Gare d’appalto pubbliche

I Paesi partner indicono bandi pubblici per forniture, prestazioni edili e servizi a favore dei progetti finanziati nel quadro del contributo svizzero all’allargamento. Anche le imprese svizzere possono candidarsi sulla piattaforma SIMAP dove la SECO e la DSC pubblicano i bandi.  

Esperti svizzeri visitano il porto industriale di Riga.
La Svizzera finanzia i lavori di risanamento di una zona portuale di Riga contaminata dal petrolio. Le tecnologie impiegate appartengono a un’impresa svizzera. © SECO

L’aggiudicazione degli appalti per le forniture e i servizi avviene dopo la selezione e l’autorizzazione dei progetti. Nell’ambito dell’attuazione del progetto e in conformità alle disposizioni nazionali e internazionali vigenti (legislazione nazionale, UE e OMC), le agenzie incaricate mettono a pubblico concorso nei Paesi partner gli appalti per le forniture, le prestazioni edili e i servizi a favore dei progetti finanziati nel quadro del contributo svizzero all’allargamento.

Se sono applicate le direttive UE, l’intera procedura di aggiudicazione soggiace all’obbligo di pubblicazione e di trasparenza. In tal caso, i bandi di concorso sono pubblicati non soltanto nello Stato partner, bensì anche nel resto dell’UE. A completamento della procedura d’appalto, l’agenzia incaricata firma con i fornitori selezionati i contratti relativi ai beni e ai servizi.

Le gare d’appalto pubbliche per le forniture, le prestazioni edili e i servizi a favore di progetti finanziati nel quadro del contributo svizzero all’UE allargata, dei Fondi strutturali o del Fondo di coesione dell'UE sono aperte anche alle imprese svizzere.

Nessuna gara d'appalto attuale