Asia centrale (Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan)

Al di là del sostegno alla gestione delle risorse idriche in tutti gli Stati dell’Asia centrale, la Svizzera è impegnata in Kirghizistan in ambiti prioritari quali la sanità, le riforme del settore pubblico e lo sviluppo del settore privato. In Tagikistan, il contributo svizzero è destinato a promuovere il sistema sanitario, lo Stato di diritto, l’accesso all’acqua potabile e lo sviluppo del settore privato, mentre in Uzbekistan, l’accento è posto sull’accesso all’acqua potabile e sulla formazione professionale.

Cartina della regione Asia centrale (Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan)
© DFAE

L’Asia centrale è una regione eterogenea caratterizzata da forti disparità di reddito e povertà diffusa. Restano tuttora irrisolte questioni importanti che richiedono soluzioni a livello regionale, come la gestione delle risorse idriche ad esempio.

La migrazione di forza lavoro, soprattutto verso la Russia, è elevata. Molte famiglie dipendono dalle rimesse dei parenti emigrati che rappresentano la loro unica fonte di reddito. Oltre che dalla mancanza di lavoro, l’emigrazione è ulteriormente alimentata dalla mancanza di investimenti in infrastrutture, educazione e servizi sanitari e dai lenti progressi nell’ambito della lotta alla corruzione e del rispetto dello Stato di diritto e dei diritti umani.

La cooperazione della Svizzera con l’Asia centrale mira a promuovere una transizione sociale ed economica pacifica, mediante progetti a sostegno delle istituzioni pubbliche e private per permettere loro di migliorare la qualità dei servizi, rendendoli più equi ed efficaci. L’uguaglianza di genere, una gestione dei programmi sensibile ai conflitti e la governance, sono tematiche trasversali che riguardano tutte le attività condotte dalla Svizzera in Asia centrale.

Programma regionale per la gestione delle risorse idriche

Dispute sulla gestione delle risorse idriche e sui suoi vari usi (irrigazione, generazione elettrica, acqua potabile ecc.) hanno generato tensioni tra Kirghizistan, Uzbekistan e Tagikistan, in particolare nella valle di Fergana che costituisce un territorio comune ai tre Paesi e in cui si genera un terzo della produzione agricola dell’Asia centrale.

Il programma regionale della Svizzera mira a ridurre i conflitti per l’accesso alle risorse idriche e le catastrofi naturali ad esse correlate, favorendo una gestione delle risorse idriche integrata, trasparente e basata sulle reali esigenze. La Svizzera promuove il dialogo tra le parti interessate e le riforme istituzionali per la gestione delle risorse idriche al fine di migliorare l’efficacia e produttività nella gestione dell’acqua, un’amministrazione strategica dei dati e la riduzione dei rischi di catastrofi naturali.

L’acqua: una risorsa vitale minacciata

Programma per il Kirghizistan

In Kirghizistan, continuano a essere sfide importanti il buongoverno, l’efficacia del settore pubblico e l’attuazione di riforme a beneficio del settore privato. La Svizzera sostiene le riforme nel settore della sanità atte a garantire alla popolazione rurale un accesso equo a servizi di migliore qualità. Vengono anche promosse le riforme del settore pubblico volte a migliorarne le prestazioni e l’uso delle risorse pubbliche, incoraggiando soprattutto gli investimenti destinati al settore idrico ed energetico.

Il programma svizzero contribuisce anche a rafforzare il settore privato, favorendo l’affermazione di un ambiente propizio agli affari e sostenendo la creazione di nuove imprese. Nelle aree rurali, viene promossa la creazione di opportunità di lavoro per i giovani e la formazione professionale.

Avvocatura e buon governo

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari

Programma per il Tagikistan

Il Tagikistan è uno dei paesi più poveri dell’Asia centrale, soprattutto a causa delle conseguenze della guerra civile degli anni 1990 che ha spazzato via gran parte dell’infrastruttura sociale ed economica già carente in precedenza. La Svizzera sostiene una riforma del settore sanitario che mira a trasformare il costoso sistema ereditato dall’epoca sovietica in un sistema accessibile, abbordabile e fondato su una medicina di famiglia che privilegi la prevenzione.

Per consolidare lo Stato di diritto, la Svizzera incoraggia lo sviluppo di un sistema giudiziario più accessibile, soprattutto per le persone vulnerabili, e meglio adatto alle esigenze dei cittadini, con un accento sull’assistenza giuridica e sull’attuazione della legge sulla violenza domestica.

Grazie alla Svizzera, circa 300’000 abitanti nelle città e 70’000 persone nelle aree rurali, dovrebbero beneficiare di strutture sanitarie e di accesso all’acqua potabile entro la fine del 2015. La Svizzera fornisce in questo contesto assistenza finanziaria e tecnica alle autorità competenti del settore idrico e alle comunità, per costruire e gestire sistemi decentralizzati di gestione dell’acqua potabile e condurre campagne di sensibilizzazione all’igiene.

Nel settore privato, la Svizzera contribuisce a migliorare il clima commerciale riducendo gli ostacoli amministrativi, sostenendo lo sviluppo delle piccole imprese ed assistendo le aziende tessili nell’esportazione dei loro prodotti.  

La salute - Fattore essenziale dello sviluppo

Programma per l’Uzbekistan

Stando alle statistiche ufficiali, solo il 62 per cento della popolazione rurale uzbeca ha accesso all’acqua potabile. La Svizzera sostiene lo sviluppo di infrastrutture per l’approvvigionamento idrico e per sistemi igienico-sanitari nelle zone urbane e rurali, di cui beneficiano circa 300 000 persone nella valle di Fergana e nella provincia di Syrdarya, tramite un approccio di gestione basato sulla comunità. Il programma deve inoltre portare alla riforma del quadro istituzionale. Un’altra priorità è, per esempio, la formazione professionale, con l’obiettivo di attualizzare i cicli formativi per i mestieri legati al settore idrico e a quello igienico-sanitario e di dotare di strutture e strumenti le scuole tecniche.

Istruzione di base e formazione professionale

L’acqua: una risorsa vitale minacciata 

Un impegno che dura dai primi anni 1990

La Svizzera sostiene i processi di transizione nella regione dell’Asia centrale sin dai primi anni 1990. Nel 1992, il Kirghizistan, il Tagikistan e l’Uzbekistan aderirono al gruppo di voto (costituency) guidato dalla Svizzera nelle istituzioni di Bretton Woods. La loro adesione diede vita ad un forte legame tra la regione e la Svizzera. Data la diversità reciproca dei paesi dell’Asia centrale, le strategie di sviluppo, gli approcci e i partenariati devono essere adeguati ai contesti nazionali specifici dei singoli Stati e variano pertanto notevolmente da paese a paese. 

Segretaria di Stato dell'economia SECO

La strategia svizzera di cooperazione in Asia centrale si fonda su sinergie tra assistenza tecnica ed economica fornita dalla DSC e dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Impegno della SECO in Tagikistan (FR, DE, EN)

Impegno della SECO in Kirghizista (FR, DE, EN)

Divisione Sicurezza umana del DFAE

Il programma per i diritti dell’uomo lanciato nel 2010 dalla Divisione Sicurezza umana completa il programma della DSC nell’ambito dello Stato di diritto.

Diritti dell’uomo e sicurezza umana

Links

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 35

Di fronte allo scioglimento dei ghiacciai in Asia centrale c’è bisogno della massima cooperazione

Due uomini su un ghiacciaio, muniti di materiale di lavoro.

01.05.2017 - 31.12.2020

Come rispondere al fabbisogno d’acqua di 68 milioni di abitanti dell’Asia centrale valorizzando al contempo i grandi ghiacciai del Kirghizistan, del Tagikistan, dell’Uzbekistan e del Kazakhstan? Un progetto della DSC promuove una cooperazione regionale su base volontaria e un rigoroso monitoraggio scientifico della trasformazione dei ghiacciai.

Paese/Regione Periodo Budget
Asia centrale

01.05.2017 - 31.12.2020


CHF 1'200'000



Maggiore partecipazione dei cittadini e responsabilità dei Comuni

Cinque ragazze con un abito giallo per la festa di inaugurazione del nuovo asilo

01.04.2015 - 31.03.2019

La decentralizzazione è una delle priorità del Governo in carica dal 2012 in Kirghizistan. Data questa premessa, il progetto ha come obiettivo principale un aumento della partecipazione dei cittadini a livello comunale, in particolare per quanto riguarda le questioni di bilancio. Contemporaneamente, si vuole garantire che le autorità locali investano nei servizi pubblici i mezzi finanziari a loro disposizione in maniera adeguata.

Paese/Regione Periodo Budget
Kirghizistan

01.04.2015 - 31.03.2019


CHF 4'720'000



Di fronte allo scioglimento dei ghiacciai in Asia centrale c’è bisogno della massima cooperazione

Due uomini su un ghiacciaio, muniti di materiale di lavoro.

01.09.2014 - 31.12.2020

Come rispondere al fabbisogno d’acqua di 68 milioni di abitanti dell’Asia centrale valorizzando al contempo i grandi ghiacciai del Kirghizistan, del Tagikistan, dell’Uzbekistan e del Kazakhstan? Un progetto della DSC promuove una cooperazione regionale su base volontaria e un rigoroso monitoraggio scientifico della trasformazione dei ghiacciai.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Asia centrale
Acqua
Diplomazia e sicurezza dell'acqua
Gestione integrata delle risorse idriche (impronta idrica)
Economia dell'acqua (governance, finanza, settore privato)
WATER AND SANITATION
WATER AND SANITATION
WATER AND SANITATION
Politica dell'acqua e gestione amministrativa
Preservazione delle risorse idriche (raccolta dati inclusa)
Politica dell'acqua e gestione amministrativa

01.09.2014 - 31.12.2020


CHF 4'800'000



LE COMUNITÀ LOCALI PROMUOVONO ATTIVAMENTE LA SALUTE NEI LORO VILLAGGI

La popolazione locale discute sulle priorità del villaggio nell’ambito della salute.

01.04.2014 - 31.12.2017

Il progetto ha come punto di partenza la popolazione locale: le comunità di vicinato partecipano attivamente alla pianificazione e allo svolgimento delle attività correlate alla salute, tra cui il controllo della pressione sanguigna o le discussioni in merito a stili di vita sani. Il programma, condotto in stretta collaborazione con il Ministero della sanità, non solo migliora la salute in maniera sostenibile, ma permette anche alla comunità locale di impegnarsi attivamente in quanto società civile. Visti gli ottimi risultati conseguiti nelle fasi iniziali, il progetto è stato esteso a livello nazionale.

Paese/Regione Periodo Budget
Kirghizistan

01.04.2014 - 31.12.2017


CHF 4'600'000



Acqua pulita in Asia central - Gestire autonomamente l’approvvigionamento idrico

Ragazzini che si stanno lavando le mani.

01.01.2013 - 30.06.2018

In Uzbekistan, le zone rurali dispongono di poca acqua potabile e molti dei dieci milioni di abitanti del Paese soffrono di malattie provocate dal consumo di acqua inquinata. Un progetto finanziato dalla DSC mira a risolvere questi problemi, aiutando la popolazione ad affrontarli in maniera autonoma. Gli abitanti dei villaggi imparano infatti ad organizzarsi per garantire il proprio approvvigionamento idrico.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Uzbekistan
Acqua
Acqua potabile e strutture igieniche elementari (WASH - Water for people)
Politica e difesa delle risorse idriche
Economia dell'acqua (governance, finanza, settore privato)
WATER AND SANITATION
WATER AND SANITATION
WATER AND SANITATION
Approvvigionamento di acqua potabile e strutture igieniche elementari
Politica dell'acqua e gestione amministrativa
Politica dell'acqua e gestione amministrativa

01.01.2013 - 30.06.2018


CHF 6'157'000



Medical Education Reforms in Kyrgyzstan

01.05.2017 - 30.04.2021

Although health sector reforms have prioritised family medicine, the medical education system continues to prepare narrow specialists, leading to a shortage of family doctors mainly in rural areas. The Ministry of Health initiated the medical education reforms with focus on family doctors specialty at pregraduate level and compulsory postgraduate clinical practice in the regions. Phase II of the project will finalize the medical education reform implementation process with focus on postgraduate and continuous medical education.


Health Care Waste Management in Kyrgyz Hospitals

01.04.2017 - 31.05.2019

Hospital acquired infections are a serious burden affecting the quality and safety of medical care in Kyrgyzstan. In spite of the Ministry of Health showing a strong support to infection prevention control, the hospital acquired infections‘ prevalence is still high due to bw capacities and limited resources. The project aims at improving the quality of care based on pibots‘ experience (since 2008) through institutionalisation, standardization and full integration of all infection control interventions into the medical system.


Enhancing Primary Health Care Services in Tajikistan

01.04.2017 - 31.03.2021

Health indicators in Tajikistan are among the poorest in Central Asia. The health system suffers from poor quality of health care services, chronic underfunding, and the implementation of the ongoing reforms is slow. The SDC project supports these reforms by increasing the planning and management capacities of health institutions at all levels, investing in basic rehabilitation of infrastructure, and by empowering the population to take responsibility for their own health and to hold the state accountable.


Safe Drinking Water and Sanitation Management in Tajikistan

01.03.2017 - 28.02.2021

Tajikistan is rich in water resources. However, drinking water is hardly accessible for the rural population or is of inadequate quality. Waterborne diseases are widespread and negatively influence population‘s health. Since a decade Switzerland is assisting the country to improve water governance both at community and policy levels. This project will improve access to and quality of drinking water and sanitation for 70000 people, living in isolated mountainous areas of Eastern Tajikistan.


Central Asia : Water Accountability in Transboundary Chu and Talas River Basins

15.12.2016 - 31.12.2020

Effective water resources management requires data management capacities for proper decision-making at different scales. In this context, a modern, Multi-Level Distributed Water Information Systems is a management instrument that provides stakeholders’ gateways for judicious and sustainable water resources management. The project is aiming at introducing such a modern management information system in transboundary Chu and Talas river basins to improve water accountability and transparency.


Access to Justice in Tajikistan

A lawyer sits at her desk and discusses with a woman.

01.12.2016 - 30.11.2020

Through this project, Switzerland will accompany the Government in realizing a state system providing free legal aid, which will allow the vulnerable (poor) individuals in Tajikistan to better protect their rights and in particular to claim various benefits (e.g. pensions, child allowances). This system will replace the current NGO provided legal aid services. A space for dialogue between civil society and state authorities will also be preserved and will contribute to addressing further legal challenges faced by the population.


Prevention of Domestic Violence in Tajikistan

01.10.2016 - 30.09.2019

Domestic violence is widespread in Tajik society (70% of women experience domestic violence in their life). Despite the adoption of the law on domestic violence in 2013, the Government lacks coordinated mechanisms for its implementation. In the exit phase the project will shift from NGO based service provision towards supporting the state coordination mechanisms, the establishment of an effective public referral system providing services to the victims, and public awareness activities with a focus on contributing to behavioural changes.

Oggetto 1 – 12 di 35