disponibili subito. Se possibile, è consigliabile curare malattie e ferite serie all’estero. Le persone con un fattore rhesus negativo possono aver problemi ad ottenere una trasfusione.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute.
Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Indirizzi utili

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a New Delhi, India
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.