Sfide globali

Albero che cresce in un vaso rotto come simbolo della protezione dell'ambiente
Una gestione sostenibile della terra e delle risorse naturali è indispensabile per migliorare i mezzi di sussistenza. © CCO

I cambiamenti climatici, le crisi alimentari, le emergenze idriche e i flussi migratori influiscono sempre di più sulle prospettive di sviluppo dei Paesi poveri. Per questo motivo la DSC si impegna con i programmi globali a impostazione tematica nel dialogo politico internazionale per risolvere le sfide globali e per promuovere una globalizzazione votata allo sviluppo.

Le sfide globali non si arrestano davanti ai confini nazionali. Anche nella gestione dei beni collettivi globali non appartenenti a nessuno, ma accessibili a tutti, come ad esempio l'aria e l'acqua, le tradizionali forme di cooperazione internazionale si rivelano insufficienti.

Sono necessarie soluzioni convenute a livello internazionale.

Se il danneggiamento e il consumo di risorse limitate sono da imputare prevalentemente ai Paesi industrializzati e ai Paesi emergenti, sono soprattutto i Paesi in via di sviluppo a basso reddito e le fasce di popolazione meno abbienti a doverne subire le conseguenze.

Ponendo l'accento in modo specifico sulla gestione di rischi e compiti globali, la DSC promuove le opportunità di sviluppo dei Paesi poveri e le loro possibilità di adeguarsi ai mutamenti globali.

Dialogo politico

La Svizzera partecipa attivamente ai processi internazionali e multilaterali e, facendo leva sul dialogo, elabora norme di carattere globale come ad esempio convenzioni internazionali, processi e iniziative

Progetti globali

Le sfide globali richiedono risposte globali. Nell'intento di trovare soluzioni innovative, oltre a favorire l'interazione tra gli specialisti la DSC ha elaborato appositi programmi globali