Nepal

La Svizzera sostiene lo sviluppo democratico del nuovo Stato federale in Nepal. Attraverso la DSC, promuove uno sviluppo socioeconomico equo e l’esercizio da parte delle donne e degli uomini dei loro diritti e responsabilità nell’ambito delle nuove strutture federali.

Cartina del Nepal
© DFAE

Il Nepal sta attraversando profonde trasformazioni demografiche, economiche e politiche. Nel Paese è in atto un’urbanizzazione accelerata: si prevede che la popolazione delle città raddoppierà entro il 2050. Nel 2015, una serie di terremoti ha scosso il Nepal rallentandone l’economia. La migrazione per motivi di lavoro, principalmente verso i Paesi del Golfo, è un fattore rilevante che permette di ridurre la povertà. Tuttavia essa continua a dipendere dalle fluttuazioni dell’economia regionale. Nell’arco di 15 anni, il tasso di povertà nazionale è sceso dal 53 al 23 % grazie alle rimesse di denaro inviate dai cittadini nepalesi che lavorano nei Paesi del Golfo.

Nel 2015, il Nepal ha adottato una nuova Costituzione federale, che ha comportato la creazione di 753 nuove amministrazioni locali e di sette nuove province. In occasione delle elezioni del 2017 sono stati nominati migliaia di nuovi eletti, rappresentati da donne e uomini nepalesi di vari ceti sociali e condizioni economiche. Tuttavia, la creazione di una cultura politica orientata alle esigenze della popolazione rimane una sfida, così come il funzionamento del nuovo sistema federale.

Contributi della Svizzera per lo sviluppo e la cooperazione

Costruzione di uno Stato federale

Garantire uno sviluppo socioeconomico equo tra donne e uomini

Tramite la DSC, la Svizzera sostiene, a livello municipale, la creazione di spazi di consultazione e partecipazione destinati ai cittadini per la pianificazione delle risorse e la gestione dei conflitti identitari. Si adopera anche a favore del rafforzamento delle competenze dei dipendenti dell’amministrazione pubblica e degli eletti per garantire la qualità dei servizi alla popolazione e promuove la partecipazione delle donne, dei gruppi discriminati e dei lavoratori migranti perché possano esercitare i loro diritti e responsabilità e influenzare a loro vantaggio il funzionamento, le politiche e le decisioni dello Stato.

La DSC si impegna inoltre per consolidare il dialogo tra le autorità e la popolazione e migliorare la gestione delle finanze pubbliche. La Svizzera, ad esempio, ha svolto un ruolo chiave nella stesura della nuova Costituzione mettendo la propria esperienza a disposizione degli esperti.

Impegno nei contesti fragili e prevenzione dei conflitti

Riforme economiche e dello Stato

Creazione di posti di lavoro e di redditi

Sostenere la formazione professionale, il miglioramento della produzione agricola e lo sviluppo delle infrastrutture

La DSC sostiene le donne e gli uomini, in particolare quelli appartenenti a gruppi svantaggiati, nello sviluppo delle competenze professionali che permettono loro di trovare un lavoro e aumentare il loro reddito. Inoltre incoraggia la popolazione nepalese a partecipare alla definizione delle politiche nei settori dell’agricoltura, della formazione professionale e della costruzione delle infrastrutture.

Tra le altre priorità della DSC figurano il miglioramento della qualità della produzione mediante servizi e consulenza ai produttori e l’agevolazione dell’accesso ai mercati rurali e urbani. La DSC incoraggia lo sviluppo di competenze professionali attraverso il modello di apprendistato, soprattutto tra i giovani.

Con il suo appoggio, si realizzano infrastrutture di trasporto e sistemi di irrigazione efficaci che consentono di rafforzare la sicurezza alimentare per più di un milione di nepalesi, il 60% dei quali appartiene a gruppi svantaggiati e il 42 % è costituito da donne.

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari / occupazione giovanile

Metodo di lavoro e partner

Il programma è attuato in collaborazione con partner nepalesi, svizzeri e internazionali, in special modo con organizzazioni governative a livello nazionale, provinciale e locale, organizzazioni dell’ONU e istituti finanziari internazionali, organizzazioni della società civile e organismi del settore privato. Per quanto riguarda l’elaborazione di politiche e la realizzazione di un dialogo, la Svizzera promuove la formazione di alleanze e l’adozione di posizioni concordate tra i donatori. Il Centro internazionale per lo sviluppo integrato delle montagne (International Centre for Integrated Mountain Development, ICIMOD) è un partner importante della DSC.

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 25

Nepal: un ventaglio di misure contro la violenza di genere

Foto di gruppo delle partecipanti dall’alto

01.02.2016 - 30.06.2020

In Nepal la violenza di genere è un problema molto diffuso, che ostacola uno sviluppo sostenibile. Per questo, a inizio 2016, la DSC e il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) hanno lanciato un apposito progetto di azione e prevenzione spalmato su tre anni. Nell’ambito del progetto le donne e le ragazze vengono educate sui loro diritti e incoraggiate a nominare forme di violenza. Parallelamente uomini e ragazzi vengono motivati a cambiare atteggiamento nei confronti delle donne. Un ulteriore obiettivo è garantire un’assistenza più rapida ed efficace alle vittime. I primi cambiamenti sono incoraggianti.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Nepal
gender
humanrights
sexual-gender-based-violence
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
15180
Diritti umani

01.02.2016 - 30.06.2020


CHF 3'743'000



Vite appese a un cavo

Donne attraversano un ponte trasportando dei cesti.

01.08.2014 - 31.07.2019

In Nepal i ponti sono fondamentali per la mobilità delle persone che vivono nelle aree rurali. Oltre 80 di queste strutture sono state gravemente danneggiate o distrutte durante le scosse sismiche del 2015, mettendo in pericolo l’accesso alle strutture scolastiche, ai centri sanitari e ai mercati locali per migliaia di abitanti delle regioni di montagna. La DSC ha partecipato agli sforzi di ricostruzione, forte della sua vasta conoscenza della regione.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Nepal
Agricoltura e sicurezza alimentare
Infrastruttura rurale (till 2016)
Sviluppo della catena di valore agricola (til 2016)
TRASPORTO E IMMAGAZZINAMENTO
MULTISETTORALE
Politica dei trasporti e gestione amministrativa
Sviluppo rurale

01.08.2014 - 31.07.2019


CHF 10'998'000



Un fondo per la formazione professionale delle persone più svantaggiate in Nepal

 Eine junge nepalesische Frau arbeitet an einem Sicherungskasten.

01.01.2011 - 30.06.2020

La DSC ha fondato l’Employment Fund Nepal insieme al Governo nepalese e ad altri partner. Il fondo mira ad assicurare una formazione ai giovani e alle persone più svantaggiate. Gli istituti di formazione si assumono i costi dei corsi e ottengono un rimborso da parte del fondo quando le persone formate hanno trovato un impiego che permette loro di avere un reddito soddisfacente.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Nepal
Vocational training
Impiego & sviluppo economico
Formazione professionale
Employment creation
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
INDUSTRIA
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)

01.01.2011 - 30.06.2020


CHF 5'996'665



Gender-based Violence Prevention and Response Project (GBV Project)

01.01.2024 - 31.12.2027

Gender-based violence is prevalent in Nepal because of patriarchal values, lack of rights awareness or support services and poor implementation of laws. In the first phase, the project will directly reach 50,000 households in three districts with GBV prevention activities involving women, girls, men and boys and will provide improved medical, psychosocial and legal services for a minimum of 1’000 GBV survivors. Subsequently, the coverage will be increased.


Progetto pianificato

Subnational Governance Program (SNGP)

16.07.2023 - 15.07.2030

The overall goal of the Program is to support the subnational governments to build sustainable, inclusive and democratic institutions that deliver services to the citizens, especially from disadvantaged groups, in an efficient and effective way and as per their constitutional mandate. The Program will be nationally coordinated government-led and implementation will mainly take place in all seven provinces and 753 local level governments of Nepal.


Progetto pianificato

Enhanced Skills for Sustainable and Reliable Employment (ENSSURE)

01.01.2020 - 31.12.2025

500’000 unskilled youths enter the Nepali labour market yearly but remain un- or underemployed as the market cannot absorb them. ENSSURE aims at enhancing gainful wage and self-employment mainly for youth of disadvantaged groups through short-/medium-term training, apprenticeship and business skills development. It will work through close public-private partnerships at national and district level of the vocational training and expand service provision to sectors of high productivity and employment.


She Leads – Women Leadership Programme

01.01.2019 - 31.12.2022

Federalism has created a historic opportunity for some 14’000 Nepalese women, over half of them from socially discriminated groups, to serve for the first time as elected representatives at local level. However, most elected women at local level remain excluded from political decision making due to discrimination based on patriarchal norms and values, and lack of resources and networks. The project promotes women leadership to support the peace process and to prevent future conflicts.


Progetto pianificato

State Support Programme (SSP)

01.10.2018 - 31.07.2030

Well-functioning State institutions and governance processes are key to success or failure of the new federal system in Nepal. States are a critical catalyst for identity, conflict resolution, regional development and the consolidation of the peace process. By promoting platforms for intergovern-mental cooperation and deliberative processes, and by fostering implementation capacities and the link with citizens in State 1, the program contributes to a successful federal transition in Nepal.


Migrant Rights and Decent Work (MiriDew)

01.09.2018 - 31.08.2021

Remittances sent home by over 3 million Nepali migrant workers have significantly reduced poverty. Nevertheless, the rights of migrants are regularly violated. The proposed project will enhance the Government of Nepal’s understanding of overseas labour market conditions and strengthen mechanisms to better protect the rights of Nepali workers at home and abroad through better consular support and a strong presence in the international policy dialogue.


Safer Migration (SaMI III) project

16.07.2018 - 15.07.2022

Labour migration is positively affecting Nepal’s socio-economic development with remittances significantly reducing poverty. Nevertheless, the rights of migrants are often violated. The Safer Migration project will empower migrants and their families and strengthen government protection mechanisms. The project will benefit about 600’000 men and women in three states of Nepal and enable about 60 local governments to run foreign employment services.


Motorable Local Roads Bridge Programme (MLRBP) – Phase III

01.03.2017 - 31.07.2020

MLRBP III will contribute directly to improved livelihoods of 1.2 million rural people through technical assistance in bridge building and facilitating improved access. Lack of access to services, markets and opportunities remains one of the reasons for high poverty. Bridges on local roads are critical for an all year round access for the rural poor, creating economic and social development opportunities for them, and reducing the huge economic costs they incur for travel, trade, health and farm inputs.


Oggetto 1 – 12 di 25