Sviluppo del settore privato - Creare incentivi per le attività nell’ambito dell’economia privata

Lo sviluppo economico è la base per lo sviluppo di un Paese e la sconfitta della povertà. Il motore più importante per la creazione di posti di lavoro e fonti di reddito è l’economia privata. Per sviluppare il suo potenziale occorrono condizioni quadro stabili, un clima d’investimento positivo, mercati e istituzioni funzionanti.

Nella linea di mira della DSC

L’attività della DSC predilige anziché interventi diretti approcci sistematici nella promozione del settore privato volti a migliorare le condizioni socioeconomiche dell’attività nell’ambito dell’economia di mercato e la promozione di mercati funzionanti. A tal fine, diverse componenti politiche vengono solitamente combinate con misure adeguate. Vi si annoverano ad esempio: la rimozione di ostacoli per un’attività economica nel settore formale, la promozione di un settore finanziario affidabile e adeguato ai bisogni delle imprese piccole e medie, il potenziamento delle capacità dell’amministrazione pubblica, il miglioramento dell’offerta nell’ambito della formazione professionale oppure lo sviluppo di un dialogo interattivo tra settore privato e settore pubblico.

La DSC concentra la sua attività soprattutto a livello regionale e locale. L’eccezionale importanza dell’agricoltura per uno sviluppo sostenibile e una diminuzione della povertà di ampia portata pone in primo piano la promozione del settore privato e la stimolazione della dinamica del mercato nelle regioni rurali. La DSC utilizza diversi approcci di sviluppo e seconda del contesto in cui opera, tra cui:

  • Catene di valore aggiunto: la DSC sostiene produttori poveri soprattutto del settore agricolo al fine di posizionarsi meglio all’interno delle catene di valore aggiunto locali, regionali e globali e di promuovere lo sviluppo di catene del valore aggiunto funzionanti. Lo scopo è l’utilizzazione migliore delle opportunità di mercato locali, nazionali o globali, l’aumento del valore aggiunto e la diversificazione in prodotti pregiati.
  • Sviluppo economico locale (Local Economic Development): La DSC sostiene processi partecipativi, nei quali lo Stato, l’economia privata e la società civile di una regione cooperano al fine di elaborare e implementare congiuntamente una strategia di sviluppo economico e il suo posizionamento nel Paese e/o nel contesto globale.

Contesto

Le imprese private sono il pilastro della nostra economia. La loro capacità di individuare e utilizzare condizioni di mercato favorevoli è determinante per la creazione di posti di lavoro e con essi di fonti di reddito. Tuttavia, la produttività e la competitività di un’impresa non dipendono solo da fattori interni all’azienda. Almeno altrettanto importanti sono elementi esterni quali il contesto regolativo e giuridico, un’amministrazione pubblica efficiente, mercati del lavoro e dei prodotti funzionante e la disponibilità di servizi finanziari e altri servizi forniti alle imprese.

Sfide attuali

La sfida centrale dal punto di vista dello sviluppo è l’organizzazione delle condizioni quadro politiche e giuridiche affinché possano fungere, nell’ambito dell’economia privata, da stimolo per un’ampia attività sulla base di mercati funzionanti. Ciò è necessario soprattutto dove i mercati sono organizzati male, vale a dire dove nessun standard è stato definito, la formazione dei prezzi non è trasparente, la tecnologia, l’infrastruttura e l’offerta di servizi mancano o l’accesso al mercato è ristretto.

Rendere possibile una crescita sostenibile, integrativa e che, di conseguenza, riduca la povertà richiede non solo la promozione di diversi tipi di impresa (ad es., imprese di determinate dimensioni, con determinati campi di attività, di determinati settori) ma piuttosto il rafforzamento e la maggior competitività del sistema socioeconomico nel suo complesso mediante misure adeguate.

Approcci e metodi

La crescita economica è una premessa per la riduzione della povertà, ma non ne è una garanzia sufficiente.

Sviluppo economico locale

I programmi strutturati regionali migliorano non solo la produttività economica di regioni, ma mirano altresì alla partecipazione duratura di tutti i gruppi di popolazione al processi decisionali politici ed economici.

Catene di valore aggiunto e sviluppo di cluster

Le value Chains permettono di migliorare la partecipazione di produttori di Paesi in sviluppo e in transizione ai mercati locali, regionali e globali.

Documenti

Making the most of agricultural investment
A survey of business models that provide opportunities for smallholders

M4P. Expanding the poor's access to business information and voice through radio in Uganda (PDF, 228.5 kB, Inglese)

M4P. Improving the environment for small businesses in Indonesia and Russia (PDF, 184.5 kB, Inglese)

Decent Work: a target to achieve the MDGs. Factsheet (PDF, Numero pagine 5, 59.4 kB, Inglese)

Social standards in the context of employment and income
Factsheet 1
(PDF, Numero pagine 4, 57.3 kB, Inglese)

Social standards in the context of employment and income
Factsheet 2
(PDF, Numero pagine 4, 57.6 kB, Inglese)

Social standards in the context of employment and income
Factsheet 3 (PDF, Numero pagine 6, 76.3 kB, Inglese)

Social standards in the context of employment and income
Factsheet 4
(PDF, Numero pagine 4, 53.7 kB, Inglese)

M4P. The role and impact of radio in reforming the rural business environment in Africa (PDF, 316.6 kB, Inglese)

Approches comparées du développement du secteur privé – une perspective M4P (PDF, 412.7 kB, Francese)

Social standards in the context of employment and income - Briefing Paper (PDF, Numero pagine 5, 55.1 kB, Inglese)

Employment, Income and the MDGs - Critical Linkages and Guiding Actions
Briefing paper (PDF, Numero pagine 8, 73.5 kB, Inglese)

Afghan women’s income-generating ventures: Between bee stings and rays of hope
Asia Brief - March 2012
(PDF, Numero pagine 4, 651.8 kB, Inglese)

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 22

Un mercato del lavoro attrattivo per i giovani kosovari

Un giovane sta lavorando a un pannello elettrico.

01.01.2017 - 31.12.2020

Con il progetto «Enhancing Youth Employment» s’intende migliorare le opportunità sul mercato del lavoro per i giovani in Kosovo, una fascia della popolazione fortemente colpita dalla disoccupazione. Creando un dialogo tra i datori di lavoro e le persone in cerca di un impiego e offrendo a queste ultime una formazione valida affinché acquisiscano le qualifiche necessarie per poter essere competitivi, è possibile ridurre la disoccupazione e dare slancio alla crescita del Paese.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Kosovo
Economia e impiego
Sviluppo del mercato del lavoro
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa

01.01.2017 - 31.12.2020


CHF 7'570'000



Formazione professionale in Tunisia – Obiettivo impiego

In Tunisia un progetto della DSC permette ad alcuni giovani in cerca di occupazione di acquisire le competenze tecniche e sociali richieste nel mondo del lavoro.

01.01.2016 - 31.12.2020

Nel quadro di un apposito programma la DSC mira ad accrescere l’impiegabilità dei giovani diplomati tunisini organizzando corsi di formazione professionale che consentono loro di maturare esperienze pratiche e di acquisire il know-how richiesto nel mondo del lavoro.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Tunisia
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo del mercato del lavoro
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa

01.01.2016 - 31.12.2020


CHF 9'603'475



Dalla formazione all’impiego (E2E)

Una giovane donna programma dei macchinari con un computer.

01.04.2015 - 31.12.2019

La Serbia, che si trova in pieno processo di negoziazione per l’adesione all’Unione europea (UE), deve effettuare riforme per soddisfare i criteri che si applicano ai Paesi membri. La disoccupazione dei giovani raggiunge il 27,5% ed è una preoccupazione prioritaria per il Governo serbo. Nell’ambito della cruciale riforma del sistema di formazione professionale, la Serbia vuole prendere come riferimento i fattori di successo del sistema svizzero di formazione duale e ha chiesto il sostegno della Svizzera in proposito.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Serbia
Economia e impiego
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo del mercato del lavoro
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa

01.04.2015 - 31.12.2019


CHF 8'010'000



Programme d’Appui à la Formation Professionnelle

01.01.2014 - 31.12.2019

Le marché du travail au Mali est caractérisé par une main d’œuvre peu qualifiée. Dans ce contexte, 300'000 jeunes arrivent chaque année sur ce marché sans compétences. L’offre de formation par domaine et/ou filière est en deçà des attentes du secteur productif. La formation professionnelle e 40'000 personnes dont 50% de femmes à l’horizon 2017, améliore la qualité des ouvrages et augmente la compétitivité des entreprises en contribuant à l’augmentation des revenus dans les régions prioritaires de la DDC et de la coopération danoise.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Mali
Education
Agriculture and Food Security
Vocational training and skills development
Labor market development
Agriculture value-chain development
EDUCATION
EDUCATION
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
EDUCATION
MULTISECTOR or CROSS-CUTTING
Vocational training
Advanced technical and managerial training
Employment policy and administrative management
Education facilities and training
Rural development

01.01.2014 - 31.12.2019


CHF 16'957'000



Programma di sostegno alla gestione decentralizzata dell’alfabetizzazione (PAGEDA)

Un centro di alfabetizzazione per adulti in un accampemento Peulh del villagio die Goure Bene, Comune di Nikki, Borgou, 2014

01.01.2014 - 30.09.2020

Il Programma di sostegno alla gestione decentralizzata dell’alfabetizzazione ha l’obiettivo di consentire a 30’000 cittadine e cittadini – di cui la metà sono donne – e soprattutto ai giovani di età compresa tra i 15 e i 30 anni che sono esclusi dal sistema formale o che non vi hanno accesso, di acquisire competenze della vita quotidiana e di esercitare appieno i propri diritti grazie a programmi di alfabetizzazione di qualità volti a ridurre le disparità di accesso all’istruzione legate al genere, all’età e alle regioni.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Benin
Economia e impiego
Istruzione di base non formale (strategie di vita e alfabetismo inclusi)
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo del mercato del lavoro
ISTRUZIONE
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
Strategie di vita per giovani e adulti
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa

01.01.2014 - 30.09.2020


CHF 6'320'000



Promuovere la crescita del settore privato e creare impieghi per i giovani in Macedonia del Nord

Biljana, co-fondatrice di «The Good Earth», mostra un cesto di frutta e verdura biologici.

01.11.2013 - 31.07.2019

La Macedonia del Nord presenta un tasso di disoccupazione particolarmente elevato, in particolare tra i giovani e le donne, e una parte consistente della popolazione vive in una situazione di povertà. In questo contesto, la Svizzera s’impegna a promuovere la crescita delle imprese e a migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi rafforzando le PMI in alcuni settori.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Macedonia
Economia e impiego
Sviluppo del mercato del lavoro
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
Politica occupazionale e gestione amministrativa

01.11.2013 - 31.07.2019


CHF 7'500'000



Prospettive economiche per i giovani nelle regioni rurali

Alcuni contadini vengono formati nell’allevamento in verticale dei pomodori, una tecnica che permetterà loro di raddoppiare la produzione. ©DSC

01.01.2013 - 31.05.2019

Il progetto della DSC nel governatorato rurale di Assuan in Egitto ha lo scopo di migliorare le prospettive economiche di ragazze e ragazzi. La DSC promuove aziende nei campi dell’agricoltura, dell’allevamento e della pesca, creando nuovi posti di lavoro. In questo modo, i giovani trovano un’alternativa all’emigrazione nei centri urbani.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Egitto
Agricoltura e sicurezza alimentare
Istruzione
Economia e impiego
Sviluppo del mercato del lavoro
Sviluppo della catena di valore agricola
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo della catena di valore agricola
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
AGRICULTURE, FORESTRY, FISHING
ISTRUZIONE
AGRICULTURE, FORESTRY, FISHING
MULTISETTORALE
ISTRUZIONE
MULTISETTORALE
Politica occupazionale e gestione amministrativa
Agricultural services
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo agricolo
Agricultural services
Sviluppo rurale
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo rurale

01.01.2013 - 31.05.2019


CHF 5'020'000



Un fondo per la formazione professionale delle persone più svantaggiate in Nepal

 Eine junge nepalesische Frau arbeitet an einem Sicherungskasten.

01.01.2011 - 30.06.2020

La DSC ha fondato l’Employment Fund Nepal insieme al Governo nepalese e ad altri partner. Il fondo mira ad assicurare una formazione ai giovani e alle persone più svantaggiate. Gli istituti di formazione si assumono i costi dei corsi e ottengono un rimborso da parte del fondo quando le persone formate hanno trovato un impiego che permette loro di avere un reddito soddisfacente.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Nepal
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo del mercato del lavoro
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
INDUSTRIA
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)

01.01.2011 - 30.06.2020


CHF 5'996'665



Prabriddhi - Local Economic Development (LED) at District Level

01.01.2017 - 31.01.2020

In two urban municipalities and their surrounding territories, the public and private sector and civil society will engage in joint local economic strategizing, planning and implementation. A more vibrant, competitive  and better performing economy will benefit all people living in an area including businesses of all sizes and generate opportunities particularly for poor and marginalised women and men. The model of decentralized economic planning developed and refined locally will be replicated across Bangladesh.


Programme d’Appui à la Formation Professionnelle et à l’Apprentissage (PAFPA)

01.12.2016 - 31.12.2020

Au Burkina Faso, la majorité des jeunes travaille dans des activités à faible valeur ajoutée, du fait d’un système de formation professionnelle peu efficace et faiblement lié au secteur privé. Le PAFPA entend améliorer l’accès et la qualité de ce système en capitalisant sur les expériences de la DDC dans les secteurs agro-alimentaire et artisanal et en promouvant un partenariat public-privé inédit entre le Ministère de la formation professionnelle, la plus grande organisation patronale et une ONG spécialisée en ingénierie de formation.


Phasing out - Enhancing Youth Employability in the Gaza Strip –Phase II

01.12.2016 - 31.05.2019

The project aims at supporting the development of the Technical and Vocational Education and Training (TVET) sector in Gaza responding to the labour market needs and aligning to the national TVET strategy in order to improve youth employability. This second and final phase will focus on consolidating the achievements of phase one through the institutionalization of the Centre of Competence concept, enhanced involvement of the private sector and systematic technical cooperation between West Bank and Gaza and among stakeholders active in the TVET sector in Gaza. 


Vocational Skills Development in Macedonia

01.09.2016 - 28.02.2022

Macedonia has one of the highest unemployment rates in Europe (25%), especially among youth (48%). One of the key factors for youth unemployment is that the education and training system does not provide skills needed by the economy. The Vocational Skills Development project aims to address youth unemployment through supporting market relevant skills development by strengthening the engagement of the private sector (e.g. through systematised internships), thus increasing the employability of vocational training graduates.

Oggetto 1 – 12 di 22