Relazioni bilaterali Svizzera–Honduras

Le relazioni tra la Svizzera e l’Honduras sono buone. Sia la DSC (cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario) sia la SECO sono presenti nel Paese con diversi progetti.

Priorità delle relazioni diplomatiche

La Svizzera e l’Honduras hanno concluso accordi in vari settori, come la cooperazione tecnica, la promozione e la protezione degli investimenti e la soppressione dei visti.

Gli interessi diplomatici della Svizzera sono rappresentati dall’Ambasciata di Svizzera in Guatemala, mentre gli affari consolari sono competenza dell’Ambasciata di Svizzera a San José (Costa Rica). Dal 1° luglio 2016 una console onoraria è preposta all’Agenzia consolare a Tegucigalpa.

La DSC gestisce un ufficio di collegamento a Tegucigalpa. L’ufficio principale regionale si trova a Managua (Nicaragua).

Banca dati dei trattati internazionali

Governo dell’Honduras

Cooperazione economica

Gli scambi economici tra la Svizzera e l’Honduras sono modesti. Negli anni 1990 la Svizzera ha partecipato ai programmi multilaterali per la liquidazione del debito dell’Honduras. Nel 2016 la Svizzera ha importato beni per 21,86 milioni CHF, in particolare prodotti agricoli. Le esportazioni verso l’Honduras nel 2016 ammontavano a 13,69 milioni CHF. La Svizzera esporta principalmente prodotti farmaceutici, macchinari e prodotti agricoli.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

L’America centrale è una regione prioritaria della cooperazione svizzera allo sviluppo. La DSC concentra le sue attività su Nicaragua e Honduras.

Dal 1978 l’Honduras è un Paese prioritario della DSC. Il sostegno abbraccia tre settori:

  • promozione delle piccole e medie imprese (PMI);
  • buongoverno e bilancio pubblico;
  • infrastruttura e servizi pubblici locali, in particolare acqua potabile ed energia.

Dal 2013 la DSC partecipa, insieme alla Banca interamericana di sviluppo (IDB), a una riforma globale del corpo di polizia. Un altro campo di intervento è la formazione professionale per i giovani in quartieri afflitti da una violenza endemica. Nella strategia di cooperazione 2018-2021 la DSC porta avanti il proprio lavoro nei settori del buongoverno e dello Stato di diritto, del lavoro, dello sviluppo economico, del cambiamento climatico, della prevenzione delle catastrofi e delle risorse naturali. L’aiuto umanitario è parte integrante del programma della DSC.

Dopo l’uragano Mitch del 1998, la Svizzera ha fornito all’Honduras aiuti umanitari. Con programmi di prevenzione si mira a preparare meglio la popolazione civile ad affrontare le catastrofi naturali.

Nel 2016 le spese della DSC e della SECO in America centrale ammontavano a 38,8 milioni CHF.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Le svizzere e gli svizzeri in Honduras

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2016 in Honduras risiedevano 248 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

L’Honduras diventa una Repubblica nel 1839. La Svizzera riconosce immediatamente il nuovo Stato e nel 1936 vi apre un consolato. I due Paesi intrattengono relazioni diplomatiche dal 1957. Da allora gli interessi diplomatici svizzeri sono tutelati dall’Ambasciata di Svizzera in Guatemala.

Durante la Seconda guerra mondiale la Svizzera rappresenta gli interessi dell’Honduras in Germania e in Ungheria e dal 1962 al 1985 a Cuba.La DSC, attiva in Honduras dal 1978, apre un ufficio di coordinamento a Tegucigalpa nel 1981. Nel 1993 l’ufficio regionale principale è trasferito a Managua. e quello di Tegucigalpa è trasformato in ufficio di collegamento e di programma.

Honduras, Dizionario storico della Svizzera

Documenti diplomatici svizzeri, Dodis