Bolivia

La cooperazione svizzera allo sviluppo in Bolivia si concentra sugli ambiti del buongoverno, dello sviluppo economico, del cambiamento climatico e dell’ambiente. La crescente urbanizzazione del Paese pone nuove sfide. Pertanto – oltre a promuovere lo sviluppo delle zone rurali – è ora anche necessario migliorare l’assistenza nello spazio periurbano.

Cartina della Bolivia
© DFAE

La Bolivia ha registrato dal 2005 al 2014 una crescita dell’economia e del reddito attribuibile soprattutto alle esportazioni di gas naturale, petrolio e prodotti minerari. Quando il boom delle materie prime ha subito una battuta d’arresto nel 2014, gli introiti del Paese si sono ridotti di circa il 25%. Benché i programmi sociali allora realizzati dallo Stato per la ridistribuzione della ricchezza abbiano portato a una diminuzione della povertà, la Bolivia resta uno dei Paesi più poveri dell’America latina. L’economia incontra grandi sfide dovute alla forte sopravvalutazione, alla sottoccupazione, alla bassa produttività, alla mancata diversificazione (p. es. a livello delle merci prodotte o dei settori economici), alla competitività insufficiente sul piano internazionale e a un’importante economia sommersa.

La Svizzera si impegna affinché i fondi pubblici supplementari siano usati a favore dei poveri e dei gruppi più vulnerabili, in particolare dei giovani e delle donne. La sua attenzione si concentra soprattutto sulle aree rurali e periurbane dell’altopiano e delle valli andine. La Svizzera coordina le proprie attività con organizzazioni nazionali ed internazionali e con altri Paesi che operano in Bolivia.

Buongoverno

Promozione dello Stato di diritto e rafforzamento della società civile

Provvedimenti mirati nei progetti della cooperazione svizzera allo sviluppo favoriscono un migliore accesso alla giustizia per ampie cerchie della popolazione, soprattutto nelle regioni rurali. I programmi per uno Stato di diritto più efficace pongono inoltre l’accento sulla riduzione della violenza contro le donne. Negli ultimi anni le condizioni quadro necessarie affinché la società civile possa svilupparsi in modo libero sono visibilmente peggiorate. La Svizzera e la comunità internazionale dei donatori si impegnano a favore di un dialogo costruttivo e di una cultura del compromesso tra la società civile e il Governo.

Buongoverno

Sviluppo economico

Maggiore inclusione e pari opportunità grazie allo sviluppo economico e produttivo

La DSC interviene principalmente nel campo della formazione professionale, mentre la SECO concentra i suoi sforzi sul commercio sostenibile. La Svizzera è in grado di fornire un valido contributo nel settore della formazione professionale per i gruppi svantaggiati della popolazione grazie alla sua esperienza e alle conoscenze acquisite in diversi Paesi dell’America latina. In questo ambito, i progetti mirano a dare a chi si diploma nelle scuole professionali, alle famiglie di produttori, come pure alle piccole e alle micro-imprese un migliore accesso a prestazioni finanziarie e non finanziarie o a nuovi mercati. Per quanto riguarda lo sviluppo sostenibile (nel quadro dell’Agenda 2030), sono previste collaborazioni tra aziende svizzere attive in Bolivia e la DSC nel campo della formazione professionale. L’estensione della produzione e l’aumento della produttività sono altri aspetti importanti dei progetti svizzeri.

Cambiamento climatico e ambiente

Prevenzione dei rischi e miglioramento della capacità di resistenza

La Svizzera si impegna affinché le risorse naturali vengano sfruttate in maniera sostenibile. Per quanto riguarda il cambiamento climatico, il contributo svizzero si concentra soprattutto sulle misure di adattamento. Aspetti fondamentali in questo ambito sono la gestione dell’acqua e del suolo come pure la riduzione del rischio di calamità attraverso la prevenzione e la preparazione alle catastrofi. La SECO sostiene misure per uno sviluppo sostenibile delle città. La progressiva urbanizzazione comporta anche sfide dal punto di vista ambientale; la DSC si dedica in particolare alle questioni legate alle acque di scarico e ai rifiuti.

Cambiamento climatico e ambiente

Storia della cooperazione

Interventi apprezzati grazie a un impegno di lunga data

La cooperazione svizzera allo sviluppo è molto apprezzata in Bolivia in virtù del suo impegno pluriennale ed efficace nel Paese, dove è presente dal 1968. La Bolivia è dal 1981 un Paese prioritario della DSC e dal 2017 rientra tra gli Stati beneficiari delle misure complementari della Segreteria di Stato dell’economia (SECO). Il programma viene costantemente adeguato alle condizioni sociali ed economiche del Paese.

Documenti

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 20

Fondo Suizo de Apoyo a la Cultura

01.06.2020 - 31.12.2023

La Cooperación Suiza en Bolivia asigna de acuerdo a lineamientos de la casa matriz el 1% de su inversión a la cultura, por la relevante contribución de las expresiones culturales en el diálogo intercultural y los procesos de desarrollo. El apoyo se dirige a sectores de la sociedad que por razones geográficas o sociales disponen de posibilidades limitadas de realizar expresiones culturales o de tener acceso a manifestaciones culturales y artísticas.


Andean Forest and Climate Change Programme (ANFOR) – Phase II

01.09.2019 - 30.03.2022

The second and last phase of the Andean Forest and Climate Change Programme (ANFOR) will consolidate, share and scale-up validated best practices on how to safeguard mountain forest ecosystems to further shape national forest policies aiming at enhanced resilience of Andean mountain forest ecosystems and increased human wellbeing. The Programme will inform the concerned regional and global dialogue and contribute to an effective implementation of national policies related to environmental integrity.


Diálogo y apoyo colaborativo (DAC)

01.07.2019 - 31.12.2023

The project aims to strengthen Bolivian civil society organisations, with a view to them engaging in dialogue incl. conflict resolution on a more equal footing and a relationship of shared responsibility with the state and the private sector, through collaborative interaction between them on key inclusive development issues (added value of Swiss support). Emphasis will be placed on the three domains of the current Cooperation Strategy: governance, economic development, and climate change and the environment.


Municipal environmental management

01.04.2019 - 31.03.2023

Based on its significant expertise in the field of sustainable waste and wastewater management Switzerland supports Bolivia in addressing its environmental challenges by consolidating models of sustainable management of wastewater treatment services and solid waste management for small and intermediate cities. In coordination with the Ministry of Environment and Water, it contributes to the implementation of public policies reinforcing the quality and efficiency of environmental services, involving local populations and institutions. This will reduce harmful effects on the health of the population.


Gestión integral del agua

01.01.2019 - 31.12.2022

In Bolivia, Switzerland has been supporting the Ministry of the Environment and Water in improving integrated water and watershed management for several years. In this last phase of the project, support is given to the consolidation and implementation of the “Plan Nacional de Cuencas” (National Watershed Plan) to ensure water security and increase the climate resilience of vulnerable populations. Consolidation includes better coordination among various state levels, sectors and institutions and the systematization and capitalization of experiences and results.


Rural Markets

01.01.2018 - 31.12.2021

Rural Household Production Units experience various difficulties preventing them from establishing themselves sustainably and competitively in the market. The Rural Markets project successfully applied the market systems development approach. It now aims to induce systemic changes and a scaling up of markets for producers in new regions of productive potential. Support of non-financial services combined with financial services will establish synergies between public and private actors.


Formación técnica profesional

01.05.2017 - 31.10.2023

Vocational skills development is key for improving production and expanding opportunities for employment and self-employment. The project aims to reduce poverty and inequality by enhancing access to the labour market. It seeks to strengthen vocational skills and certify competences with an emphasis on young people and adults, promote the quality of training centres, and the shared responsibility of public/private stakeholders. Strategies cover both the national and the local level.


Progetto pianificato

Jiwasa Programme – Strengthening urban MSEs

01.04.2015 - 31.03.2024

Poverty and vulnerability have increased among the urban population due to the surge in rural-urban migration. The project contributes to a National Programme that focuses on poverty reduction and improvements in employment conditions by providing financial and non-financial services required by urban Micro and Small Enterprises (MSEs). The support focuses on processing activities of several productive sectors, benefiting 15,000 MSEs.


Una vita senza violenza, dall’utopia alla pratica

Viso di una donna violentata.

01.02.2015 - 30.09.2020

Sulla base di una legge contro le violenze perpetrate nei confronti delle donne adottata di recente in Bolivia, la DSC vuole contribuire a un’assistenza più sistematica e adeguata delle donne vittime di aggressioni. Anche le autorità locali e nazionali, insieme alla popolazione, sono coinvolte nello sforzo di prevenire le aggressioni commesse contro le donne. I comportamenti sono troppo spesso tinti di un maschilismo che legittima la violenza.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Bolivia
Diritti umani
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)

01.02.2015 - 30.09.2020


CHF  4’171’000



Integral water management

Fotografia: Micro-bacino Tajzara / Gestione idrica integrale / Mauricio Panozo.

01.09.2014 - 31.12.2018

Since 2007 Bolivia is implementing a national Watershed-policy, which is based on a 20-years-project work of Swiss EZA in this area and which aims for an integral water management. Together with other providers Switzerland supports the implementation of the 2nd phase of the national plan for Watershed-management on national level and in the 4 Andean departments.  This way, the resilience of 62.500 families will be improved directly and of 300.000 indirectly in the next 4 ½ years.


ENVIRONMENTAL MANAGEMENT PROJECT

01.05.2013 - 31.03.2019

Due to an accelerated urbanization process, Bolivia is facing very strong environmental problems. Poor management of large amounts of sewage and garbage are affecting the health of the population in intermediary cities. In the next 4 years, solid waste management SWM and wastewater treatment WWT will be comprehensively addressed, providing adequate infrastructure, enhancing local capacities, and promoting civil society’s participation in 20 municipalities, reducing pollution and improving the health of 240.000 people.


Access to justice

01.04.2013 - 28.09.2018

In its third phase the project for the empowerment of democratic institutions concentrates its work on the improvement of access to justice. The three components: implementation of legal arbitration boards, empowerment of public defence and the contribution to a constructive dialogue about judicial reforms enhances access to justice for vulnerable population groups and with it the claiming and enforcement of their rights.

Oggetto 1 – 12 di 20