Fine delle attività della DSC in Bhutan, che ha avviato un incoraggiante processo democratico

Articolo, 06.03.2017

La cooperazione tra la Svizzera e il Bhutan risale alla metà degli anni 1960. Dopo aver finanziato per decenni diversi progetti di sviluppo rurale lanciati dall’organizzazione Helvetas, su richiesta delle autorità bhutanesi la DSC ha iniziato a operare nel settore del buongoverno, dove nell’arco di dieci anni sono stati compiuti notevoli progressi. L’impegno della DSC in Bhutan si conclude ora definitivamente in questa prima parte del 2017.

Donne e bambini assistono a un evento.
Con le sue attività in Bhutan la Svizzera ha accompagnato l’attuazione di riforme politiche che hanno rafforzato i diritti delle cittadine e dei cittadini. © DSC

Tutto è iniziato con lo stretto legame nato alla fine degli anni 1940 tra due giovani donne: la figlia di un ricco industriale zurighese e la futura regina del Bhutan. Da quel momento ha preso il via una lunga tradizione di cooperazione tra la Svizzera e questo piccolo regno himalayano, caratterizzata da decenni di programmi di sviluppo rurale finanziati dalla DSC e attuati dall’organizzazione Helvetas.

Richiesta di competenze svizzere  

A seguito dell’entrata in vigore di una nuova Costituzione nel 2007 e all’organizzazione delle prime elezioni generali nel 2008, il Bhutan ha chiesto di poter usufruire della competenza e dell’esperienza della Svizzera in materia di democrazia. La DSC ha perciò ridefinito le modalità del proprio sostegno per accompagnare il Paese nell’attuazione di meccanismi decisionali trasparenti e democratici.

In circa dieci anni la DSC ha investito oltre 20 milioni CHF nel settore del buongoverno, ottenendo notevoli progressi a livello pratico per quanto riguarda la responsabilità delle autorità nei confronti del proprio operato e il maggiore coinvolgimento delle cittadine e dei cittadini nella gestione degli affari pubblici.

Il bilancio è quindi positivo e le autorità e le popolazioni bhutanesi esprimono tutta la loro riconoscenza alla Svizzera per il lavoro svolto. La DSC cesserà definitivamente le proprie attività in Bhutan entro l’estate del 2017 per concentrarsi su altri contesti più precari. Il Bhutan, dal canto suo, dovrebbe essere in grado di consolidare la prassi democratica sulla base delle solide competenze acquisite.

Panoramica dei principali progetti attuati

DSC
Due uomini in un ufficio. © DSC

Lotta contro la corruzione

La DSC ha potenziato le capacità della Commissione anticorruzione del Bhutan sin dalla sua creazione nel 2006.

Rami di alberi ammassati sulla riva di un fiume.
Rami di alberi ammassati sulla riva di un fiume. © DSC

Gestione forestale decentralizzata

Con uno dei suoi progetti di punta in Bhutan la DSC ha incoraggiato più di 600 comunità di villaggio a organizzarsi in diverse unità di gestione forestale.

Una corte di giustizia.
Una corte di giustizia. © DSC

Verso una giustizia indipendente

In collaborazione con la cooperazione austriaca, la DSC ha contribuito a creare un sistema giudiziario competente, indipendente e imparziale.

Tre ufficiali del Bhutan in uniforme e un ospite occidentale.
Tre ufficiali del Bhutan in uniforme e un ospite occidentale. © DSC

Rafforzamento delle autorità decentralizzate

Grazie al sostegno della DSC oltre 6200 funzionari e rappresentanti politici locali hanno ricevuto la formazione necessaria per migliorare le competenze gestionali delle autorità decentralizzate.

Una donna al computer.
Una donna al computer. © DSC

Servizi più accessibili

La DSC ha facilitato l’accesso da parte della popolazione a diversi servizi dell’amministrazione.

Quattro donne che parlano.
Quattro donne che parlano. © DSC

Promozione delle donne

Promuovere la causa femminile è stata una delle priorità dell’impegno della DSC in Bhutan.

Una signora anziana indossa delle cuffie.
Una signora anziana indossa delle cuffie. © DSC

Sostegno ai media

La DSC ha contribuito alla valorizzazione e alla professionalizzazione dei media in Bhutan.

Tavola rotonda, mostra e cena in piedi con accompagnamento musicale

L’11 marzo 2017 si terrà nel pomeriggio una festa per suggellare la conclusione delle attività della DSC in Bhutan. La DSC e la Society Switzerland-Bhutan invitano tutte le persone interessate a partecipare. È prevista una tavola rotonda a cui prenderanno parte diverse personalità bhutanesi e svizzere per discutere del contributo fornito dalla DSC allo sviluppo e al processo democratico avviato in questo piccolo regno himalayano. L’evento si concluderà con una cena in piedi.

Retrospettiva dell’evento