Gestione sostenibile delle risorse idriche

Fiume Srepok, Vietnam, utilizzo efficiente dell’acqua per la produzione del caffè.
Utilizzo efficiente dell’acqua per la produzione del caffè nel bacino imbrifero dello Srepok, un affluente del Mekong. © Alisher Sharypau

Il fabbisogno di acqua è in costante aumento, mentre le riserve idriche mondiali sono limitate e sempre più esposte all’inquinamento. La principale sfida consiste nel gestire l’acqua in modo sostenibile e nel ripartirla equamente tra le economie domestiche, l’agricoltura e l’industria, oltre che tra i diversi Paesi. La DSC si impegna per un utilizzo delle risorse idriche efficiente e sostenibile, promuovendo la cooperazione transfrontaliera pacifica.   

Obiettivi principali della DSC

La DSC si impegna per una gestione sostenibile delle risorse idriche al fine di garantire l’accesso all’acqua e ridurre i rischi di inquinamento e conflitti. Il suo impegno mira ad associare la promozione della pace e la gestione sostenibile delle risorse idriche nelle regioni soggette a tensioni nonché a favorire l’utilizzo efficiente, il riciclo e la gestione adeguata dell’acqua nelle zone dove questa scarseggia.

Contesto

Cooperazione transfrontaliera

La DSC favorisce il dialogo tra Paesi che si approvvigionano a uno stesso bacino imbrifero. Gli scambi a livello politico e tecnico consentono infatti di appianare o prevenire tensioni e conflitti. La Svizzera, in veste di attore neutrale la cui esperienza in fatto di mediazione e gestione delle risorse idriche è mondialmente riconosciuta, rappresenta il partner ideale per un simile approccio. Inoltre, sul piano tecnico, la DSC sostiene anche metodi comuni per la misurazione della qualità e della quantità di acqua disponibile e di quella utilizzata. La disponibilità di tali informazioni consente ai responsabili politici di negoziare con maggiore consapevolezza la gestione delle risorse idriche comuni e di fissare congiuntamente gli obiettivi da raggiungere.

L’acqua, un bene da utilizzare in modo efficiente

L’acqua non è un bene gratuito. Per la tutela, la ripartizione e il trattamento delle risorse idriche valgono le stesse leggi economiche cui sottostà qualsiasi altro bene di consumo. Allo stesso tempo, l’acqua è una risorsa a cui tutti devono poter accedere. La DSC sviluppa meccanismi che favoriscano un utilizzo efficiente delle risorse idriche e il trattamento delle acque di scarico. Tali meccanismi forniscono incentivi per una gestione sostenibile dell’acqua e la costruzione di infrastrutture rispettose dell’ambiente in una regione o in un settore industriale.

La DSC opera, per esempio, a fianco di alcune imprese di grandi dimensioni per facilitare il trasferimento di know-how in fatto di impronta idrica, un indicatore che permette di controllare il consumo di acqua nella produzione di beni. Si adopera altresì per lo sviluppo del quadro globale «Water Stewardship Standard». In tal modo, mira a far sì che tutti gli attori economici, governativi e della società civile, si assumano le proprie responsabilità per quanto riguarda lo sfruttamento delle risorse comuni e collaborino nell’ottica di una gestione sostenibile. La DSC partecipa infine all’elaborazione di meccanismi d’indennizzo per le popolazioni che si impegnano a proteggere le risorse idriche.

Sfide attuali

Entro il 2030 si prevede un aumento del 30% del fabbisogno di acqua, mentre l’inquinamento raggiungerà livelli senza precedenti. A livello globale, l’80% delle acque di scarico urbane e industriali vengono immesse nell’ambiente senza alcun trattamento. Nella maggior parte dei casi, la capacità di autodepurazione degli ecosistemi acquatici è di gran lunga insufficiente per smaltire simili volumi. Inoltre, l’incidenza dell’agricoltura resta molto elevata e ammonta a circa il 70% del consumo mondiale di acqua. Tuttavia, l’utilizzo delle risorse idriche nel settore primario è spesso inefficiente e inquinante a causa dell’impiego di fertilizzanti e pesticidi. A questo si aggiunge la crescita del consumo industriale, che attualmente raggiunge il 22%. Questo contribuirà a far aumentare ulteriormente la pressione sulle risorse idriche.

Nel 2025 la metà della popolazione mondiale vivrà in zone esposte a stress idrico e ciò indebolirà le economie locali, costringendo milioni di persone a migrare. Per questo, già oggi è particolarmente importante utilizzare l’acqua in modo da non comprometterne la capacità di rigenerazione e consentirne un’equa ripartizione.

Documenti

Progetti attuali

Oggetto 1 – 10 di 10

  • 1

Acqua pulita in Asia central - Gestire autonomamente l’approvvigionamento idrico

Ragazzini che si stanno lavando le mani.

01.01.2013 - 31.12.2019

In Uzbekistan, le zone rurali dispongono di poca acqua potabile e molti dei dieci milioni di abitanti del Paese soffrono di malattie provocate dal consumo di acqua inquinata. Un progetto finanziato dalla DSC mira a risolvere questi problemi, aiutando la popolazione ad affrontarli in maniera autonoma. Gli abitanti dei villaggi imparano infatti ad organizzarsi per garantire il proprio approvvigionamento idrico.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Uzbekistan
Acqua
Acqua potabile e strutture igieniche elementari (WASH - Water for people)
Politica e difesa delle risorse idriche
Economia dell'acqua (governance, finanza, settore privato)
WATER AND SANITATION
WATER AND SANITATION
WATER AND SANITATION
Approvvigionamento di acqua potabile e strutture igieniche elementari
Politica dell'acqua e gestione amministrativa
Politica dell'acqua e gestione amministrativa

01.01.2013 - 31.12.2019


CHF 6'157'000



UN-Water: Strengthening the Global Water Architecture for the effective achievement of the 2030 Agenda

01.12.2016 - 31.12.2020

The role of UN-Water is to coordinate the UN system’s action on all water related issues, including sanitation. Therefore, UN-Water is key to bring a more effective, integrated and coordinated approach to support the implementation of the 2030 Agenda with regards to water and sanitation. SDC’s support as core contribution is crucial to ensure that the political ambition of the 2030 Agenda for water has an efficient institutional setting.


Scaling-up SuizAgua Peru and Chile

01.10.2016 - 29.02.2020

Corporate Water Footprint (WF) frameworks in Chile and Peru animate private companies to use and manage water in a sustainable manner. Civil society is made aware of sustainable water cultures by behavioural change campaigns and by being part of watershed collective actions with the private sector. Cooperation among SuizAgua Colombia, Peru and Chile and with other partners ensures further outreach of the project in Latin America with the help of an active community of practice sharing gained knowledge.


UN-Water: Strengthening the Global Water Architecture for the effective achievement of the 2030 Agenda

01.08.2016 - 31.12.2030

UN-Water has now firmly established itself as a major actor in water and in coordinating UN agencies to speak as one voice for water. SDC’s support to UN-Water’s core budget is crucial to ensure that the political ambition of the 2030 Agenda for water and its related targets has an efficient institutional setting allowing an integrated monitoring and an efficient follow-up and review and strong coordination between UN agencies. UN-Water will be key to bring a more effective, integrated and coordinated approach to support the implementation of the 2030 Agenda with regards to water and sanitation and to review progress.


Water Security in the Middle East (Blue Peace)

01.04.2016 - 31.05.2020

In the Middle East, the increasingly precarious situation of water resources demands stronger regional cooperation than ever before. Set against this background, the Blue Peace approach aims at contributing to peace building through combined political and technical dialogues, which are substantiated in concrete regional projects and direct impact activities on the ground. Together with the Strategic Foresight Group (SFG) and local partners from academia, international organisations, civil society and private sector, SDC is able to promote policy and concrete solutions for sustainable development serving those threatened by water scarcity and conflict.


SuizAgua América Latina - El Agua nos Une

Fabbricato - Impianto industriale di trattamento e riutilizzo delle acque

01.01.2016 - 31.12.2020

Water management being one of the main challenges of the 21st century, the generation of knowledge to make decisions and collaboration between different sectors; are the axis of the present and future well-being of humanity. The initiative “El Agua Nos Une” articulates the work of public institutions, business associations and research organisations. It aims at: i) scaling corporate water stewardship in Colombia; ii) strengthening knowledge on water uses, particularly in the agricultural sector; iii) contributing to the national water quality and quantity monitoring program; iv) developing an investment scheme in ecosystem services; and; v) facilitating a community of practice on water footprint and corporate water management in Latin America


Cartographie des Ressources en Eau

01.09.2015 - 31.07.2021

Une vaste partie du territoire tchadien souffre d’une pénurie chronique d’eau, alors que le pays dispose d’importantes ressources souterraines et de surface. Cette situation est due à un manque de connaissances des ressources et à l’absence d’une politique de l’eau au Tchad. Dans ce contexte, la DDC veut soutenir l’amélioration des connaissances sur les ressources en eau et renforcer les capacités des acteurs clés à établir une gestion active, durable et souveraine des ressources en eau au Tchad.


Water Integrity: Contribution to the Water Integrity Network and to the Country Programmes

01.08.2015 - 30.06.2019

Lack of water integrity and high levels of corruption preclude quality governance of the water sector, the efficient achievement of safe water and adequate sanitation for all. Following a human-based approach, this programme aims to increase water integrity by supporting advocacy work at the global level, as well as country programmes which aim to increase transparency, accountability and participation at the national, regional and local levels.


Strengthening the Institutional Framework in the Water and Sanitation Sector in Moldova

01.03.2014 - 31.08.2020

Poor governance is the key bottleneck in the Moldovan water sector, which jeopardizes long-term sustainability of past investments, and hinders new Investments to extend access to drinking water for all. With this project, SDC will improve the steering and management of the sector as well as the performance of key sector institutions, through working directly with the national institutions on sector capacity development, integrated water resource management, and a comprehensive water information system.


Rural Water Supply and Sanitation in the Fergana Valley, Tajikistan

01.01.2014 - 31.12.2019

The Swiss Agency for Development and Cooperation (SDC) was engaged in the Fergana valley both in Uzbekistan and Tajikistan with the Regional Rural Water Supply and Sanitation project since 2007. Due to difficulties in implementing regional projects in Central Asia, SDC decided in 2012 to develop two separate country projects with a regional view. The overall objective of the project is to improve the rural population’s health and livelihood with sustainable safe drinking water and sanitation facilities as well as with the development of training for better household hygienic behavior.

Oggetto 1 – 10 di 10

  • 1