Doppio anniversario per la Svizzera e la Mongolia: 50 anni di relazioni diplomatici, 10 anni di cooperazione allo sviluppo

Berna, Comunicato stampa, 19.05.2014

Nel 2014, la Svizzera e la Mongolia festeggiano 50 anni di relazioni diplomatiche e 10 di presenza della cooperazione svizzera allo sviluppo in Mongolia. In occasione di questi anniversari, il direttore della DSC Martin Dahinden si recherà dal 20 al 22 maggio a Ulan Bator, dove incontrerà alti rappresentanti governativi e rappresenterà la Svizzera ai festeggiamenti ufficiali.

Il 22 maggio 1964, la Svizzera e la Mongolia hanno avviato i contatti diplomatici. In occasione del 50° anniversario, il 21 maggio, Martin Dahinden, direttore della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), incontrerà, nelle veci di rappresentante del Governo svizzero, il ministro degli affari esteri mongolo Bold Luvsanvandan, il viceministro dell'industria e dell'agricoltura Tuvaan Tsevegdorj, il ministro del lavoro Sanjmyatav Yadamsuren e il capo della coalizione governativa Battsereg Namdag, nella capitale mongola Ulan Bator. Durante i colloqui, il direttore della DSC Martin Dahinden e i suoi interlocutori mongoli discuteranno delle relazioni bilaterali e delle attività della Svizzera nell'ambito della cooperazione allo sviluppo. Altri temi trattati saranno la cooperazione nel settore della migrazione e della lotta contro la tratta di esseri umani, nonché la presidenza svizzera dell'OSCE, organizzazione di cui la Mongolia è il membro di più recente adesione (57° Stato partecipante).

Dall'inizio delle relazioni diplomatiche, la Svizzera e la Mongolia intrattengono contatti amichevoli e, dal 2008, organizzano ogni due anni consultazioni politiche. L'ultima si è tenuta il 24 marzo 2014 a Berna. La reputazione della Svizzera in Mongolia è eccellente. In particolare, il modello svizzero della democrazia diretta gode di grande considerazione presso il Governo mongolo.
La decentralizzazione del sistema governativo è anche una priorità della cooperazione svizzera allo sviluppo. Oltre al processo di decentralizzazione, la DSC sostiene la Mongolia nella promozione della società civile. Altre priorità tematiche della cooperazione svizzera allo sviluppo, che con il suo impegno decennale ha permesso di ampliare in modo considerevole le relazioni bilaterali tra i due Paesi, sono l'agricoltura, la sicurezza alimentare, la formazione professionale e la piccola industria mineraria. Nell'ambito dell'agricoltura, la DSC è attualmente attiva nella coltivazione delle patate e di ortaggi (ottimizzazione di specie, sementi e stoccaggio), nel sostegno alle cooperative di pastori per migliorare l'utilizzazione dei pascoli e la commercializzazione della lana, nel potenziamento del sistema veterinario e nell'introduzione di un'assicurazione nazionale per il bestiame. Nel campo della formazione professionale, la DSC si concentra sull'occupazione dei giovani e degli adulti e sostiene il Governo mongolo, tra l'altro, nello sviluppare formazioni professionali continue e consulenze professionali di breve durata.

L'Ufficio di cooperazione della DSC di Ulan Bator è stato aperto nel 2004. L'Aiuto umanitario era già presente nel 2001 durante il terzo «zud» consecutivo, un periodo di siccità in estate seguito da forti nevicate in inverno che provoca la morte di molti capi di bestiame.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera-Mongolia
Ufficio di cooperazione della DSC in Mongolia (en)
Dieci anni di cooperazione allo sviluppo in immagini
Intervista al direttore supplente dell’Ufficio di cooperazione della DSC in Mongolia
2030 Water Resources Group


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri