Regione dei Grandi Laghi (Ruanda, Burundi, Congo)

La cooperazione svizzera allo sviluppo è attiva in quattro ambiti tematici prioritari nella regione dei Grandi Laghi: l’accesso della popolazione ai servizi di base (salute e igiene), lo sviluppo di un’economia locale in grado di creare occupazione e reddito, la protezione dei civili e il consolidamento dei processi democratici. La DSC coordina le sue attività in Ruanda, in Burundi e nella Repubblica democratica del Congo (RDC) attraverso una strategia regionale.

Cartina della regione dei Grandi Laghi (Ruanda, Burundi, Congo)
© DFAE

Il Ruanda, il Burundi e la RDC restano ancora Paesi afflitti dalla povertà. Questo contesto di precarietà offre, nel caso del Burundi e della RDC, terreno fertile per l’instabilità politica e conflitti ricorrenti. La DSC ritiene che sia indispensabile una stabilizzazione di portata regionale per il benessere delle popolazioni interessate: i destini dei tre Paesi sono in effetti intrecciati se si considerano gli scambi economici transfrontalieri esistenti o le ribellioni che si spostano da un territorio all’altro. La pacificazione della regione passa imprescindibilmente attraverso un rafforzamento della legittimità delle istituzioni. Conformemente al suo mandato di intervento prioritario nei contesti fragili, la DSC interviene per sostenere le autorità del Ruanda, del Burundi e della RDC nelle loro funzioni principali: garantire alla popolazione la massima sicurezza, posti di lavoro e servizi di base di qualità.

Accesso ai servizi di base

Aiuto ai sistemi di sanità pubblica

Tre programmi di aiuto al sistema sanitario sono in corso in Ruanda, in Burundi e nella provincia del Sud Kivu (RDC). Nei tre Paesi, la DSC opera a fianco di circa 240 strutture di assistenza locali con l’obiettivo di migliorarne le capacità di governance, la dotazione di infrastrutture e medicinali e, infine, la qualità delle cure erogate alla popolazione. Nelle zone dove la DSC è operativa i tassi di mortalità materna sono passati in media da 120 a 80 decessi ogni 100 000 nati vivi. In Ruanda la DSC sostiene dal 2002 l’introduzione di un’assicurazione malattie, di cui oggi beneficia più del 90% della popolazione.

Salute

Sostegno psicosociale

Considerati gli atti di violenza passati o che tuttora si trovano ad affrontare le popolazioni della regione dei Grandi Laghi, da una decina di anni la DSC si prende cura a livello psicosociale di donne e uomini che hanno subito violenze sessuali e psicologiche. L’azione avviata dal Settore Aiuto umanitario è oggi portata avanti da un programma regionale di cooperazione. Sin dal suo lancio nel 2011, l’intervento coordinato di sette organizzazioni partner ha permesso a più di 15 000 tra donne e uomini di ricevere sostegno. L’approccio comunitario seguito consente alle vittime di recuperare la propria salute fisica e mentale nonché di reintegrarsi a livello sociale ed economico.

Uguaglianza tra donna e uomo – Questioni di genere e diritti delle donne

Acqua e igiene sanitaria

Attraverso un programma complementare di risanamento delle strutture sanitarie prese in affidamento a livello regionale, la DSC moltiplica le opportunità della popolazione di ricevere assistenza sanitaria di qualità. I pazienti hanno così accesso ad acqua potabile e a infrastrutture in grado di garantire condizioni di igiene minime.

L’acqua

Sviluppo economico

Formazione professionale e diversificazione degli impieghi

Privo di sbocchi sul mare, il Ruanda e ancora largamente dipendente da un’agricoltura di sussistenza e ha urgente bisogno di diversificare la sua economia. Un duplice programma in atto nel Paese mira a consolidare la qualità della formazione professionale offerta alle popolazioni rurali e sviluppa tecniche di produzione di materiali di costruzione sostenibili. Oltre a diminuire l’impatto dello sviluppo economico sull’ambiente, queste nuove tecniche di produzione offrono ai ruandesi nuovi sbocchi professionali che esulano dal mero settore agricolo. Sono stati costruiti e attrezzati quattro centri di formazione professionale nella Provincia Occidentale del Ruanda e sono stati elaborati sei nuovi percorsi formativi di base (muratore, elettricista, falegname, saldatore, idraulico e meccanico d’automobili) in stretta collaborazione con il settore privato.

Istruzione di base e formazione professionale

Sicurezza alimentare

Parallelamente, la DSC mira a intensificare la produttività agricola e lo sviluppo di mercati locali per migliorare i redditi e le pratiche alimentari dei più poveri. Un progetto sostenuto dalla DSC rende l’ambiente più favorevole al commercio per i piccoli produttori. La Svizzera offre inoltre aiuto umanitario alle popolazioni sfollate della RDC, del Ruanda e del Burundi, contribuendo finanziariamente alle operazioni del Programma alimentare mondiale nella regione.

Agricoltura e sicurezza alimentare

Protezione dei civili

Il Settore Aiuto umanitario interviene a vari livelli per garantire la protezione e l’accesso ai servizi di base delle popolazioni vulnerabili della regione dei Grandi Laghi: particolare attenzione è riservata ai profughi, agli sfollati interni, alle famiglie di accoglienza, alle donne e ai bambini. La Svizzera dà un contributo finanziario a numerosi programmi realizzati da organizzazioni partner, organismi internazionali (CICR, Organizzazione internazionale per le migrazioni) e agenzie dell’ONU (Programma alimentare mondiale, Alto commissariato per i rifugiati, UNICEF, Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari). A seconda delle esigenze, sono messi a disposizione anche esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA). L’Aiuto umanitario cofinanzia anche progetti realizzati da ONG svizzere e internazionali. A titolo esemplificativo, l’Aiuto umanitario sostiene da diversi anni un’iniziativa volta ad attivare una rete di medici africani specializzati in chirurgia plastica e ricostruttiva per offrire cure alle vittime di guerra.

Processi democratici

Protezione fondiaria

Nel Nord del Burundi e nella provincia del Sud Kivu (RDC), la DSC offre sostegno ai servizi comunali del catasto incaricati della registrazione delle terre. I cittadini coinvolti ottengono con maggiore facilità i titoli di proprietà e, se del caso, gruppi di villaggi sono invitati a partecipare direttamente alla risoluzione di conflitti legati alla terra. Le esperienze maturate sul campo consentono alla DSC di offrire consulenza alle autorità provinciali o nazionali nella definizione delle proprie politiche fondiarie. Nel 2011 il Burundi ha per esempio adottato un nuovo Codice fondiario ispirato a un modello di gestione decentralizzata delle terre promosso dalla DSC.

Riforme economiche e dello Stato

Dialogo democratico

L’azione del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) nella regione dei Grandi Laghi si svolge tramite il coordinamento della DSC con vari collaboratori e risorse della Direzione politica. Dal 2006 il DFAE si impegna, attraverso la Divisione Sicurezza umana (DSU), per la promozione della pace, la prevenzione dei conflitti e il rispetto dei diritti dell’uomo nella regione. La DSU, che collabora con i Governi, la società civile e alcune organizzazioni internazionali, dispone di due consulenti di stanza a Bujumbura e a Kinshasa che si occupano di monitorare il programma in loco. L’accento è posto sulla promozione del dialogo come strumento di governance democratica. La presidenza svizzera della Riunione specifica sul Burundi in seno alla Commissione di consolidamento della pace delle Nazioni Unite offre un’altra via di sostegno alla pace nel Paese.

Impegno in contesti fragili e prevenzione di conflitti armati

Storia della cooperazione

Un impegno costante in un contesto volatile

La Svizzera è presente nella regione dei Grandi Laghi dal 1963. Comincia in Ruanda, a cui offre assistenza tecnica quando raggiunge la sua indipendenza. Con la loro presenza sul campo i primi cooperanti svizzeri contribuiscono, ai tempi, al successo di una cooperativa locale di trasporto e alla creazione di un’importante rete di banche popolari ispirate alle casse Raiffeisen. La DSC sviluppa anche il potenziale agricolo e silvicolo del Ruanda.

Durante gli anni 1990 i numerosi conflitti armati che travolgono successivamente il Ruanda (1990-1994), il Burundi (1993-2000) e la RDC (1996-2001) costringono la Svizzera a convertire i propri contributi in aiuto umanitario. Questa situazione perdura fino ai nostri giorni, ma la maggior parte dei fondi assegnati dalla Svizzera alla regione dei Grandi Laghi oggi è nuovamente dedicata a progetti di sviluppo che mirano al ripristino e al consolidamento di una pace durevole.

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari

Link

Documenti

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 19

Assistenza sanitaria nella regione dei Grandi Laghi: interventi vicini alla popolazione

Un bambino viene pesato in un ambulatorio.

01.02.2013 - 31.12.2017

Nonostante la crisi politica e umanitaria, in Burundi la DSC porta avanti il suo impegno a favore della popolazione. Nel settore della sanità mira a potenziare le capacità dei centri sanitari e degli ospedali distrettuali affinché possano dispensare cure accessibili a tutti e di qualità. Il programma della DSC copre simultaneamente il Burundi e il Ruanda.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Regione dei Grandi Laghi
Sanità
Acqua
Rafforzamento dei sistemi sanitari
Assistenza sanitaria primaria
Acqua potabile e strutture igieniche elementari (WASH - Water for people)
Assistenza sanitaria primaria
Salute sessuale e riproduttiva (salute madre e bambino e pianificazione familiare incluse)
SALUTE
SALUTE
WATER AND SANITATION
POPULATION POLICIES PROGRAMMES AND REPRODUCTIVE HEALTH
Politica sanitaria e gestione amministrativa
Infrastruttura per i servizi sanitari di base
Infrastruttura per i servizi sanitari di base
Approvvigionamento di acqua potabile e strutture igieniche elementari
Sanità riproduttiva

01.02.2013 - 31.12.2017


CHF 9'970'000



Progetto pianificato

Multi-Donor Civil Society Support Programme in Rwanda

01.01.2019 - 31.12.2022

The present programme is a multi-donor initiative aiming at supporting civil society strengthening and specific civil society initiatives in Rwanda. The overall goal is to enable civil society to become more effective at influencing the government on key policy issues and supporting social cohesion, reconciliation, good governance and human rights. The main development partners financing the programme include the United Kingdom (UK), USA, Sweden and Switzerland.


Programme d’Appui aux systèmes de santé des Grands Lacs

01.10.2017 - 31.03.2019

This phasing-Out stage shall focus on managing local knowledge-transfer processes revolving around medial and non-medical determinants of health. To do this is relevant in a stage of phasing-out because it capitalizes on the efforts made by Switzerland in a systemic support to the public health system over the last 15 years.  Monitoring the stunting path among children’s under 2yo - as good proxy of wellbeing and of social learning processes - will be undertaken with the cooperation of parents, Community Health Workers (CHWs) and Local Governments. Therein lays the potential for successful replicating of good health practices, locally, and as a basis for upscaling to the Western Province and beyond.


SDC Grands Lacs: Gender mainstreaming

01.07.2017 - 30.06.2021

Les inégalités de genre sont très ancrées dans les coutumes et les pratiques des populations de la région des Grands Lacs. Elles sont accentuées par le contexte en ébullition, particulièrement au Burundi et en RDC, qui contribue au taux élevé de viol et de violences basées sur le genre. La présente intervention contribuera à leur réduction en améliorant le niveau de l’expertise liée aux inégalités et à la Violence Basée sur le Genre (VBG) dans la région, en promouvant les réformes adéquates et favorisant l’empowerment des femmes avec l’implication des hommes.


Food security in the Great Lakes Region - Nutrition

01.07.2017 - 30.06.2020

Multidisciplinary partnerships and multi-stakeholder alliances wrought by One UN agencies and the Governments of Burundi, Rwanda and DRC develop practical solutions to deliver activities in support of the institutionalization of nutrition strategies in the respective countries. The activities take place at the provincial level, in locations where food insecurity and poverty are at highest level; they feed-back to the respective coordination secretariat, thus ensuring an appropriate political steering of the strategies.


Trans-Border Dialogue for Peace in the Great Lakes Region

01.01.2017 - 31.12.2020

Jointly with the Swedish Embassy, Switzerland supports a trans-border dialogue for peace in the Great Lakes region, a program run by Interpeace with 6 local NGOs. This second phase will continue using research and dialogue to address stereotypes and lack of trust behind recurrent conflicts in the Great Lakes region. Research and dialogue constitute the basis to engage decision makers, to promote good governance and concrete consensus-based solutions taking into account local populations’ concerns and recommendations.


RDC, Alliance Globale du Vaccin (GAVI): Approvisionnement en médicaments

02.12.2016 - 31.12.2018

La contribution ciblée à GAVI présentée dans cette proposition de crédit est la mise en pratique de la stratégie de coopération : elle vise non seulement l’appui stratégique et vital du circuit des médicaments et vaccins en RDC, en particulier au Sud-Kivu, mais convole aussi l’agenda du programme global Santé, du travail diplomatique de la représentation Suisse à Kinshasa et du programme de la coopération Sud.


Support to the DPCG (Development Partners’ Coordination Group) Secretariat in Rwanda

15.09.2016 - 15.09.2019

Switzerland and the UK, in an effort to facilitate a broad and fruitful development policy dialogue in Rwanda, will dedicate financial resources towards a UNDP support to the line ministry in charge of aid coordination. It entails, on the one hand, carrying out analytical research leading to evidence-based policy decision, and, on the other hand, the efficient management of the Development Partners’ Coordination Group (DPCG) Secretariat.


Promoting off-farm employment and income in the Great Lakes Region through climate responsive construction material production

01.07.2016 - 31.12.2019

High demographic growth in the Great Lakes increases the competition for scarce natural resources and boosts the demand for affordable housing. The project aims at triggering local economic development, improving working conditions and increasing off-farm employment through climate responsive building material production. Results of the first phase allow for a technology transfer adjusted to local needs and scaling up of the brick production value chains in the region.


Grands Lacs: Fonds régional Actions urgentes

05.05.2016 - 31.01.2018

A small action is a one-off contribution to a humanitarian endeavour with no following phase that has to be operationally completed within a maximum period of 12 months. It is a flexible, efficient and transparent tool for SDC HA to support small humanitarian activities, including emergency response.


Promoting Market Oriented Skills Training in the Great Lakes region (PROMOST) : phase 2

01.02.2016 - 31.01.2019

PROMOST is a program promoting Market Oriented Skills Training in the Great Lakes region by improving the access to quality and market-relevant vocational training. In a first phase, the program improved access and quality of formal and informal vocational training in Rwanda. The second phase will consolidate results in Rwanda, develop alternative vocational training options in Burundi and South Kivu, and further regional networking on TVET.


Multi-Donor civil society support programme in Rwanda

01.01.2016 - 31.12.2018

The program aims at strengthening the capacity of Rwanda civil society to engage constructively on policy, planning and monitoring issues in order to contribute to improved development results and to promote social cohesion, good governance and human rights. It strengthens dialogue and accountability platforms between civil society and Rwandan authorities, including at local level, in conformity with Rwanda’s objectives of accountable governance.

Oggetto 1 – 12 di 19