Rafforzare la sicurezza sociale

Due donne con bambino
Negli ospedali lituani la Svizzera promuove il perfezionamento professionale del personale sanitario e la modernizzazione delle infrastrutture ospedaliere ormai obsolete. © DSC

Con circa 180 milioni CHF la Svizzera finanzia un ampio ventaglio di misure per promuovere la sicurezza sociale nei Paesi partner, che riguardano soprattutto anziani, giovani e malati.

I progetti si concentrano sui seguenti ambiti e obiettivi: servizi sanitari di base, modernizzazione degli ospedali, prevenzione, assistenza sociale per determinate categorie di persone, facilitazione dell’accesso alle scuole nelle zone rurali e miglioramento dei servizi di pronto soccorso. La Svizzera contribuisce con il proprio know-how: in quattro comuni bulgari, ad esempio, è stato introdotto un servizio di cura e assistenza a domicilio ispirato al modello Spitex.

Risultati

Documentazione (19)

Oggetto 1 – 12 di 19

Contributo svizzero all’allargamento: rapporto annuale 2017

I dieci Paesi che hanno aderito all’Unione europea nel 2004 hanno concluso i progetti svolti nel quadro del contributo all’allargamento. La SECO e la DSC tracciano un bilancio e pubblicano i risultati nel rapporto annuale 2017. I progetti hanno notevolmente contribuito alla riduzione delle disparità sociali ed economiche in Europa. La Svizzera ha potuto apportare le proprie conoscenze specifiche in numerosi progetti.



Contributo svizzero all’allargamento: rapporto annuale 2016

Il rapporto mostra i risultati e lo stato dei progetti, tra cui interventi nel campo della formazione professionale duale in Slovacchia e della lotta contro la tratta di esseri umani in Bulgaria e Romania, bonifica di un porto in Lettonia e di un fondo per capitale di rischio in Ungheria. Illustra inoltre le conclusioni dei programmi in Estonia e Slovenia e presenta il nuovo programma per la Croazia.



Il contributo svizzero all'allargamento

La Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC e la Segreteria di Stato dell’economia SECO tracciano un bilancio a medio termine sui primi cinque anni dall’approvazione del contributo all’allargamento a favore dei dieci nuovi membri dell’UE. La fase di attuazione dei progetti continuerà fino al 2017.





Progetti per l'inclusione sociale dei Rom e di altri gruppi svantaggiati in quattro Stati membri dell’UE







Prevention of thb and the identification, protection, support, return & reintegration of victims of trafficking



Oggetto 1 – 12 di 19

Attualità (22)

Oggetto 1 – 12 di 22

Il consigliere federale Ignazio Cassis in Romania e Bulgaria

Un apprendista tecnico di macchina lavora su una macchina utensile.

11.09.2018 – Articolo
Al centro del viaggio del consigliere federale Cassis c’erano alcuni colloqui con rappresentanti di alto livello dei Governi dedicati a temi bilaterali, alla politica europea e alla cooperazione nell’ambito del contributo all’allargamento. Per avere una panoramica della situazione Ignazio Cassis ha anche visitato due progetti finanziati attraverso il contributo svizzero.


Un miliardo ben investito

Un uomo accovacciato di fronte a un pozzo di bonifica nell’area portuale

05.06.2018 – Articolo
I dieci Paesi che hanno aderito all’Unione europea nel 2004 hanno concluso i progetti svolti nel quadro del contributo all’allargamento. La SECO e la DSC tracciano un bilancio e pubblicano i risultati nel rapporto annuale 2017. I progetti hanno notevolmente contribuito alla riduzione delle disparità sociali ed economiche in Europa. La Svizzera ha potuto apportare le proprie conoscenze specifiche in numerosi progetti.


Prevenzione mirata dell’epatite C in Polonia

Alcuni youtuber e una quarantina di ragazzi e ragazze in piedi davanti a un cartellone colorato durante un evento molto animato.

29.09.2017 – Articolo

La Svizzera ha sostenuto la Polonia nella prevenzione dell’epatite C. Circa 25’000 persone sono state sottoposte al test HCV e un’ampia campagna su scala nazionale ha sensibilizzato la popolazione. I dati registrati dovrebbero confluire nelle relative strategie nazionali della sanità.


Aiuto sociale e assistenza medica per la popolazione rurale in Romania

Una giovane assistente aiuta un’anziana ad alzarsi.

18.07.2017 – Articolo

La Svizzera sostiene la Romania nel rafforzamento dell’assistenza sanitaria di base nelle regioni più remote del Paese. Il supporto offerto ai centri sanitari e sociali nel delta del Danubio sta cominciando a dare i suoi frutti: grazie al personale infermieristico e sociosanitario che si sposta con quad e barche centinaia di persone hanno potuto usufruire dell’assistenza medica.


Contributo all’allargamento: bilancio positivo dopo 10 anni

Due operai montano impianti fotovoltaici a Niepolomice, in Polonia.

19.06.2017 – Comunicato stampa
Il 14 giugno 2017 è scaduto il termine di attuazione di dieci anni del contributo svizzero all’allargamento ai dieci Paesi dell’Europa centrale e dell’Est entrati a far parte dell’UE nel 2004. La Svizzera ha realizzato complessivamente 210 progetti con il fondo di un miliardo di franchi approvato dal Parlamento, fornendo così un contributo solidale alla riduzione delle disparità economiche e sociali nell’UE.


La Segretaria di Stato partecipa alla conferenza conclusiva in Repubblica Ceca

La Segretaria di Stato Ineichen-Fleisch si congratula con i rappresentanti dell’amministrazione cittadina di Pardubice.

14.06.2017 – Articolo
Dal 2 al 4 maggio 2017 la Segretaria di Stato Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch ha visitato la Repubblica Ceca, dove ha dato il via alla conferenza conclusiva del programma di cooperazione svizzero-ceco, che si conclude a metà giugno. Ha inoltre visitato i siti di quattro progetti sostenuti con il contributo all’allargamento.


La collaborazione con la Croazia si concretizza

Apprendiste impegnate a cucire una parrucca

31.05.2017 – Articolo
A fine maggio si conclude il periodo d’impegno per il contributo all’allargamento che il Parlamento ha concesso alla Croazia due anni e mezzo fa. I 45 milioni di franchi sono stati distribuiti tra 12 progetti, destinati soprattutto a migliorare la fornitura di acqua potabile, la depurazione delle acque reflue, la formazione, la ricerca e le attività di sminamento.


La Svizzera si adopera a favore delle vittime della tratta di esseri umani

18.10.2016 – Articolo
Dal 2007, il 18 ottobre di ogni anno l’Europa esorta la comunità internazionale ad agire contro la tratta di esseri umani. La Svizzera si adopera per combattere questo fenomeno ad esempio nel quadro del contributo all’allargamento, con cui sostiene la Bulgaria e la Romania nelle loro attività finalizzate alla prevenzione, alla protezione e alla reintegrazione delle vittime nonché al rafforzamento del perseguimento penale.


Il tasso di mortalità neonatale in Lituania si è sensibilmente ridotto

Un’infermiera si prende cura di un neonato in incubatrice.

22.08.2016 – Articolo
Grazie al sostegno svizzero, in Lituania le condizioni dei neonati e delle mamme sono notevolmente migliorate, tanto che dagli anni Novanta a oggi la mortalità infantile è sensibilmente diminuita. Con il contributo all’allargamento la Svizzera finanzia in 27 ospedali apparecchiature mediche moderne, ristrutturazioni efficienti dal punto di vista energetico e la formazione continua nel campo dell’assistenza.


Romania: posti di lavoro assicurati grazie al sostegno della Svizzera

Un artigiano costruisce un violoncello

06.01.2016 – Articolo

A Reghin, città nella parte nord-occidentale della Romania, la famiglia Moldovan gestisce una piccola azienda specializzata nella fabbricazione di strumenti musicali. Grazie a un microcredito finanziato dalla Svizzera, questa famiglia ha potuto acquistare due nuovi macchinari per la lavorazione del legno e un veicolo che le hanno permesso di migliorare l’efficienza, incrementare il proprio reddito e assicurare posti di lavoro.


Progetti nel settore sanitario in Polonia: risultati incoraggianti

Il bagno di un asilo.

31.08.2015 – Articolo

In Polonia la Svizzera sostiene vari progetti in ambito sanitario. Tra gli obiettivi vi è il miglioramento dell’igiene orale dei bambini in età prescolare, la prevenzione delle infezioni da epatite C e la riduzione del consumo di alcool, tabacco e droghe in gravidanza. Stando alle valutazioni intermedie, i progetti procedono secondo i piani e i risultati sono incoraggianti.


Partenariato svizzero-ceco per i diritti del fanciullo

Dei bambini in un asilo con la loro insegnante

20.07.2015 – Articolo

Nella Repubblica ceca i diritti del fanciullo sono ancora in larga misura sconosciuti. L’Istituto internazionale dei diritti del bambino con sede in Svizzera e l’organizzazione di pubblica utilità ceca Česko-britská operano congiuntamente a favore dei diritti del fanciullo nella Repubblica ceca. Da tale partenariato sono nate tre pubblicazioni.

Oggetto 1 – 12 di 22

Video (1)

Oggetto 1 – 1 di 1

  • 1

Editore DEZA

Il contributo svizzero in breve

Informazioni sul contributo svizzero all’allargamento: breve presentazione con esempi di progetti. © DSC/SECO

Oggetto 1 – 1 di 1

  • 1

Pubblicazioni (3)

Oggetto 1 – 3 di 3

  • 1

Contributo svizzero all’allargamento: rapporto annuale 2017

I dieci Paesi che hanno aderito all’Unione europea nel 2004 hanno concluso i progetti svolti nel quadro del contributo all’allargamento. La SECO e la DSC tracciano un bilancio e pubblicano i risultati nel rapporto annuale 2017. I progetti hanno notevolmente contribuito alla riduzione delle disparità sociali ed economiche in Europa. La Svizzera ha potuto apportare le proprie conoscenze specifiche in numerosi progetti.



Contributo svizzero all’allargamento: rapporto annuale 2016

Il rapporto mostra i risultati e lo stato dei progetti, tra cui interventi nel campo della formazione professionale duale in Slovacchia e della lotta contro la tratta di esseri umani in Bulgaria e Romania, bonifica di un porto in Lettonia e di un fondo per capitale di rischio in Ungheria. Illustra inoltre le conclusioni dei programmi in Estonia e Slovenia e presenta il nuovo programma per la Croazia.



Il contributo svizzero all'allargamento

La Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC e la Segreteria di Stato dell’economia SECO tracciano un bilancio a medio termine sui primi cinque anni dall’approvazione del contributo all’allargamento a favore dei dieci nuovi membri dell’UE. La fase di attuazione dei progetti continuerà fino al 2017.


Oggetto 1 – 3 di 3

  • 1