Hindukush (Afghanistan, Pakistan)

La regione dell’Hindukush comprende parte dell’Afghanistan e del Pakistan, collegati l’uno all’altro dalla catena montuosa dell’Hindukush. Le priorità dell’impegno svizzero in questi due Paesi si concentrano sulla lotta durevole contro la povertà, sul buongoverno, sul rispetto dei diritti umani e sul miglioramento delle condizioni di vita dei gruppi più svantaggiati della popolazione.

Cartina della regione dell’Hindukush (Afghanistan, Pakistan)
© DFAE

Il contesto politico in Afghanistan e Pakistan è delicato e occorre prestare particolare attenzione alla situazione della sicurezza. La debolezza dello Stato di diritto, la corruzione, l’impunità, le grandi disparità socioeconomiche, i flussi di profughi e gli sfollati, le frequenti catastrofi naturali nonché i numerosi conflitti etnici e religiosi incrementano l’insicurezza e gravano pesantemente sulle spalle della popolazione.

La Svizzera si impegna per lo Stato di diritto e il buongoverno, per il rispetto dei diritti umani e il miglioramento delle condizioni di vita dei gruppi più svantaggiati della popolazione, soprattutto nelle regioni rurali.

I partner della DSC sono le autorità a livello nazionale, regionale e locale, le organizzazioni internazionali come l’ONU e il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), altri Paesi donatori nonché organizzazioni non governative attive a livello nazionale e internazionale.

Pakistan

Utilizzo responsabile ed efficiente dell’acqua

Il fatto che l’acqua sia sempre più rara complica ulteriormente la già fragile coesione sociale nelle regioni interessate. La Svizzera aiuta il Pakistan nel tentativo di migliorare la gestione delle risorse idriche a livello regionale e comunale allo scopo di impedire conflitti per l’accesso all’acqua (qualità e quantità), gestire in maniera più efficiente questa risorsa e ridurre le ripercussioni negative legate a eventi estremi di natura idrologica.

Alcuni obiettivi concreti della DSC sono:

  • garantire un miglior accesso all’acqua potabile

  • costruire, ampliare e mantenere in funzione sistemi di irrigazione per il settore agricolo
  • trasmettere conoscenze tecniche nell’ambito della riduzione del rischio di catastrofi di origine idrica e della relativa gestione
  • istituire associazioni di utenti dell’acqua 

Acqua

Organizzazione locale dello Stato e promozione dei diritti umani

La Svizzera si adopera per rafforzare la fiducia tra la popolazione civile e le autorità regionali sostenendo la fornitura di servizi di base inclusivi, promuovendo il buongoverno locale fondato su principi quali la partecipazione civica, la trasparenza e l’obbligo di rendere conto del proprio operato, e appoggiando una maggiore tutela dei diritti umani nonché la messa a punto di riforme politiche.

Alcuni obiettivi concreti della DSC sono: 

  • migliorare lo Stato di diritto

  • potenziare le capacità in materia di giustizia e polizia e nei sistemi di assistenza giudiziaria

  • introdurre nuovi meccanismi per la composizione delle controversie

  • proteggere gli sfollati e i profughi afghani 

Avvocatura e buon governo

Afghanistan

Buongoverno e diritti umani

La Svizzera sostiene le istituzioni statali soprattutto a livello subnazionale e rafforza la società civile con contributi a progetti finalizzati a migliorare il buongoverno a livello locale. La popolazione fruisce in questo modo di un migliore accesso ai servizi pubblici e di una maggiore tutela da violazioni dei diritti umani, fattori che favoriscono lo sviluppo socioeconomico nel suo insieme. Inoltre, tramite le agenzie dell’ONU (ACNUR, PAM, OIM) e il CICR, la Svizzera contribuisce ad alleviare le sofferenze della popolazione colpita dal conflitto e dei profughi che fanno ritorno dal Pakistan.

Sviluppo socioeconomico

Tenuto conto della povertà dilagante, la Svizzera si impegna per promuovere lo sviluppo socioeconomico dell’Afghanistan. Al centro del suo impegno pone in particolare le famiglie emarginate che vivono nelle zone rurali in condizioni precarie. Nelle linee di intervento prioritarie rientrano la gestione delle risorse naturali, che mira anche a ridurre i rischi di catastrofe, e il miglioramento delle catene di valore per i prodotti rurali dei contadini che vivono in montagna. La Svizzera pone un particolare accento anche sul miglioramento dell’istruzione di base, soprattutto quella delle bambine.