Europol

fehlt
L’Accordo permette di migliorare la cooperazione tra gli organi di polizia che lottano contro la criminalità internazionale e il terrorismo. © UE

L’Accordo tra la Svizzera ed Europol, l’autorità di perseguimento penale dell’Unione europea (UE), migliora la cooperazione tra le varie forze di polizia allo scopo di prevenire e combattere le forme gravi e organizzate di criminalità internazionale e di terrorismo.

L’Accordo permette così di facilitare lo scambio sicuro e rapido d’informazioni strategiche e operative nonché la cooperazione nell’ambito dell’analisi. Esso consente alla Svizzera e a Europol di trasmettersi conoscenze specializzate, di partecipare ad attività di formazione nonché di aiutarsi vicendevolmente nell’ambito di inchieste concrete. La Svizzera dispone all’Aia (NL) di un ufficio di collegamento con due addetti di polizia e un ufficiale di collegamento del Corpo delle guardie di confine al fine di semplificare e coordinare la cooperazione.

Cronologia

  • 01.10.2018: seconda estensione del campo d’applicazione
  • 01.01.2008: prima estensione del campo d’applicazione
  • 01.03.2006: entrata in vigore dell’Accordo
  • 07.10.2005: approvazione da parte del Parlamento
  • 24.09.2004: firma dell’Accordo

Stato del dossier: Agosto 2019

Informazioni supplementari