Sostenere l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne

La cooperazione internazionale della Svizzera si impegna a favore dell’uguaglianza di genere sul piano sociale, economico e politico. Intende integrare in modo paritario uomini e donne in tutti i processi, come previsto dagli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

È un dato di fatto che le donne che godono di pari diritti sono più istruite, più in salute e hanno maggiore accesso alla terra, al lavoro e alle risorse finanziarie. Promuovere l’emancipazione femminile è pertanto essenziale: le donne, infatti, sono motori di sviluppo per le proprie famiglie e per le loro comunità.

La cooperazione internazionale della Svizzera si impegna a favore dell’uguaglianza di genere, tenendo conto delle differenze di ruoli ed esigenze tra donne e uomini. Tre sono gli ambiti di intervento prioritari:

  • la Svizzera si impegna per il diritto delle donne e delle ragazze a una vita priva di ogni forma di violenza e per i diritti in materia di salute sessuale e riproduttiva. Promuove in particolare il rafforzamento dei diritti di donne e ragazze nei contesti fragili e di conflitto. Diversi progetti mirano a potenziare l’impegno degli uomini e dei ragazzi a favore dell’uguaglianza di genere e della prevenzione della violenza;
  • la Svizzera si impegna per il rafforzamento delle capacità economiche delle donne. Promuove l’accesso all’istruzione di base e ai programmi di formazione professionale nonché alle risorse naturali, ai mercati e ai servizi;
  • la Svizzera cerca di aumentare la partecipazione politica delle donne nell’ambito dei processi decisionali e della gestione degli affari pubblici a livello locale e nazionale. Al pari degli uomini, le donne devono poter partecipare alla costruzione dello Stato. I loro contributi alla democratizzazione e alla pace sono infatti molto spesso determinanti.

L’uguaglianza di genere è un tema trasversale nei progetti della cooperazione internazionale della Svizzera. Sulla base delle informazioni raccolte sul campo, la Svizzera si adopera anche per il rispetto delle regole e delle norme adottate a livello internazionale in materia di diritti delle donne.