Prevenzione delle catastrofi, aiuto d’emergenza, ricostruzione e protezione

 Persone raccolgono l'acqua proveniente da una cisterna nel Sudan del Sud
Nel Sudan del Sud l'Aiuto umanitario ha costruito vari punti di approvvigionamento idrico per permettere alle comunità locali di accedere all'acqua potabile. © DSC

La prevenzione delle catastrofi, l’aiuto d’emergenza e la ricostruzione sono i tre campi di intervento dell’Aiuto umanitario della DSC. Questi tre ambiti corrispondono rispettivamente all’impegno prima, durante e dopo le crisi, i conflitti armati e le catastrofi.

Con prevenzione si intendono tutte le misure prese a monte per proteggere le persone più vulnerabili. Il primo compito dell’aiuto d’emergenza è salvare vite umane e alleviare le sofferenze delle vittime nei momenti più acuti di una crisi. Due terzi dei fondi dell’Aiuto umanitario della DSC sono destinati a questi interventi. Passata l’emergenza e quando la situazione si è ormai stabilizzata possono iniziare i lavori di ricostruzione e ripristino. In caso di conflitti che perdurano nel tempo, l’impegno su questi tre fronti può essere simultaneo.

La protezione delle popolazioni rappresenta una delle quattro priorità tematiche dell’Aiuto umanitario della DSC insieme agli ambiti riduzione dei rischi di catastrofi, acqua potabile, igiene e servizi igienico-sanitari, violenza sessuale e di genere.

Prevenzione delle catastrofi

I disastri naturali colpiscono indistintamente i Paesi ricchi e quelli poveri, ma le loro ripercussioni variano a seconda del livello di sviluppo del Paese colpito.

Aiuto immediato e aiuto d'urgenza

L'aiuto d'urgenza della Confederazione, con gli esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA), viene impiegato in tutto il mondo in situazioni di crisi, conflitti e catastrofi.

Ricostruzione e riabilitazione

I programmi di ricostruzione e riabilitazione sono volti in generale a ristabilire condizioni di vita normali delle popolazioni colpite, aiutando queste ultime a superare i traumi delle guerre e delle calamità naturali e a migliorare a lungo termine la situazione abitativa, le infrastrutture e i redditi.

Protezione

I conflitti armati e le catastrofi naturali espongono i sopravvissuti a rischi di violenza fisica o psichica.

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 43

Gli agricoltori sfuggiti alla guerra si creano nuove prospettive finanziarie

Scena di mercato nel Darfur (Sudan).

01.04.2016 - 31.12.2017

Da oltre 13 anni in Sudan regnano gravi conflitti che obbligano le persone a fuggire e ne distruggono le basi esistenziali. La DSC sostiene il programma di ricostruzione dell’ONU in Sudan finalizzato, tra l’altro, a migliorare la situazione economica dei piccoli agricoltori.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Sudan
Assistenza umanitaria
Agricoltura e sicurezza alimentare
Ricostruzione e Riabilitazione
Sviluppo della catena di valore agricola
AIUTO UMANITARIO
MULTISETTORALE
Aiuto alla ricostruzione e riabilitazione
Sviluppo rurale

01.04.2016 - 31.12.2017


CHF 1'000'000



La Svizzera fornisce ambulanze alla popolazione siriana bisognosa

La Svizzera finanzia dodici nuove ambulanze nell’intento di migliorare le condizioni di vita delle persone in Siria. © DFAE

20.02.2016 - 31.10.2017

La DSC ha consegnato dodici nuove ambulanze alla Mezzaluna Rossa Siriana Araba (SARC). Alla cerimonia di consegna avvenuta a Damasco ha presenziato anche una delegazione svizzera. Il sistema sanitario siriano necessita urgentemente di questo genere di veicoli per la cronica mancanza di ambulanze a causa delle devastazioni della guerra, degli attacchi contro gli ospedali e dell’ingente numero di vittime.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Siria
Assistenza umanitaria
Sanità
Rafforzamento dei sistemi sanitari
Assistenza sanitaria primaria
Aiuto d'emergenza
SALUTE
SALUTE
MULTISETTORALE
Politica sanitaria e gestione amministrativa
Infrastruttura per i servizi sanitari di base
Assistenza materiale e servizi d'emergenza

20.02.2016 - 31.10.2017


CHF 900'000



Ristrutturazione di edifici scolastici nel Nord del Libano

Le scuole ristrutturate permettono agli allievi libanesi e siriani di seguire le lezioni nelle migliori condizioni. © DSC

16.11.2015 - 31.07.2018

Dopo aver terminato la ristrutturazione delle prime 28 scuole nel Nord del Libano, la DSC comincia ora i lavori in altri 24 edifici scolastici della stessa regione. I cantieri, portati avanti in collaborazione con le autorità libanesi, permettono di far fronte all’arrivo in massa di figli di profughi siriani.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Libano
Assistenza umanitaria
Istruzione
Istruzione di base formale (livello scuole elementari e scuole secondarie inferiori)
Ricostruzione e Riabilitazione
ISTRUZIONE
AIUTO UMANITARIO
MULTISETTORALE
Istruzione primaria
Aiuto alla ricostruzione e riabilitazione
Aiuto multisettoriale

16.11.2015 - 31.07.2018


CHF 3'690'000



Migliore qualità di vita per i Rom in Bulgaria

Due bambine ballano.

01.01.2013 - 30.04.2019

In Bulgaria i Rom sono la più grande minoranza etnica. Molti di loro sono socialmente emarginati e discriminati, vivono in condizioni di povertà e non hanno un’occupazione. Barriere sociali, culturali ed economiche rendono per la loro comunità più difficile l’accesso alla formazione e all’assistenza sanitaria. Con il contributo all’allargamento la Svizzera sostiene progetti volti a migliorare le condizioni di vita dei Rom in Bulgaria.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Bulgaria
Rafforzare la sicurezza sociale
Prevenzione
Prestazioni sociali

01.01.2013 - 30.04.2019


CHF 6'766'200



Migliore l’accesso a un'istruzione di qualità grazie alla costruzione di infrastrutture scolastiche sicure, durevoli e confortevoli

facciata di una scuola

01.10.2012 - 31.12.2017

Il terremoto del 12 gennaio del 2010 ha causato ad Haiti danni senza precedenti. Nel sudovest del Paese, regione particolarmente colpita, la DSC aiuta il Ministero dell'istruzione a ricostruire gli edifici scolastici secondo norme architettoniche e antisinistri adeguate. Il programma viene attuato allo scopo di dotare la comunità educativa di modelli di edifici scolastici riconosciuti come conformi e riproducibili dagli operatori del settore.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Haiti
Istruzione
Assistenza umanitaria
Istruzione di base formale (livello scuole elementari e scuole secondarie inferiori)
Ricostruzione e Riabilitazione
Ricostruzione e Riabilitazione
ISTRUZIONE
AIUTO UMANITARIO
AIUTO UMANITARIO
Istruzione primaria
Aiuto alla ricostruzione e riabilitazione
Aiuto alla ricostruzione e riabilitazione

01.10.2012 - 31.12.2017


CHF 8'677'000



African Risk Capacity (ARC)

01.12.2016 - 31.08.2019

The African Risk Capacity is a specialised agency of the African Union to help African countries improve their capacities to better respond to extreme weather events such as droughts and floods, therefore protecting the food security of their populations. It uses modern finance mechanisms such as risk pooling to create pan-African climate response systems. SDC co-finances the expansion of this insurance scheme to new countries, including the development of contingency plans that will allow insurance pay-outs to countries in case of drought or floods related catastrophes.


Social lnclusion and lmprovement of Living Conditions for Roma and other Vulnerable Groups in Serbia

01.12.2016 - 31.12.2018

This project, being a part of the broad HEKS-EHO program, defines an innovative approach to tackle access to quality education and improving of housing conditions of Roma. Through the dweller driven housing model, the project is upgrading the substandard Roma settlements, providing better living conditions for Roma. By institutionalisation of Roma teacher‘s assistants in education, it assists in enrollment and higher attainment of Roma pupils and skills increase of Roma adults, contributing to a more sustainable integration of Roma.


South Sudan, DCA: Educational Support in Area 1

01.09.2016 - 31.08.2018

The two civil wars fought in Area 1 as well as prolonged marginalization in the education system have deprived local communities from access to education for decades. In response, Local Partner 1 (LP1) has worked with Area 1 communities since 1995 and supported the introduction of a new Kenyan curriculum. Improved access and quality of education for all in Area 1 is both a basic human right and a powerful tool to address the cycles of poverty and conflict affecting the communities.


Réseau des Entrepreneurs Solidaires - Food Aid Swiss Dairy Products (Madagascar)

01.08.2016 - 31.07.2018

Through the usage of food aid in the form of Swiss dairy products, Swiss Humanitarian Aid contributes to the prevention and treatment of malnutrition, undernourishment, and disease. The SDC’s Humanitarian Aid administers the credit granted by parliament for a yearly amount of some CHF 20 million destined for the purchase of Swiss dairy products and their use for the benefit of the needy. Its task is to ensure a sustainable, targeted, and closely monitored food aid.


Strengthening and sustaining results for children and women in fragile, conflict-affected as well as climate and disaster-prone contexts

01.07.2016 - 30.06.2018

UNICEF through its 138 Country offices (CO) supports governments (especially at local level) and partners to reduce risk and strengthen resilience. To achieve this, UNICEF is currently increasing its focus on fragility and supports disaster risk reduction (DRR), climate change adaptation (CCA) and peacebuilding (PB) while also promoting a multi-hazard approach to Risk Informed Programming (RIP).


Ecuador Earthquake: Contribution to IFRC Emergency Appeal

11.05.2016 - 31.12.2017

On 16 April, a 7.8 magnitude earthquake struck coastal areas in north-west Ecuador. The most affected areas are the provinces of Manabi,Esmeraldas, Santa Elena, Guayas, Santo Domingo and Los Ríos, for which the Government has declared a “state of emergency”. Through its Emergency Appeal, the IFRC aims at supporting the Ecuadorian Red Cross (ERC) to assist 100’000 people affected by the earthquake over a period of 12 months and will focus on health, WASH, shelter, and livelihoods.


Grands Lacs: Fonds régional Actions urgentes

05.05.2016 - 31.01.2018

A small action is a one-off contribution to a humanitarian endeavour with no following phase that has to be operationally completed within a maximum period of 12 months. It is a flexible, efficient and transparent tool for SDC HA to support small humanitarian activities, including emergency response.

Oggetto 1 – 12 di 43