America centrale (Nicaragua, Honduras)

I temi prioritari della cooperazione allo sviluppo svizzera in America centrale sono la promozione dello sviluppo economico, il rafforzamento dei Comuni e dello Stato di diritto e le misure per adeguarsi ai cambiamenti climatici e per ridurre i pericoli naturali. La collaborazione bilaterale si concentra sull’Honduras e il Nicaragua. In questo contesto, la DSC sostiene anche iniziative regionali.

Cartina della regione America centrale (Nicaragua, Honduras)
© DFAE

Il Nicaragua e l’Honduras sono i Paesi più poveri della regione. Le sfide da affrontare sono differenti a seconda del Paese: il Nicaragua possiede istituzioni relativamente stabili e registra progressi nella riduzione della povertà nelle zone rurali. In Honduras la lotta contro la povertà ristagna, le istituzioni sono deboli e l’insicurezza è molto elevata perfino a livello regionale. Dal 2013 la DSC ha incrementato le proprie attività per la prevenzione della violenza e il rafforzamento della tutela dei diritti dell’uomo in questo Paese. La regione è anche vittima di uragani e di precipitazioni irregolari, fenomeni che si sono inaspriti con i cambiamenti climatici. Perciò la DSC fonde i propri sforzi di riduzione dei pericoli naturali («Disaster Risk Reduction» DRR) con le misure per adattarsi ai cambiamenti climatici.

Sviluppo economico

Rafforzamento delle piccole imprese

Le piccole imprese sono la colonna portante dell’economia. In America centrale la DSC incoraggia le catene di valore aggiunto rurali legate al caffè, al cacao, al mais, ai fagioli, al miele e all’agriturismo. Organizzando comitati e incrementando la qualità dei prodotti e le vendite, i piccoli contadini e le piccole imprese rurali possono aumentare il proprio reddito. La Svizzera sostiene anche il miglioramento delle condizioni quadro economiche per i piccoli produttori, ad esempio appoggiando i ministeri competenti nell’elaborazione e nell’applicazione di politiche di promozione nazionale.

Formazione professionale per i giovani

Offerte di formazione professionale di base incrementano le possibilità di lavoro dei giovani nei quartieri poveri e nelle regioni rurali. In Honduras, queste offerte si rivolgono a giovani di quartieri con un’elevata criminalità e contribuiscono così a contenere la violenza.

Istruzione di base e formazione professionale

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari

Governance

Rafforzare i Comuni

In seguito alla politica di decentralizzazione statale, i Comuni ricevono budget supplementari ma devono incaricarsi anche di compiti supplementari. La DSC accompagna 20 Comuni rurali sia in Nicaragua sia in Honduras affinché questi possano fornire servizi migliori e promuovere lo sviluppo del Comune, per esempio realizzando catasti rurali per la corretta tassazione della proprietà fondiaria.

Acqua, energia elettrica e strade

La Svizzera s’impegna in particolare per migliorare l’accesso dei Comuni rurali all’infrastruttura di base. 130 000 persone hanno potuto allacciarsi alla rete idrica ed elettrica e 170 000 persone hanno potuto approfittare della creazione di nuove strade la cui costruzione è cominciata nel 2008 grazie all’aiuto svizzero.

Riforma della polizia

In Honduras, i progressi di sviluppo vengono frenati dal tasso di criminalità e omicidi più elevato al mondo. Dal 2013 la DSC accompagna la riforma della polizia e misure mirate a incrementare la sicurezza dei cittadini in cinque città di medie dimensioni.

Avvocatura e buon governo

Adattamento ai cambiamenti climatici

Carte dei rischi e pianificazione territoriale

Il rischio di uragani devastanti e di lunghi periodi di siccità è aumentato in seguito ai cambiamenti climatici. Realizzando carte dei rischi e con una pianificazione territoriale che tenga conto dei bacini dei fiumi e della gestione sostenibile delle risorse naturali, i Comuni vengono sostenuti nell’adattarsi alle possibili conseguenze dovute ai cambiamenti climatici.

Sbarramenti e piante resistenti alle siccità

La DSC promuove il ricorso a metodi innovativi per l’agricoltura, per esempio la coltivazione di piante resistenti alla siccità e la realizzazione di piccoli sbarramenti. In questo modo i piccoli agricoltori possono affrontare meglio i periodi in cui l’acqua scarseggia.

Cambiamenti climatici e ambiente

Aiuto umanitario

Intervento rapido in loco

La presenza di esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA) a Managua consente alla Svizzera di reagire rapidamente a catastrofi improvvise. Nel 2006 sono state create squadre di emergenza locali con rappresentanti del CSA e di ambasciate e ONG svizzere in Nicaragua, Honduras, El Salvador e Guatemala. Queste squadre sono pronte a intervenire 24 ore su 24 sette giorni su sette per far fronte alle conseguenze delle catastrofi naturali, valutando rapidamente l’entità dei danni e il fabbisogno di aiuti umanitari. 

In collaborazione con istituzioni transregionali e di istruzione terziaria, l'Aiuto umanitario della DSC sta anche rafforzando le capacità locali per ridurre i rischi di catastrofi, tra l’altro mediante l’elaborazione di un programma di Master in diverse università dell’America centrale.

Aiuto Umanitario: salvare vite e alleviare la sofferenza

Storia della cooperazione

Impegno da oltre 30 anni

La cooperazione allo sviluppo svizzera è presente in America centrale dal 1978. Avviate in Honduras, durante gli anni 1980 le attività sono state estese anche al Nicaragua e dal 1993 l’ufficio regionale principale si trova a Managua. Nel frattempo (1995-2009) la DSC ha effettuato interventi umanitari anche in El Salvador, in seguito al passaggio dell’uragano Mitch. In Guatemala la DSC ha sostenuto progetti nell’ambito della sicurezza alimentare ma non ha mai aperto un ufficio.

Circa il 90 per cento dell’aiuto bilaterale viene distribuito equamente tra Nicaragua e Honduras mentre il rimanente 10 per cento è riservato per progetti regionali.