Polonia - Paese partner del contributo svizzero all’allargamento

La Svizzera versa un contributo di 489 milioni di franchi svizzeri alla Polonia, dove entro il 2017 verranno realizzati 58 progetti per ridurre le disparità economico-sociali. Il 40% circa dei mezzi viene utilizzato nelle aree meridionali del Paese, strutturalmente deboli. L’ufficio svizzero per il contributo all’allargamento di Varsavia sovrintende alla realizzazione e opera in stretta collaborazione con l’ufficio di coordinamento nazionale del Ministero dello sviluppo.

© 2014 Natural Earth
2014 Natural Earth

Progetti in Polonia

Con il contributo all’allargamento la Svizzera sostiene 58 progetti in Polonia

Notizie attuali relative ai progetti

Novità, punti salienti e informazioni sui progetti in Polonia

Risultati in Polonia

Con il contributo all’allargamento la Svizzera promuove le energie rinnovabili, smaltisce l’amianto e migliora la sicurezza del confine orientale della zona Schengen.

Accordo-quadro con la Polonia

La Svizzera ha concluso con la Polonia un accordo quadro bilaterale nell’ambito del quale decide, in accordo con la Polonia e a prescindere dall’UE, quali progetti sostenere.

Regioni prioritarie

l contributo all’allargamento prevede oltre a una focalizzazione tematica, anche una focalizzazione geografica. Priorità hanno le regioni “Lubelskie", "Malopolskie", "Podkarpackie" e "Swietokrzyskie”. Con un prodotto interno lordo pro capite di circa il 35% della media dei 25 Paesi UE, tali regioni presentano gli indicatori di sviluppo più bassi della Polonia. Almeno il40% del contributo all’allargamento dovrebbe essere destinato direttamente o indirettamente alle regioni sopraindicate.

Documentazione (16)

Oggetto 1 – 12 di 16

Contributo svizzero all’allargamento: rapporto annuale 2016

Il rapporto mostra i risultati e lo stato dei progetti, tra cui interventi nel campo della formazione professionale duale in Slovacchia e della lotta contro la tratta di esseri umani in Bulgaria e Romania, bonifica di un porto in Lettonia e di un fondo per capitale di rischio in Ungheria. Illustra inoltre le conclusioni dei programmi in Estonia e Slovenia e presenta il nuovo programma per la Croazia.



Contributo svizzero all’allargamento: rapporto annuale 2015

Il rapporto annuale 2015 sul contributo svizzero all’allargamento presenta una panoramica dei risultati concreti e dello stato di attuazione dei progetti. Nel 2015 oltre 500 dottorandi e post-dottorandi provenienti dai «nuovi» Stati dell’UE hanno per esempio svolto un soggiorno di ricerca in Svizzera grazie a una borsa di studio, la Bulgaria ha fissato per legge l’assistenza medica a domicilio sul modello del servizio «Spitex» svizzero e la Slovenia ha dimezzato le spese sostenute dalle scuole per il riscaldamento e l’elettricità grazie a ristrutturazioni volte a incrementare l’efficienza energetica e all’impiego di energie rinnovabili.




Rapporto di valutazione sul contributo all'allargamento 2015: L'essenziale in breve

Una valutazione indipendente attesta che gli uffici federali hanno raggiunto ottimi risultati nel quadro dell’attuazione del contributo svizzero all’allargamento a favore dei nuovi Paesi membri dell’UE. Un rapporto riassume i principali risultati della valu¬tazione e fornisce informazioni sullo stato dell’attua¬zione e sugli effetti del contributo all’allargamento.



Il contributo svizzero all'allargamento

La Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC e la Segreteria di Stato dell’economia SECO tracciano un bilancio a medio termine sui primi cinque anni dall’approvazione del contributo all’allargamento a favore dei dieci nuovi membri dell’UE. La fase di attuazione dei progetti continuerà fino al 2017.









Oggetto 1 – 12 di 16

Attualità (24)

Oggetto 1 – 12 di 24

Prevenzione mirata dell’epatite C in Polonia

Alcuni youtuber e una quarantina di ragazzi e ragazze in piedi davanti a un cartellone colorato durante un evento molto animato.

29.09.2017 – Articolo

La Svizzera ha sostenuto la Polonia nella prevenzione dell’epatite C. Circa 25’000 persone sono state sottoposte al test HCV e un’ampia campagna su scala nazionale ha sensibilizzato la popolazione. I dati registrati dovrebbero confluire nelle relative strategie nazionali della sanità.


Contributo all’allargamento: bilancio positivo dopo 10 anni

Due operai montano impianti fotovoltaici a Niepolomice, in Polonia.

19.06.2017 – Comunicato stampa

Il 14 giugno 2017 è scaduto il termine di attuazione di dieci anni del contributo svizzero all’allargamento ai dieci Paesi dell’Europa centrale e dell’Est entrati a far parte dell’UE nel 2004. La Svizzera ha realizzato complessivamente 210 progetti con il fondo di un miliardo di franchi approvato dal Parlamento, fornendo così un contributo solidale alla riduzione delle disparità economiche e sociali nell’UE.


Svizzera – Polonia: scambio di buone pratiche nel settore dell’energia

Il gruppo scende le scale per visitare le turbine della centrale idroelettrica di Broc.

03.04.2017 – Articolo

La Polonia mostra un crescente interesse e una sempre maggiore sensibilità nei confronti delle energie rinnovabili e della protezione del clima. Negli ultimi cinque anni la Svizzera ha sostenuto dieci progetti nel settore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili in Polonia e ha accolto per la quinta volta una delegazione di interessati alla nostra politica energetica e alle esperienze maturate nel settore. Inoltre, data l’imminente conclusione, nel mese di giugno, del programma svizzero di Contributo all’allargamento nei dieci nuovi Stati membri dell’Unione europea, questa visita è a maggior ragione un’occasione di definire sul lungo termine le attività della Svizzera all’estero e di rafforzare il partenariato svizzero-polacco.


Riscaldamento ed elettricità: la Polonia punta sul legno

La capa del distretto di Lebork si congratula con il sindaco per la costruzione dell’impianto e gli consegna un documento.

29.06.2016 – Articolo

Lebork ha puntualmente terminato la sua centrale a cogenerazione, ora allacciata alla rete comunale di teleriscaldamento. L’impianto copre il 40% del fabbisogno energetico di acqua calda e riscaldamento nella cittadina polacca. La centrale produce al tempo stesso elettricità che confluisce nella rete elettrica locale.


Il programma Sciex è giunto al termine

ricercatore

28.09.2015 – Articolo

Il 25 settembre 2015 ha avuto luogo la manifestazione di chiusura del programma di borse di studio Sciex. Grazie a questo programma più di 500 dottorandi e postdottorandi hanno potuto effettuare un soggiorno di ricerca in Svizzera per portare avanti il loro lavoro. 


Il direttore della DSC Manuel Sager in visita in Polonia

Direttore Sager, partner di progetto e le autorità regionali

21.09.2015 – Articolo

Dal 14 al 17 settembre il direttore della DSC Manuel Sager si è recato in Polonia. In questa occasione ha partecipato a una conferenza sul contributo all’allargamento. Contestualmente il viaggio gli ha permesso di incontrare colleghe e colleghi dell’Ufficio per la realizzazione del contributo svizzero all’allargamento e partner di progetto, e di effettuare visite sul campo nell’ambito di progetti in corso.


Progetti nel settore sanitario in Polonia: risultati incoraggianti

Il bagno di un asilo.

31.08.2015 – Articolo

In Polonia la Svizzera sostiene vari progetti in ambito sanitario. Tra gli obiettivi vi è il miglioramento dell’igiene orale dei bambini in età prescolare, la prevenzione delle infezioni da epatite C e la riduzione del consumo di alcool, tabacco e droghe in gravidanza. Stando alle valutazioni intermedie, i progetti procedono secondo i piani e i risultati sono incoraggianti.


Strade più sicure in Polonia grazie al know-how svizzero

Una poliziotta controlla i documenti di un conducente.

10.04.2015 – Articolo

Con un tasso di 87 incidenti mortali all’anno per milione di abitanti, la Polonia occupa, insieme al Lussemburgo, il secondo posto nella classifica dei Paesi più pericolosi d’Europa in materia di circolazione stradale. Il 6 febbraio 2015 il Parlamento polacco ha varato una legge per il miglioramento della sicurezza stradale, firmata il 2 aprile dal Presidente della Polonia. Il progetto «Road Safety» del contributo all’allargamento ha sostenuto questo processo fornendo know-how specialistico svizzero.

 


Il Consiglio federale apre la procedura di consultazione sul proseguimento della legge federale sulla cooperazione con gli Stati dell’Europa dell’Est

17.12.2014 – Comunicato stampa
Il Consiglio federale ha aperto la procedura di consultazione sul proseguimento della legge federale sulla cooperazione con gli Stati dell’Europa dell’Est. La legge attuale è valida ancora fino alla fine di maggio 2017. Un prolungamento tempestivo dovrebbe permettere di proseguire senza interruzioni la cooperazione con gli Stati dell'Europa dell'Est e dell'ex Unione sovietica. La procedura di consultazione dura fino al 31 marzo 2015.


Nuovi ambasciatori della Svizzera

19.09.2014 – Comunicato stampa
È tempo di avvicendamenti di personale presso varie rappresentanze della Svizzera all’estero e alla Centrale del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) a Berna. Tali avvicendamenti, che si concretizzeranno nel 2015, s’iscrivono nei consueti ritmi di trasferimento e nelle nomine decise dal Consiglio federale. Le nomine dei capimissione all’estero diverranno però effettive soltanto con il gradimento da parte delle autorità dello Stato ospite. Il Consiglio federale ringrazia gli ambasciatori che si apprestano ad andare in pensione per i servizi resi.


21 progetti di partenariato in fase di conclusione

Philippe Nendaz con Agata Stwora, direttrice della scuola speciale polacca di Łodygowice.

20.08.2014 – Articolo

Nell’estate 2014 sarà conclusa la maggior parte dei 21 progetti di partenariato svizzero-polacchi. Una valutazione condotta presso 16 partner di progetto svizzeri ha rivelato che la maggior parte dei progetti ha avuto un buon esito e che si è svolto uno scambio di conoscenze ed esperienze fruttuoso per entrambe le parti.


Lo sviluppo regionale in Polonia crea posti di lavoro

Il progetto «Alpine Carpathian Cooperation Bridge» promuove la produzione e la commercializzazione di prodotti tradizionali della provincia dei Precarpazi (Podkarpackie).

28.02.2014 – Articolo

Le iniziative locali rafforzano l’economia delle regioni più deboli nei nuovi Stati membri dell’UE e creano posti di lavoro. La valutazione intermedia di dieci progetti di sviluppo regionale in Polonia mostra che nella maggior parte dei casi la loro attuazione procede secondo i piani e che i primi risultati sono già visibili.

Oggetto 1 – 12 di 24