Prevenzione dei conflitti per l’acqua: la Svizzera riceve una delegazione del Medio e Vicino Oriente

Berna, Comunicato stampa, 26.09.2013

L’acqua, che è talvolta un fattore di divisione e tensione, può diventare uno strumento di pace e cooperazione. È questa l’idea difesa dalla Svizzera dal 2009 mediante la sua iniziativa Blue Peace Middle East, nel cui ambito una delegazione di una quarantina di persone provenienti dal Medio e Vicino Oriente si trova attualmente nel nostro Paese. Dopo essersi intrattenuti, ieri a Berna, con esponenti dell’Amministrazione federale e parlamentari svizzeri, oggi e domani la delegazione è sulle rive del Reno, in Svizzera e Germania, per incontrare i rappresentanti della Commissione internazionale per la protezione del Reno (CIPR).

Da qualche anno la Svizzera ha messo a punto un approccio innovativo sulla diplomazia dell’acqua in Medio Oriente. Nota come Blue Peace Middle East, questa iniziativa coinvolge le autorità e i leader di vari Paesi: Turchia, Libano, Iraq, Giordania e Siria. Originale a livello concettuale, diplomatico e operativo, essa insiste sulla necessità di una cooperazione transfrontaliera nella gestione delle risorse idriche e mira a far emergere strumenti e modelli che consentano di stabilire un dialogo transfrontaliero efficace su queste risorse e a instaurare una vera e propria «pace blu» nelle regioni colpite dal problema.

Composta da ex ministri, parlamentari, giornalisti, editori ed esperti provenienti dalla rete Blue Peace, la delegazione che si trova attualmente in Svizzera gode di un forte credito politico, istituzionale e mediatico nei Paesi della regione, dove i suoi membri incoraggiano attivamente il dialogo sulla gestione dell’acqua tra gli attori politici, il mondo accademico, i tecnici e la società civile, contribuendo così al successo dell’impegno svizzero nell’area.

Ieri, durante il loro breve soggiorno a Berna, i membri della delegazione hanno parlato delle sfide, dei processi in corso e dei contributi che la Svizzera fornisce nel quadro di Blue Peace. L’incontro con i i parlamentari svizzeri ha anche offerto l’occasione di uno scambio sul problema dell’acqua, cruciale nella geopolitica del Medio Oriente, e sui primi risultati della rete di giornalisti della regione: creato nel marzo 2013, il Blue Peace Media Network è una delle espressioni del contributo elvetico all’iniziativa Blue Peace.

Oggi e domani, la delegazione realizzerà visite in sito a Rheinfelden, Basilea e Coblenza (D). Queste visite, organizzate su richiesta dei membri della delegazione, hanno per obiettivo lo studio del funzionamento della Commissione internazionale per la protezione del Reno (CIPR), in seno alla quale vari Stati e regioni del bacino renano cooperano per conciliare i molteplici interessi in termini di uso e protezione del Reno. I membri della delegazione approfitteranno dell’esperienza maturata nell’ambito della CIPR per trarne delle lezioni applicabili alla loro regione.

Da parte sua, la Svizzera proseguirà nell’attuazione dell’iniziativa Blue Peace. Oltre a tenere consultazioni regolari con i leader politici della regione, si occuperà anche della supervisione di due progetti da essa sostenuti: il primo mira a migliorare l’analisi dei diversi usi, attuali e futuri, dell’acqua in Giordania, Iraq, Libano, Siria e Turchia, il secondo ha lo scopo di mettere a punto una gestione integrata delle acque dell’Oronte, fiume transfrontaliero tra Libano, Siria e Turchia.

Informazioni
Informazione DFAE
+41 (0)31 322 31 53


Informazioni supplementari:

DSC: Iniziativa Blue Peace


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri