Uguaglianza tra donne e uomini

Una donna e un uomo discutono di fronte a una baracca
L’impegno in favore della parità di diritti tra donne e uomini è un caposaldo in tutti i progetti della DSC. ©DSC

Le disparità di genere costituiscono uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo sostenibile, alla crescita economica e alla lotta contro la povertà. Obiettivo della DSC è permettere sia alle donne che agli uomini di beneficiare degli stessi diritti per poter sviluppare il loro potenziale e valorizzare le loro risorse.

La povertà è ancor oggi marcata da un forte squilibrio tra i sessi: secondo studi internazionali, il 70 per cento circa delle persone che vivono in condizioni di estrema povertà sono donne. Leggi e norme sociali sfavoriscono spesso le ragazze e le donne, precludono loro l’accesso alla sanità e all’istruzione, alle posizioni decisionali, alle risorse finanziarie e al mercato.

Le donne lavorano spesso in condizioni precarie, in settori poco produttivi e senza alcuna protezione sociale, guadagnando meno degli uomini. Le donne hanno inoltre meno voce in capitolo degli uomini nei processi decisionali su questioni sociali, politiche ed economiche e non di rado sono vittime di violenza di genere, discriminazione ed esclusione.

La DSC si impegna in favore della parità di diritti e delle pari opportunità tra donne e uomini coinvolgendo uomini adulti e giovani nelle sue attività incentrate sulle questioni di genere e rappresenta i loro interessi trasversalmente, vale a dire in tutti i suoi progetti e le sue strategie. Conflitti, contesti fragili, economia e politica sono aree tematiche prioritarie.

Con la «strategia del DFAE per l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne», adottata nel 2017, l’uguaglianza tra donne e uomini è diventata un pilastro principale della politica estera della Svizzera. Il messaggio concernente la cooperazione internazionale della Svizzera 2017-2020 mira per la prima volta esplicitamente a rafforzare l’uguaglianza tra i sessi e i diritti delle donne e delle ragazze. La Svizzera s’impegna anche ad attuare l’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile dell’ONU, il cui obiettivo 5 è di raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze. È firmataria della Convenzione dell’ONU sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna (CEDAW) del 1979. L’uguaglianza tra uomini e donne è sancita nell’articolo 8 capoverso 3 della Costituzione federale del 1999.

Ugualianza e diritti delle donne in situazioni di conflitto e in contesti fragili

La DSC attua la Risoluzione 1325 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite incentrata sui temi della prevenzione e della protezione dalla violenza di genere in situazioni di conflitto e della partecipazione delle donne ai processi di pace.

Rafforzamento della partecipazione delle donne alla vita politica

La DSC si impegna affinché donne e uomini possano onorare con pari diritti i loro doveri di cittadine e cittadini.

Accesso alle risorse naturali, all’istruzione e a fonti di reddito

Le donne svolgono un ruolo chiave nella lotta contro la povertà e nella promozione della sicurezza alimentare. È dunque fondamentale garantire loro l’accesso alle risorse naturali, all’istruzione e a fonti di reddito.

Ausili di lavoro per la promozione dell’uguaglianza

«Gender Tool Kit» e strumenti di lavoro tematici.

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 65

Denunciare e combattere la violenza di genere in Mongolia

Ritratto di due operatrici sociali mongole

01.05.2016 - 30.04.2020

Dall’inizio del secolo sono in aumento gli episodi di violenza domestica in Mongolia. Tuttavia a causa della carenza di dati statistici il fenomeno è difficile da valutare e la cultura di impunità continua a prevalere. La DSC vuole porre rimedio al problema con uno studio di portata nazionale. Allo stesso tempo si propone di rafforzare le istituzioni, di creare servizi appositi e di sensibilizzare l’opinione pubblica.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Mongolia
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Protezione e accesso
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
Diritti umani
Diritti umani

01.05.2016 - 30.04.2020


CHF 4'390'000



Nepal: un ventaglio di misure contro la violenza di genere

Foto di gruppo delle partecipanti dall’alto

01.02.2016 - 31.12.2018

In Nepal la violenza di genere è un problema molto diffuso, che ostacola uno sviluppo sostenibile. Per questo, a inizio 2016, la DSC e il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) hanno lanciato un apposito progetto di azione e prevenzione spalmato su tre anni. Nell’ambito del progetto le donne e le ragazze vengono educate sui loro diritti e incoraggiate a nominare forme di violenza. Parallelamente uomini e ragazzi vengono motivati a cambiare atteggiamento nei confronti delle donne. Un ulteriore obiettivo è garantire un’assistenza più rapida ed efficace alle vittime. I primi cambiamenti sono incoraggianti.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Nepal
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Protezione e accesso
Sviluppo legale e giudiziario
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
Diritti umani
Diritti umani
Sviluppo dei servizi legali e giudiziari

01.02.2016 - 31.12.2018


CHF 2'995'000



Forgiare una «cultura del Nilo» comune attraverso la musica e la formazione accademica

Musicisti del progetto del Nilo in viaggio.

01.05.2015 - 18.11.2018

Per fare del bacino del Nilo un territorio comune e un ecosistema condiviso dagli abitanti degli undici Paesi attraversati dal fiume, la DSC sostiene un progetto musicale ed educativo innovativo: «The Nile Project», il progetto del Nilo. L’iniziativa raggruppa artisti, studenti e cittadini. Dal 2013, si è svolta una serie di concerti di grande successo, e contemporaneamente alcuni studenti hanno cominciato a sviluppare iniziative per promuovere un migliore uso delle risorse idriche.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Egitto
Economia e impiego
Istruzione
Migrazione
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Istruzione
Ambiente
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Economia e impiego
Cultura
Riduzione dei rischi di catastrofi: preparazione all'emergenza
Politica dell'istruzione
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)
Protezione dell'ambiente
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Accesso all'informazione (sostegno ai media e TIC inclusi)
Riduzione dei cambiamenti climatici
Cultura
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
Migrazione in generale (aspetti relativi allo sviluppo e partenariati)
Protezione e accesso
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
INDUSTRIA
AIUTO UMANITARIO
ISTRUZIONE
INDUSTRIA
PROTEZIONE GENERALE DEL AMBIENTE
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
COMMUNICAZIONE
PROTEZIONE GENERALE DEL AMBIENTE
AIUTO UMANITARIO
Politica dell'istruzione e gestione amministrativa
Cultura e svago
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)
Prevenzione delle catastrofi e preparazione all'emergenza
Formazione professionale / sviluppo delle competenze
Sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI)
Politica dell'ambiente e gestione amministrativa
Diritti umani
Cultura e svago
Tecnologia dell'informazione e della comunicazione (TIC)
Protezione della biosfera
Assistenza materiale e servizi d'emergenza

01.05.2015 - 18.11.2018


CHF 792'800



Una vita senza violenza, dall’utopia alla pratica

Viso di una donna violentata.

01.02.2015 - 31.05.2020

Sulla base di una legge contro le violenze perpetrate nei confronti delle donne adottata di recente in Bolivia, la DSC vuole contribuire a un’assistenza più sistematica e adeguata delle donne vittime di aggressioni. Anche le autorità locali e nazionali, insieme alla popolazione, sono coinvolte nello sforzo di prevenire le aggressioni commesse contro le donne. I comportamenti sono troppo spesso tinti di un maschilismo che legittima la violenza.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Bolivia
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
Diritti umani

01.02.2015 - 31.05.2020


CHF 4'070'000



Gioventù proiettata verso il futuro: un migliore sistema di formazione professionale in Albania

Uno studente avvitando un pannello solare.

15.12.2014 - 31.12.2018

Uno dei principali problemi dell’Albania è l’elevato tasso di disoccupazione giovanile. Tra le cause vi è il fatto che le formazioni offerte non tengono sufficientemente conto delle qualificazioni professionali effettivamente richieste. Per contrastare questa situazione, la DSC aiuta a riformare il sistema di formazione professionale, ad adattare maggiormente l’insegnamento alla realtà professionale e, in tal modo, a venire incontro alle esigenze del settore privato.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Albania
Istruzione
Economia e impiego
Formazione professionale e sviluppo delle competenze
Sviluppo del mercato del lavoro
Diritti dell'uomo (diritti delle donne inclusi)
ISTRUZIONE
OTHER SOCIAL INFRASTRUCTURE AND SERVICES
GOVERNO E SOCIETÀ CIVILE
Formazione professionale / sviluppo delle competenze
Politica occupazionale e gestione amministrativa
Diritti umani

15.12.2014 - 31.12.2018


CHF 3'000'000



Supporting Civil Society Organizations in Nicaragua

01.08.2020 - 31.12.2024

SDC and other like-minded donors are engaged in enhancing the democratic and public policy processes in Nicaragua. A strong civil society is essential to the quality and sustainability of this effort. The proposed program will promote citizen participation, strengthen capacities of Civil Society Organizations and foster informed policy dialogue. 


Strengthening of civil-political-economic rights and social auditing.

01.05.2020 - 30.06.2027

Strengthening civil-political-economic rights, freedom of expression and social auditing is a priority to ensure the functioning of the rule of law and respect for human rights in Honduras. The role of civil society is essential in the construction of citizenship and to ensure a system of check and balance. Therefore, the program will support 6 to 8 national civil society organization with strong anchoring in the territories to promote jointly in a concerted, impartial and evidence based way these topics.


UNDP Business Call to Action

01.06.2017 - 31.12.2019

The Business Call to Action (BCtA) is a Public Private Development Partnership (PPDP) between multilateral organizations, bilateral donors and businesses from all over the world that works to accelerate and measure private sector contribution towards the Sustainable Development Goals (SDGs). BCtA challenges and supports businesses to bring the benefits of private sector led growth to the poorest by including them in their value chains as producers, consumers and employees.


Strengthening Human Rights institutions in Bangladesh

01.01.2017 - 31.12.2020

People in Bangladesh repeatedly suffer from human rights violations which especially affect poor and marginalised people with limited remedy and widespread impunity. The project strengthens (i) the National Human Rights Commission to more effectively promote and protect human rights and (ii) civil society to promote and monitor Human Rights and provide legal aid.


Diakonia International Humanitarian Law Resource Center (IHLRC) “Closing the Compliance Gap”

01.01.2017 - 31.12.2019

The Swiss contribution supports Diakonia’s International Humanitarian Law Resource Centre (IHLRC) to respond to the demand for accurate and principled legal analysis on International Humanitarian Law (IHL) and International Human Rights Law in the oPt, and to make it accessible to States and relevant organizations to ensure that their policies and international aid are not in contradiction with international law. This intervention is in line with the Swiss Foreign Policy in the Region and SDC Cooperation Strategy 2015-2018 that aims to promote respect for International Law, to ensure protection by all duty-bearers of the rights of the Palestinian population.


Contribution to UN Trust Fund to End Violence against Women

01.12.2016 - 30.11.2021

Switzerland is renewing its contribution to the system-wide United Nations Trust Fund to End Violence against Women (UNTF). As the only global multilateral grant-making mechanism exclusively devoted to supporting local and national efforts to ending violence against women and girls (EVAW/G), including in fragile and conflict contexts, the UNTF has the advantage to possess a global overview of the legal provisions and practices, methods of prevention and types of support services needed. Dissemination of good practice will be strengthened to inform policy and programming.


Oggetto 1 – 12 di 65